Premier League: Guardiola solo in vetta, crolla Conte

2017-10-14 18:32:52
Premier League: Guardiola solo in vetta, crolla Conte
Pubblicato il 14 ottobre 2017 alle 18:32:52
Categoria: Notizie Premier
Autore: Piergiuseppe Pinto

Foto www.imagephotoagency.it

Il Manchester City approfitta dello 0-0 tra Liverpool United e vola solo in vetta a quota 22, a +2 sui Red Devils grazie al 7-2 contro lo Stoke: vanno in gol Gabriel Jesus (doppietta), SterlingDavid SilvaFernandinhoSane Bernardo Silva. Clamoroso, invece, quanto accaduto al Selhurst Park: il Chelsea di Conte perde 2-1 in casa del Crystal Palace ultimo e resta a -9 dalla vetta. Eriksen permette al Tottenham di piegare il Bournemouth.

Lo 0-0 tra Manchester United Liverpool ad Anfield Road consegna agli uomini di Guardiola un'occasione troppo ghiotta da non sfuttare: così, nel giro di 10 minuti, tra il 17' ed il 27', i padroni di casa decidono di archiviare la pratica. Lo fanno prima con Gabriel Jesus, che si fa trovare pronto su un cross di Walker e deposita a porta vuota, poi con un'azione simile partita dalla sinistra, rifinita da Sane e conclusa da Sterling. Il tris è di David Silva, che dopo un controllo difettoso in area riesce a depositare in rete. Diouf prova a riaprirla a pochi passi dal recupero con uno scambio con Jese. Nella ripresa, lo Stoke si avvicina ulteriormente in avvio di ripresa, al 47', con l'autogol di Walker, che devia involontariamente in porta, ingannato da un colpo di testa mancato da Diouf. Gli uomini di Guardiola, allora, si svegliano, e la chiudono in 7 minuti con la coppia brasiliana composta da Gabriel Jesus Fernandinho e con Sane. Così, tra il 55' ed il 62', il City ipoteca la sfida con un risultato tennistico, ampliato dal sigillo finale di Bernardo SilvaGuardiola, così, si gode un successo travolgente e la vetta della classifica: ora, lo United di Mourinho è a -2.

Non ne approfitta, invece, il Chelsea di Antonio Conte. La possibilità di accorciare sui Red Devils viene malamente sciupata al Selhurst Park. Contro il Crystal Palace di Roy Hodgson, ultimo con 0 punti e 0 gol fatti, la partita inizia subito nel peggiore dei modi. Una conclusione di Cabaye viene deviata alle spalle di Courtois da Azpilicueta, che all'11' porta in vantaggio i padroni di casa. Il vantaggio dura 7 minuti: da calcio d'angolo, Fabregas trova la testa di Bakayoko, che impatta e trova l'1-1. A pochi istanti dall'intervallo, però, Zaha trova un gol straordinario, incuneandosi tra Cahill Azpilicueta, beffando il belga in uscita e portando in vantaggio il Crystal Palace. Nella ripresa, i Blues ci provano, ma non trovano nemmeno il pari: ora il Chelsea è a -9 dal Manchester City. Di fronte, invece, ad un Wembley che fa il record di spettatori per una partita di Premier League, il Tottenham regola il Bournemouth. Ci pensa Eriksen, con una percussione centrale, a trovare il gol ad inizio ripresa che permette di battere le Cherries e confermare gli Spurs al terzo posto, a +4 sul Chelsea e a -3 dallo United.
Con una doppietta di Abraham, lo Swansea batte 2-0 l'Huddersfield e sale a quota 8, agganciando il West Ham, che pareggia 1-1 al Turf Moor contro il Burnley. Gli Hammers passano in vantaggio con Michail Antonio, ma vengono raggiunti nel finale da Wood.
Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it