Il piano di Ancelotti: "Ora so come fermare Messi"

2016-03-14 10:03:24
Pubblicato il 14 marzo 2016 alle 10:03:24
Categoria: Notizie Liga
Autore: Redazione Datasport.it

A giugno si siederà sulla prestigiosa panchina del Bayern Monaco, nel frattempo Carlo Ancelotti non rimane certo con le mani in mano. Tra una lezione di tedesco e l'altra, il tecnico di Reggiolo va alla caccia di nuove soluzioni tattiche e nel suo mirino finisce il fenomeno del Barcellona Lionel Messi. "Ho un piano per fermarlo", scrive Ancelotti nella sua rubrica sul sito cinese Sina Sports. Una dichiarazione di guerra in vista della prossima Champions League, quando i destini di bavaresi e blaugrana potrebbero tornare ad incrociarsi.
 
Ecco la tattica di Ancelotti, con tanto di schema disegnato su un foglio: "Marcarlo a uomo è molto complicato, il difensore che lo marca deve essere ad un livello altissimo. Il modo migliore è difendendo di squadra, chiudendo gli spazi tra le linee di difesa e centrocampo: Messi si marca a centrocampo - spiega l'ex allenatore del Milan -, non bisogna fargli arrivare il pallone. Servono più giocatori in mediana, in questo modo si riducono le opzioni di passaggio e Leo creerà meno pericoli".
 
Sembra facile, sulla carta, ma Ancelotti riflette con ironia sulla realtà: "A Messi piace prendere il pallone sul centro-destra e avanzare col sinistro: bisogna cercare l'anticipo. Detto ciò, se Leo è fisicamente al 100 % è impossibile fermarlo, non importa chi sia l'allenatore o quale sia la strategia. E poi - scherza Ancelotti -, il problema è il Barcellona: se ti concentri su Messi, gli altri attaccanti ti bastonano...". Difficile dargli torto, visto il rendimento stagionale di Neymar e Luis Suarez (25 gol in 36 partite per il brasiliano, addirittura 42 in 41 per l'uruguaiano).