Paul Biligha: "L'Italia non è un paese razzista"

2019-09-18 18:55:04
Paul Biligha:
Pubblicato il 18 settembre 2019 alle 18:55:04
Categoria: Basket nazionali
Autore: Matteo Pifferi

''L'Italia non è assolutamente un Paese razzista, io non mi sono mai sentito discriminato. Dei casi individuali e isolati non vanno presi ad esempio, bisogna parlare di questi eventi e prendere provvedimenti ma non creare un disagio più grande di quello che è''. È l'opinione del centro della Nazionale di basket, Paul Biligha, durante la conferenza stampa di presentazione come nuovo giocatore dell'Ax Milano, sui recenti casi di razzismo nel calcio, con coinvolti Lukaku e Kessie. 

"'Il Mondiale - aggiunge Biligha, nato a Perugia da genitori camerunesi - mi ha fatto crescere molto come giocatore, è un ulteriore step. Ho vinto a Venezia, ora voglio vincere anche a Milano''. Accanto a Biligha, nella secondaria del Forum, c'è Michael Roll: ''Sono eccitato di essere qui, sono un giocatore intelligente e penso che mi adatterò presto alle richieste di Messina e dei compagni. Non vincere a Milano è un disastro? Vincere è necessario dappertutto, lo vedo più come una benedizione che come un problema''.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it