Napoli, De Laurentiis: "CR7-Juve trovata commerciale ma pericolosa. Sarri? Maleducato"

2018-07-30 15:12:48
Pubblicato il 30 luglio 2018 alle 15:12:48
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Matteo Pifferi

Da Maurizio Sarri a Cristiano Ronaldo fino alla Juventus: Aurelio De Laurentiis ne ha per tutti. Il presidente del Napoli, intervistato da La Verità, ha manifestato la propria opinione sui temi caldi del mercato, come l'acquisto dei bianconeri di CR7, definito dal numero uno azzurro come una "grande trovata di sceneggiatura". "La Juve ha fatto una bella mossa propagandistica per tutto il gruppo Fca. Così ha affascinato tifosi e sponsor - ha aggiunto De Laurentiis -."Tra dire chapeau e vincere sia campionato che Champions ce ne passa. CR7 ha una certa età. E in termini di equilibrio per un club è pericoloso spendere così tanti soldi per comprare il cartellino di un solo giocatore a fine carriera. Pagando un ingaggio fuori da ogni standard del suo attuale monte ingaggi".

De Laurentiis, però, non risparmia frecciatine neanche per Maurizio Sarri, ex allenatore del Napoli ed ora sulla panchina del Chelsea: "Io ho concesso a Maurizio Sarri di andare al Chelsea solo dopo avergli fatto firmare un impegno scritto: non potrà negoziare con nessuno dei nostri giocatori, tranne Jorginho che abbiamo deciso noi di cedere". ADL rincara la dose: "Se hai giocatori con clausola rescissoria da 60 milioni e non li fai giocare danneggi te stesso e la squadra perché non usi il tuo potenziale e finisci fuori dalle Coppe perché non reggi i ritmi. Maurizio poi ha dichiarato pubblicamente un abbandono dell'Europa, non è possibile. "Il rapporto si è rotto quando mi disse 'non so se riesco a fare meglio con questa squadra'. Sarri era entrato - prosegue il presidente del Napoli - nella fase in cui un allenatore pensa a se stesso o forse cerca di costruire un pensionamento d’ oro. Gli ho chiesto cosa volesse fare quest'anno fino all'ultima partita, ma non mi rispose. È stato maleducato".