MotoGP, Rossi: "La pressione è tutta su Lorenzo"

2015-10-22 12:22:07
MotoGP, Rossi:
Pubblicato il 22 ottobre 2015 alle 12:22:07
Categoria: Moto GP
Autore: Redazione Datasport.it

Dopo la splendida gara di Phillip Island, in Malesia a Sepang Valentino Rossi ha la prima chance di mettere le mani sul titolo mondiale. "E' la prima chance di chiudere il discorso per il mondiale. La pressione è più su Jorge perchè dovrà ridurre il distacco di punti e dovrà arrivare davanti a me. Resta comunque una gara molto difficile", ha detto Rossi che si presenta alla penultima gara con 11 punti di vantaggio su Lorenzo.

Poi ha aggiunto: "E' una stagione molto lunga e come sempre si va a lottare punto dopo punto con Jorge. Siamo passati da ogni tipo di siutuazione e ora, con due gare al termine, ci sono 11 punti tra noi. E' una bella battaglia da seguire perchè il gap tra noi è minimo. E' un match point diviso in due tempi, come una partita di calcio". Rossi si trova a lottare Lorenzo come già successo in passato: "Nel 2009 c'era stata una bella battaglia con Lorenzo. Era diversa perchè c'erano stati più alti e bassi e più errori mentre stavolta c'è stata più costanza di rendimento da parte mia".

Sulla gara di Sepang Valentino ha evidenziato le difficoltà: "Sepang è un circuito che mi piace molto. Tanti lo amano perchè ha un bel layout. In più negli ultimi anni l'asfalto è diventato più difficile perchè molto usato. Non dimentichiamo che la gara è lunga e difficile per le condizioni meteo. Il caldo? Gli ultimi giri della gara sono sempre difficili, porti al limite il tuo corpo, oltre alla moto e alle gomme". E scherzando, ma non troppo, ha buttato lì: "Da Phillip Island è chiaro che Lorenzo ha un alleato in più che è Marquez. In Australia è stata una gara incredibile".

In chiusura un commento sugli insulti ricevuti da Iannone su Facebook per essergli arrivato davanti in Australia e avergli tolto punti per il Mondiale: "E' un peccato, queste persone sono davvero stupide. Alla gente piace parlar male di altri che magari hanno più talento, sono più felici di loro. Spesso sui social network ho trovato queste persone che ti attaccano. Mi spiace per Andrea, lui ha fatto solo la sua gara".

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it