Prandelli: "Brasile tecnicamente superiore"

2013-03-20 14:21:00
Pubblicato il 20 marzo 2013 alle 14:21:00
Categoria: Nazionali
Autore: Redazione Datasport.it

"Incontriamo la nazionale tecnicamente più forte, ma sappiamo di poterli mettere in difficoltà: e abbiamo il coraggio di proporre le nostre idee e i nostri giovani". Così Cesare Prandelli, ct della nazionale italiana, presenta l'amichevole di lusso con il Brasile in programma giovedì a Ginevra. Il tecnico non scioglie i dubbi di formazione ma conferma la presenza dal primo minuto di De Sciglio e in avanti la coppia Osvaldo-Balotelli con Giaccherini a centrocampo.

"Quale è l'Italia-Brasile impresso nella mia memoria? Quello del 1982", ha risposto senza esitare Prandelli: il 3-2 del Mondiale '82, deciso da una tripletta di Paolo Rossi, è anche l'ultima vittoria degli azzurri contro il Brasile. Nei successivi 31 anni le due nazionali si sono incontrate 5 volte e il bilancio degli azzurri è di due sconfitte e tre pareggi, tra cui lo 0-0 della finale a Usa '94, poi persa ai rigori.

Prandelli si è soffermato anche sul celebre gol annullato a Turone in Juve-Roma del 1981, argomento tornato alla ribalta dopo le dichiarazioni di Carlo Sassi, giornalista Rai e inventore della moviola, che ha rivelato che le immagini tv furono "taroccate" per dimostrare che la rete romanista sarebbe stata regolare: "Il gol di Turone? Ve lo assicuro, non ho mai capito se fosse regolare o no - ha confessato il ct -. Secondo me non è successo nulla di che, sarebbe di cattivo gusto pensare a un taroccamento".

"Tante volte mi è stato chiesto se era regolare o no, e non ho mai saputo rispondere - ha concluso Prandelli -, vi assicuro che in campo non capimmo niente, come spesso capita ai giocatori. Lì per lì, non facemmo alcun tipo di considerazione".