Buon compleanno Pietro Vierchowod, lo Zar che ha conquistato l’Europa e il mondo

2021-04-06 16:00:00
Buon compleanno Pietro Vierchowod, lo Zar che ha conquistato l’Europa e il mondo
Pubblicato il 6 aprile 2021 alle 16:00:00
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Lorenzo Bloise

Compie oggi 62 anni l’ex difensore Campione del Mondo, considerato uno dei migliori difensori italiani di sempre degli anni 80-90


Pietro Vierchowod nasce a Calcinate il 6 aprile 1959: ha origini ucraine, suo padre infatti era un ex soldato dell’Armata Rossa e decise di stabilirsi in Italia al termine della Seconda Guerra Mondiale. Lo Zar comincia la sua carriera da calciatore in serie D con la Romanese; il Como fu la società con la quale riuscì a togliersi le maggiori soddisfazioni nei campionati cadetti: nei cinque anni passati nel Comasco, Pietro conquistò due promozioni dirette fino al debutto nella massima serie. L’anno successivo venne acquistato dalla Sampdoria, che però decise di mandarlo via in prestito per due stagioni di fila: a livello personale è stata una scelta azzeccata che ha permesso a Vierchowod di giocare in due squadre che, in quegli anni, ambivano alle zone nobili della classifica. Dopo aver trascorso un’annata con la Fiorentina, che l’ha vista protagonista in una corsa a due per il tricolore con la Juventus, perso per un solo punto all’ultima giornata, l’anno successivo venne girato in prestito alla Roma del tecnico Niels Liedholm: Vierchowod si rivelò determinante, in un sistema difensivo particolare dove solo lui era considerato difensore puro (Nela e Maldera agivano da ali e Di Bartolomei era libero “attaccante”), ai fini della vittoria del campionato al termine della stagione. A seguito di ottime prestazioni, nell’estate del 1983 tornò a Genova, sponda Doria; la sua permanenza nel club blucerchiato perdurò dodici stagioni che coincisero con il periodo più glorioso della storia del club. Furono gli anni migliori della sua carriera soprattutto a livello di risultati sportivi: vinse 4 Coppe Italia e, sotto la guida del tecnico Boškov, conquistò uno storico scudetto grazie, anche, alla formidabile coppia d’attacco Mancini-Vialli. Passano gli anni e lo Zar diventa sempre più il leader della squadra, arrivando anche a vestire la fascia di capitano: vive la sua più grande delusione sportiva proprio con questa maglia in occasione della finale di Champions League persa nel 1992 contro il Barcellona. La sua esperienza in territorio ligure termina tre anni più tardi dopo 25 goal e 358 presenze.


All’età di 36 anni viene acquistato dalla Juventus con l’obiettivo dichiarato di vincere la Champions League: ci riuscirà grazie alla vittoria contro l’Ajax decisa ai calci di rigore; insieme al suo amico Vialli riuscì a riscattare l’amara sconfitta incassata quattro anni prima. Con l’arrivo di Iuliano e Montero lo Zar si sente di troppo e decide, dunque di cambiare aria; dopo un solo mese con il neopromosso Perugia, firma, all’età di 37 anni un contratto annuale con il Milan, le aspettative erano alte ma a fine anno ci fu ben poco da festeggiare: purtroppo per lui, Vierchowod giocò durante una delle annate più deludenti della storia del club rossonero. Vive la sua ultima avventura sul campo da gioco a Piacenza: in tre stagioni contribuì, per due di queste, al raggiungimento della salvezza del club segnando anche il goal che evitò la retrocessione all’ultima giornata contro la Salernitana. Con questa rete divenne, all’età di 40 anni e 47 giorni, il terzo marcatore più anziano della serie A dietro ad Alessandro Costacurta e Silvio Piola. Decise di appendere gli scarpini al chiodo dopo 562 partite giocate, settimo nella classifica all-time per presenze nel nostro campionato. Purtroppo per lui, non trascorse un’indimenticabile esperienza in Azzurro: si laureò Campione del Mondo nel 1982 ma non venne mai impiegato a causa di un infortunio; partecipò ai due Mondiali successivi ma venne eliminato agli ottavi prima e, in semifinale poi, nel 1990. Di lui ricordiamo anche una breve parentesi da allenatore dove, tuttavia, non si è tolto grandi soddisfazioni. Pietro Vierchowod è stato sicuramente uno dei migliori difensori italiani di sempre negli anni 80-90 grazie alle sue grandi doti di marcatura a uomo dimostrando un carattere da vero leader, conquistatore dell’Europa e del mondo come solo un vero Zar sa fare.

ULTIME NOTIZIE
ULTIME NOTIZIE
1 giorno fa
Notizie Calcio
Buon compleanno Simone Inzaghi, DNA bluceleste

Compie oggi 45 anni l’attuale tecnico della Lazio e il più longevo della storia sulla panchina bluceleste, senza dimenticare di essere tu...

2 giorni fa
Notizie Calcio
Bayern e City, vittorie che avvicinano al titolo. Il Lille batte il PSG e sogna

Nel sabato pre-pasquale si sono giocate 17 partite di calcio internazionale e non sono mancati né gol né emozioni, con i primi verdetti, n...

3 giorni fa
Notizie Calcio
Buon compleanno Gabriel Jesus, dal Sud America alla conquista del calcio inglese

Compie gli anni oggi l’attaccante brasiliano, medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Rio 2016 con la Seleção e vincitore di tutto a live...

3 giorni fa
Notizie Calcio
Dall’Inghilterra alla Spagna, passando per Germania e Francia. Ecco i big match europei che ci attendono questo weekend

Archiviata la pausa nazionali ci aspetta un fine settimana festivo ma comunque ricco di calcio....

4 giorni fa
Notizie Calcio
Buon compleanno Clarence Seedorf, 45 anni di successi indimenticabili

Clarence Seedorf nasce a Paramaribo il 1 aprile 1976 e inizia la sua carriera giovanissimo, nell’Ajax, per diventare quello che oggi è co...

6 giorni fa
Notizie Calcio
Buon compleanno Sergio Ramos, idolo indiscusso del Real Madrid

Compie oggi 35 anni il capitano e difensore centrale del Real Madrid e della Nazionale spagnola...

7 giorni fa
Notizie Calcio
TAG Video Systems per la tv sportiva: un nuovo modo di fruire dei contenuti visivi

TAG Video Systems segna un'altra pietra miliare aggiungendo il supporto di visualizzazione e monitoraggio per Hawk-Eye di Sony, una telecame...

8 giorni fa
Notizie Calcio
Tanti auguri a Rui Costa, campione d’Europa nel 2003 con il Milan

Trequartista portoghese dotato di tecnica sopraffina, Rui Costa è stato a modo suo una bandiera in ogni club in cui ha militato....

10 giorni fa
Notizie Calcio
Buon compleanno Manuel Neuer, uno tra i migliori portieri di tutti tempi

Compie gli anni oggi il portiere tedesco, protagonista indiscusso dell’ultimo decennio calcistico con la maglia del Bayern Monaco e con la...

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it