NBA: Westbrook e Harden di un altro pianeta

2016-12-28 08:34:44
Pubblicato il 28 dicembre 2016 alle 08:34:44
Categoria: NBA
Autore: Redazione Datasport.it

Quattro gare nella notte NBA e due protagonisti in evidenza, Russell Westbrook e James Harden, i due principali candidati a Mvp stagionale. Russ firma la 15esima tripla doppia (in meno di tre quarti...) e guida i Thunder al successo sul campo dei Miami Heat mentre il Barba impiega meno di 30' per segnare 30 punti e smazzare 11 assist per la vittoria dei Rockets a Dallas. Vincono anche Celtics e Jazz.

Gli Houston Rockets sono la squadra più calda della Lega, vincono 123-107 a Dallas contro i Mavericks e centrano il 13esimo successo in 15 gare a dicembre. Il protagonista è come al solito James Harden: al Barba sono sufficienti 30 minuti per firmare 34 punti con 12 su 12 ai liberi, 5 rimbalzi e 11 assist per chiudere la pratica e stare seduto nell'ultimo periodo a osservare i compagni. E' il primo nella storia con almeno 30 punti, 5 rimbalzi e 10 assist in 30 o meno minuti. Per i Rockets anche 22 punti con 4 triple di Ryan Anderson.

Quarto successo in fila per gli Oklahoma City Thunder che passano 106-94 sul campo dei Miami Heat. OKC trascinata da Russell Westbrook che stampa la 15esima tripla doppia stagionale (15 in due stagioni consecutive, non accadeva dai tempi di Magic Johnson) e la 30esima nell'anno solare 2016 (come Oscar Robertson 50 anni fa). Russ chiude con 29 punti, 17 rimbalzi e 11 assist, e i Thunder hanno anche un buon contributo dalla panchina con i 19 di Enes Kanter e i 14 punti di Alex Abrines.

Successo esterno anche per gli Utah Jazz che vincono in volata 102-100 a Los Angeles contro i Lakers. Ai gialloviola non bastano i 25 punti di Randle mentre gli ospiti hanno 31 punti da Hayward e 13 con 3 triple, compresa quella decisiva nel finale, dell'australiano Joe Ingles. Vittoria interna per i Boston Celtics, 113-103 sui Memphis Grizzlies. Gli ospiti hanno 26 punti da Marc Gasol ma i Celtics ne hanno 23 da Bradley e 21 da Isaiah Thomas, arrivato a 16 gare di fila con almeno 20 punti, primatista NBA.