Nba: Bargnani \"A Londra saranno gare vere\"

2011-03-04 14:38:51
Pubblicato il 4 marzo 2011 alle 14:38:51
Categoria: NBA
Autore: Redazione Datasport.it

La Nba sbarca in Europa. Oggi, per la prima volta nella storia del basket a stelle e strisce, una gara del campionato più bello del mondo sarà giocata nel vecchio continente: alla O2 Arena di Londra i Toronto Raptors di Andrea Bargnani sfideranno i New Jersey Nets di Deron Williams. E domani si replica. "Saranni sicuramente gare vere e non amichevoli - spiega Bargnani a poche ore dall'inizio della partita - gli stimoli non mancano anche se sarà più difficile trovare la concentrazione. Siamo un po' stanchi per il jet lag ma siamo abituati fisicamente a questi sforzi".

Per i Raptors, fuori dai giochi per un posto nei playoff, è un stagione di transizione. "Siamo una squadra giovane e spesso ci è capitato di dominare le partite anche se poi le abbiamo perse - spiega Bargnani - siamo stati anche sfortunati perché si sono fatti male giocatori del quintetto come Reggie Evans e Linas Kleiza. Questo ci ha penalizzato tanto: mai passato un anno sfigato".

Il Mago parla poi della possibilità di tornare a giocare in Italia in caso di serrata. "Il lockout? Ne parliamo, facciamo riunioni - confessa Bargnani - la storia è la stessa da un anno a questa parte. Se mai ci sarà la serrata vera, allora agiremo di conseguenza. Quelli che non hanno contratto verranno sicuramente in Europa ma i giocatori sotto contratto come me (tipo Bryant o Nowitzki) non si muoveranno. Se i mesi di stop fossero due o tre non cambierebbe nulla. Se lo stop fosse di un anno come nell'hockey, allora le cose sarebbero diverse. Io a Roma? Sì, ma in C2 con i miei amici – scherza Bargnani - non alla Lottomatica".

Chi sono le favorite per il titolo? "Favorite al titolo Nba? Ad ovest Lakers e Spurs, ad est vedo favoriti sempre i Celtics. Sono i più completi anche se non mi aspettavo la cessione di Kendrick Perkins". Per finire un pensiero alla Nazionale e alla Benetton Treviso, squadra che ha lanciato Bargnani nel grande basket. "Gli Europei? Il girone è difficile - ammette Bargnani - l'addio dei Benetton a Treviso? Penso che sia una grossa perdita per il basket e lo sport sia di Treviso che dell'Italia intera. Ma sono sicuro che ci saranno dei compratori pronti a rilevare la società. Certo sarà difficile trovare una famiglia come quella di Gilberto Benetton".