Nba: rimonta Toronto, Chicago in scioltezza

2016-01-02 09:51:49
Pubblicato il 2 gennaio 2016 alle 09:51:49
Categoria: NBA
Autore: Redazione Datasport.it

Inizia nel migliore dei modi il 2016 dei Bulls: senza Rose e Noah, Chicago trova 42 punti dalla panchina e supera 108-81 New York nel big match di giornata. A Toronto, Charlotte si blocca nell'ultimo quarto, DeRozan e Lowry fanno il diavolo a quattro e la rimonta Raptors si completa fino al 104-94 che lancia i canadesi al secondo posto nella Eastern Conference. Bene Miami e Washington, ai Lakers superano la sfida tra ultime della classe contro i Sixers.

Dopo il successo all'overtime contro Indiana, Chicago trova altre conferme da una panchina fino a oggi mai determinante: Portis mette a referto 16 punti come con i Pacers, McDermott torna in doppia cifra e alla fine i 42 bench-points complessivi risultano determinanti nel 108-81 contro i Knicks. Bene anche Mirotic (17 punti) che limita Carmelo Antony (20), ma bene tutta la difesa dei Bulls, con New York che non arriva al 37% al tiro e lascia Calderon (18 punti con 7/9 dal campo) da solo a predicare nel deserto.

A Toronto, dove domenica arriveranno proprio Butler e soci, la risolvono DeRozan e Lowry: Charlotte si presenta all'ultimo quarto con un vantaggio di otto punti, si blocca sul 94 pari e i Raptors trovano l'allungo decisivo (104-94 il finale) con i tiri dall'arco dei suoi due leader. Se Wall (24 punti) e Porter (20) tengono in partita Washington contro Orlando (Oladipo 20 punti, Vucevic 14), il sigillo sulla vittoria Wizards per 103-91 lo mette Kris Humphries che segna tutti i suoi 11 punti nell'ultimo decisivo quarto.

A Miami, Whiteside fa il fenomeno più di Bosh e Wade: il centro degli Heat segna 25 punti con il 75% dal campo, tira giù 19 rimbalzi e guida i suoi al netto successo per 106-82 contro Dallas, disastrosa al tiro e surclassata sotto canestro. Va ai Lakers, infine, la sfida tra ultime della classe: allo Staples Center i gialllo-viola sono senza il loro leader Kobe Bryant, ma per piegare 93-84 Philadelphia basta la coppia Williams-Clarkson, 43 punti in due per la settima vittoria stagionale di Los Angeles.