Mourinho esonerato: Inter, sei pronta a riaccoglierlo?

2015-12-17 18:10:17
Pubblicato il 17 dicembre 2015 alle 18:10:17
Categoria: Calciomercato
Autore: Redazione Datasport.it

Riavvolgiamo il nastro, è il momento dei corsi e ricorsi storici. L'11 marzo 2008 l'Inter viene eliminata agli ottavi di finale di Champions League dal Liverpool: una sconfitta netta (3-0 complessivo tra andata e ritorno), emblema delle difficoltà europee della squadra nerazzurra che invece in campionato domina da due anni. Roberto Mancini, tecnico della Beneamata, annuncia la sua decisione di lasciare a fine stagione. Polemiche, marcia indietro ed esonero a fine stagione per decisione di Massimo Moratti.
 
Il presidentissimo ha in mente un solo uomo: José Mourinho, esonerato nel settembre 2008 da Roman Abramovich dopo anni di successi. Moratti va a Parigi per convincerlo, gli costruisce uno squadrone e lo Special One in due anni vince tutto ciò che c'è da vincere, facendo entrare l'Inter nella leggenda del calcio mondiale. Sono passati più di cinque anni da quel 22 maggio 2010 e sono cambiate tante, tantissime cose. Moratti ha passato la mano; Mancini ha vinto in Inghilterra e dopo la poco fortunata esperienza al Galatasaray ha accettato di tornare a Milano; Mourinho si è diviso tra Real Madrid e Chelsea tra vittorie e tonfi clamorosi. 

{foto}
 
Vi starete chiedendo dove vogliamo arrivare. Molto semplice, stiamo stuzzicando la pancia dei tifosi interisti: Mourinho non ha mai negato di amare ancora alla follia l'Inter e ogni tifoso nerazzurro contraccambia. E' vero, tanti fattori sono mutati: capacità d'investire, appeal europeo, progetto. E soprattutto c'è un Mancini sempre più nel cuore dei fan, un Mancini che ha rivoltato come un calzino una squadra disastrata e l'ha condotta ad un meritato primo posto in Serie A con 4 punti di vantaggio sulle inseguitrici. Noi però siamo romantici, e la domanda nasce spontanea: rivorreste lo Special One sulla panchina dell'Inter? Meglio Mancini o Mourinho?