Olanda-Ucraina: presentazione della partita e pronostico

2021-06-11 12:30
Olanda-Ucraina: presentazione della partita e pronostico
Pubblicato il 11 giugno 2021 alle 12:30
Categoria: Euro 2020
Autore: Dario Damiano

Inizia in salita il Mondiale dell'Olanda, squadra da cui tutti si aspettano molto in questo Europeo. Agli arancioni, storicamente presenti alle manifestazioni più importanti con squadre decisamente sopra la media, è sembrato sempre mancare quel passo in più per poter arrivare a giocarsi la vittoria finale. A ormai più di vent'anni di distanza dallo storico Europeo vinto dai tulipani grazie a Van Basten, Rijkaard e Gullit, i Paesi Bassi vogliono affermarsi un'altra volta. In panchina l'algido Frank De Boer, ricordato in maniera non proprio positiva dalla maggioranza dei tifosi italiani, per via della sua fallimentare esperienza all'Inter, durata poco più di qualche mese. Il suo calcio veloce e spettacolare aveva trovato però terreno fertile in patria, all'Ajax, e così il suo Paese ha deciso di dargli questa grande possibilità di guidare la Nazionale, un atto di riconoscenza avulso dal campo, visto che post-nerazzurri De Boer ha messo giusto 5 panchine con il Crystal Palace e un terzo posto in America, con Atlanta United. In ogni caso l'Olanda rimane una delle favorite per arrivare fino alla fine, per la grandissima qualità degli uomini di cui dispone, grazie a cui non ha avuto grosse difficoltà nel girone di qualificazione, terminato alle spalle della sola Germania. Una curiosità: gli arancioni hanno in rosa 25 elementi, uno in meno delle altre squadre: nessuno ha sostituito l'infortunato Donny Van de Beek.

Dall'altra parte del campo, c'è un'Ucraina in grande forma. È subito un match decisivo questo, dato che le altre squadre del gruppo C, Austria e Macedonia del Nord, appaiono qualche gradino sotto le loro avversarie. Se l'allenatore olandese ha floppato sulla panchina dell'Inter, il mister degli ex sovietici è un giocatore ancora oggi amatissimo sull'altra sponda del Naviglio: Andriy Shevchenko, colui che veniva soprannominato "Il Re dell'Est", ha portato una ventata d'aria fresca in Nazionale, dove propone anch'egli un gioco rapido e brioso, in controtendenza con la classica squadra chiusa e fisica degli anni precedenti. Sheva si è dimostrato una bella sorpresa in panchina, come testimonia il primo posto nel girone di qualificazione in cui ha scalzato anche il Portogallo, battuto 2-1 a Kiev nello scontro diretto. Un leader riconosciuto positivamente dalla squadra, che dovrà essere brava a isolarsi dalle voci extra-campo, in particolare la questione politica con la Russia che sta infiammando questi ultimi giorni. La scelta della Federazione di raffigurare sulla maglia Ucraina il territorio della Crimea, da anni conteso ai russi che lo hanno occupato nel 2014, non è piaciuta alla Uefa, la quale ha chiesto una modifica ovviamente poco gradita dagli alti vertici ucraini.

OLANDA-UCRAINA PRONOSTICI E SCOMMESSE SU POKERSTARSSPORTS

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it