L'Nfl torna a Los Angeles: ecco i Rams

2016-01-13 19:28:17
Pubblicato il 13 gennaio 2016 alle 19:28:17
Categoria: Sport USA
Autore: Redazione Datasport.it

Dopo oltre 20 anni Los Angeles ritrova la Nfl e avrà nuovamente una franchigia di football americano. In California tornano i St. Louis Rams che, dopo aver giocato per 49 anni nella città degli angeli ed essersi poi trasferiti nel Missouri nel 1995, hanno chiesto ed ottenuto la ricollocazione vista l'impossibilità di costruire un nuovo stadio nella loro attuale sede al posto del vecchio Edward Jones Dome.

Decisivo il sì della Nfl e il voto favorevole di 30 dei 32 proprietari (bastavano 24 sì) per la ricollocazione della franchigia di proprietà di Stan Kroenke. I Rams sono stati preferiti a San Diego Chargers e Oakland Raiders, gli altri due club che avevano fatto domanda di trasferimento nel ricco mercato di Los Angeles con l'idea di uno stadio per entrambe a Carson lasciando anche loro impianti ormai obsoleti e città poco incline a dare finanziamenti. Kroenke ha convinto la Nfl con il progetto di un nuovo impianto a Inglewood che sorgerà sulle ceneri dell'ippodromo di West Hollywood e sarà pronto nel 2019: fino a quel momento i Rams, vincitori del Superbowl nel 2000, giocheranno al Los Angeles Coliseum, casa di University of Southern California.

E Raiders e Chargers? I Raiders hanno ricevuto 100 milioni di dollari supplementari per un progetto per un nuovo impianto che li mantenga comunque a Oakland mentre i Chargers hanno tempo fino a marzo per decidere se spostarsi anche loro o meno. In caso di risposta negativa, avranno tempo fino a gennaio 2017 per decidere: in caso di rinuncia, la possibilità di spostarsi verrebbe offerta ai Raiders. In ogni caso, chiunque dovesse decidere per la ricollocazione a Los Angeles, dovrebbe trovare un accordo coi Rams per utilizzare il loro nuovo impianto a Inglewood.