Nba: Bargnani, notte da Mago contro i Sixers

2015-12-11 10:12:15
Pubblicato il 11 dicembre 2015 alle 10:12:15
Categoria: NBA
Autore: Redazione Datasport.it

C'è la mano di Andrea Bargnani nel successo di Brooklyn contro Philadelphia. Al rientro dall’infortunio al ginocchio, l’azzurro vive una notte da Mago guidando i Nets alla vittoria per 100-91 sui Sixers: miglior prestazione stagionale per l'italiano ex New York che mette a referto 23 punti con 6 rimbalzi. Non brilla invece Belinelli nel 99-97 dei Kings sui Knicks, Chicago batte Clippers (83-80), mentre Durant firma una tripla doppia in Oklaoma-Atlanta 107-94.

Rischiano grosso i Nets contro la peggior compagine della Nba: al Barclays Center di Brooklyn Brook Lopez è costretto alla panchina per la situazione falli, Lionel Hollins manda in campo Bargnani e l’azzurro si riscopre Mago trascinando i Nets al successo per 100-91 sui Sixers. L’italiano ex Toronto e New York firma la sua miglior prestazione stagionale mettendo a segno 23 punti con 6 rimbalzi in 23 minuti, decisivi per aiutare la squadra che si era presentata all’ultimo quarto sotto di 4.

Nella notte Nba brilla la stella di Kevin Durant che contro Atlanta prende per mano Oklahoma guidando i suoi al successo sugli Hawks per 107-94 con una tripla doppia: 25 i punti realizzati da KD che strappa anche 12 rimbalzi servendo ai compagni 10 assist. Stecca invece Marco Belinelli: l’azzurro resta in campo 20 minuti in cui va a segno tre volte su dieci tentativi, prestazione incolore che non impedisce tuttavia a Sacramento di battere 99-97 New York (Cousins 27 punti, Rondo 16, Antony 23).

Dopo tre sconfitte consecutive torna infine alla vittoria Chicago che allo United Center si impone 83-80 contro i Clippers: con Derrick Rose sempre più lontano dalle prestazioni che lo consacrarono MVP più giovane della storia Nba, è Pau Gasol a guidare i Bulls al dodicesimo successo stagionale. Lo spagnolo infila 24 punti pesantissimi, Brooks e Gibson ne portano in dote altri 22 dalla panchina e ai Clippers non possono bastare i 18 di Griffin e i 12 di Paul.