Nba: meglio i Warriors o i Bulls di Jordan?

2015-11-24 08:10:59
Pubblicato il 24 novembre 2015 alle 08:10:59
Categoria: NBA
Autore: Redazione Datasport.it

I Golden State Warriors campioni Nba 2014-15 hanno inziato la nuova stagione con una fame quasi inaspettata e sono ancora imbattuti: 15 gare e 15 vittorie! La squadra californiana, trascinata da Stephen Curry, sta maciullando tutti gli avversari, ultimi i Denver Nuggets di Danilo Gallinari, e ha eguagliato gli Houston Rockets del 1993-94 e i Washington Capitols del 1948-49 per la miglior partenza nella storia. E' ancora presto ovviamente per dire se i Warriors possono bissare il titolo o altro, ma inevitabilmente sono iniziati i paragoni con i Chicago Bulls del 1995-96 che chiusero l'annata con un clamoroso bilancio di 72 vittorie e 10 sconfitte, una marcia mai avvicinata da nessuno. Quella era la squadra di Michael Jordan, di Scottie Pippen, di Dennis Rodman, di coach Phil Jackson e di Steve Kerr, biondo tiratore che guarda caso oggi è l'allenatore di questi Warriors.

Golden State è una macchina perfetta, segna 115 punti a gara e concede il 43% al tiro agli avversari (contro i 103 punti segnati e il 45% concesso di quei Bulls): quella Chicago tra l'altro partì 13-2, non 15-0. I Tori di Jordan iniziarono 5-1 ma poi vinsero 36 delle successive 38 gare; ebbero una straordinaria striscia di 18 vittorie dal 29 dicembre 1995 al 2 febbraio 1996 e dopo quella persero due gare consecutive a Denver e Phoenix. Da lì non perserò più due gare consecutive ma piazzarono serie da sette, sei, sei, sei e cinque vittorie per uno straordinario e probabilmente irripetibile 72-10.

Quei Chicago Bulls di Michael Jordan chiusero l'annata con 87 vittorie in 100 gare totali e festeggiarono il quarto dei sei titoli vinti tra il 1991 e il 1998. I Golden State Warriors torneranno in campo mercoledì notte contro i Los Angeles Lakers, squadra sulla carta più che abbordabile (2 vinte in 13 gare). Continuare o meno la serie vincente conta, ma solo fino ad un certo punto: i conti verranno fatti come sempre il prossimo giugno, quando andranno in scena le Finals Nba e si assegnerà il titolo 2016.