Premier League: Arnautovic stende Conte, il Tottenham ne fa 5

2017-12-09 20:34:00
Premier League: Arnautovic stende Conte, il Tottenham ne fa 5
Pubblicato il 9 dicembre 2017 alle 20:34:00
Categoria: Notizie Premier
Autore: Piergiuseppe Pinto

Foto www.imagephotoagency.it

La sedicesima giornata di Premier League si apre con un colpo di scena: il West Ham si aggiudica il derby londinese con il Chelsea. A far impazzire l'Olympic Stadium, ci pensa dopo 6 minuti Marko Arnautovic, che scambia con Lanzini e batte Courtois con il sinistro, firmando l'1-0. Nella ripresa, gli uomini di Conte attaccano, ma Morata sbaglia nel finale. Una sconfitta che lascia i Blues a 32 punti in classifica, mentre gli Hammers salgono a 13.
L'avvio è da incubo per Antonio Conte: dopo 6 minuti, il West Ham è già avanti. Lo splendido scambio tra Lanzini Arnautovic porta l'austriaco a concludere di sinistro, battendo Courtois e facendo impazzire l'Olympic Stadium. Il Chelsea prova a reagire al minuto 28 con il destro a giro di Kante, ma Adrian è attento e respinge il tiro dell'ex Leicester.
Nella ripresa, Conte si gioca subito la carta Pedro, che rileva Bakayoko, per un Chelsea a trazione anteriore. La spinta aumenta quando Moses Willian entrano al posto di Marcos Alonso Zappacosta, con l'ex Torino vicino al gol prima di lasciar spazio al brasiliano. La grande opportunità per il pareggio capita, al minuto 84', a Morata, ma l'ex Juventus, solo in area, spedisce incredibilmente sull'esterno della rete. Subito dopo, ci prova anche Hazard, ma la conclusione del belga è alta sopra la traversa. Il destro dal limite di Fabregas fuori misura al 93' è l'ultima opportunità per il Chelsea, che perde per la terza volta nelle ultime quattro trasferte all'Olympic Stadium e resta fermo a 32 punti, fallendo l'aggancio al Manchester United. Vittoria fondamentale, invece, per gli uomini di Moyes, che salgono a 13 punti, agganciando momentaneamente il West Brom.
A Wembley, il match dura poco più di un tempo: al 21', Shawcross realizza un autogol nel tentativo di anticipare Kane sul cross di Son. Nella ripresa, nel giro di undici minuti, il Tottenham dilaga: al 53', il sudcoreano, servito da un passaggio illuminante di Alli, batte Butland. Un minuto dopo, è tris: lo firma Kane, che con un poderoso stacco su cross di Davies impatta il pallone di testa e chiude la partita. Spetta ancora al capocannoniere firmare il poker con il mancino al 65' dopo un'errata uscita di Edwards. Il 5-0 lo segna Eriksen che, servito ancora da Son, batte Butland in uscita. Il gol della bandiera, invece, lo firma Shawcross, che sfrutta una pessima uscita di Lloris e deposita a porta vuota di testa da corner. Il Tottenham ritrova così una vittoria che mancava dal 5 novembre e aggancia momentaneamente l'Arsenal a quota 28.
Basta una doppietta di Mounie nel primo tempo, prima con una zampata da corner, poi di testa, all'Huddersfield, che batte 2-0 il Brighton e interrompe la striscia negativa di quattro sconfitte di fila, salendo a quota 18 e superando proprio gli ospiti, al settimo ko stagionale. Vince anche il Burnley: 1-0 al Watford, in 10 dal 39' per l'espulsione di Zeegelaar. A regalare i tre punti ci pensa Arfield, che con un sinistro in area batte Gomes. Con lo stesso risultato, lo Swansea piega il West Brom: decide all'81' Bony, che con il destro risolve una mischia da corner. Una sconfitta pesante per l'Albion, agganciato al quartultimo posto dal West Ham a quota 13. Finisce 2-2, infine, tra Crystal Palace BourmeouthCherries avanti al 10' con Defoe, dopodiché succede di tutto sul finire del primo tempo: i padroni di casa rimontano con il rigore di Milivojevic al 41' e il tap-in di Dann al 44', prima del pareggio fissato ancora da Defoe, che con un incredibile pallonetto supera Speroni e realizza la doppietta al terzo minuto di recupero. Al 94', il Crystal Palace ha l'occasione per vincerla, ma Benteke sbaglia il rigore nel finale, lasciando i padroni di casa all'ultimo posto in classifica a quota 11.
Il Leicester espugna il St. James Park battendo 3-2 il Newcastle. Gli uomini di Benitez vanno in vantaggio dopo 4 minuti con il gol di Joselu, che sfrutta un assist di Gayle. Al 20', le Foxes pareggiano con uno splendido sinistro dalla distanza di Mahrez. La rimonta sembra completata dal gol al 60' di Gray, che con un destro deviato da Lejeune batte Darlow. I Magpies trovano il pareggia al 73' con Gayle, ma all'87' Perez, nel tentativo di anticipare Mahrez, realizza l'autogol decisivo, che regala il successo al Leicester. Con questa vittoria, la terza di fila, le Foxes salgono all'ottavo posto a 23 punti, mentre il Newcastle resta a quota 15, a +2 sulla zona retrocessione occupata da West Brom West Ham.
Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it