Nba: Belinelli s'inchina ai Cavs, perde anche Gallinari

2016-02-09 12:00:54
Pubblicato il 9 febbraio 2016 alle 12:00:54
Categoria: NBA
Autore: Redazione Datasport.it

Doveva essere la notte dell'ennesimo derby azzurro in Nba, ma l'occasione di vedere contro Danilo Gallinari e Andrea Bargnani non si è concretizzata. Al Barclays Center i Nets sconfiggono i Denver Nuggets al fotofinish 105-104 (Young 20, Gallinari 24), ma il Mago non scende in campo per decisione del coach Tony Brown. Marco Belinelli s'inchina invece a Cleveland, che travolge 120-100 (Irving 32, Gay e Casspi 16) i suoi Kings: tripla doppia per LeBron James.
 
Sta diventando una lenta agonia quella di Bargnani a Brooklyn. La scelta di rimanere a New York al minimo salariale non ha pagato e il bilancio della sua avventura con la maglia dei Nets è sin qui disastroso: solo 14 minuti di media in regular season con 6,6 punti a partita, tante le gare saltate per scelta tecnica. Il Mago osserva dalla panchina il compagno di Nazionale Gallinari, che di fortuna a Denver ne sta trovando parecchia: altri 24 punti per l'ex Olimpia, che però deve arrendersi in un finale punto a punto ai Nets.
 
Non c'è partita invece tra Cleveland e i Kings di Belinelli: discreta la prova dell'azzurro che ultimamente sta trovando più spazio, per lui partenza in quintetto e 8 punti in 26 minuti. Rajon Rondo fa girare bene Sacramento e sforna 16 assist, i Cavs però sono troppo forti e volano sulle ali di Irving (13/21 dal campo) e di LeBron (21+10+10). Vittorie per Oklahoma City (122-106 a Phoenix con 32 di Durant e 29 di Westbrook) e per i Clippers (98-92 a Philadelphia con 23 a testa per la coppia Redick-Crawford); sconfitta inattesa per i Bulls a Charlotte (108-91, 30 punti per un Kemba Walker in stato di grazia).