MotoGP, Marquez: "Honda non al top, dovremo lottare"

2016-03-17 08:27:10
Pubblicato il 17 marzo 2016 alle 08:27:10
Categoria: Moto GP
Autore: Redazione Datasport.it

Dopo il finale di stagione condizionato dalle polemiche con Valentino Rossi, Marc Marquez è pronto a tornare in pista per il 2016. Il feeling con la sua Honda, però, non è ancora al top: "Nell'ultimo test qui a Losail, due settimane fa, abbiamo fatto grandi progressi con la messa a punto e a fine prove mi sentivo veramente a mio agio con la moto, soprattutto nell'ultimo run. È una cosa positiva per la gara, anche se non siamo ancora dove vorremmo e abbiamo margini per migliorare. La pista non è la migliore per la nostra moto e dovremo lottare molto".

Presente nella conferenza stampa di vigilia del primo Gran Premio in Qatar anche il campione del mondo in carica di MotoGP, Jorge Lorenzo: "Questo primo circuito è molto importante. L'essere campione del mondo mi dà tranquillità però il 2015 è alle spalle e ora c'è una nuova sfida da affrontare. Sono cambiate tantissime cose. I pneumatici sembrano uguali all'apparenza ma per i piloti sono notevolmente cambiati. Con Michelin sarà tutto diverso. Nei test abbiamo avuto ottimi risultati. Posso dire che siamo in una posizione migliore rispetto all'anno scorso".

Anche Pedrosa, compagno di Marquez alla Honda, è molto motivato dopo un finale di 2015 ad alto livello: "Dal punto di vista fisico sto bene, mi sono preparato molto. Sulla moto abbiamo qualche problema rispetto all'anno scorso ma stiamo lavorando e sono sicuro che miglioreremo in vista del gran premio. Sono più motivato rispetto ai test anche se sappiamo che non è la pista ideale per noi".

Ha le idee chiare Andrea Iannone alla vigilia della sua seconda stagione con la Ducati ufficiale: "Quest'anno è cambiato tutto. I pneumatici, l'elettronica e per me anche la moto. Sono soddisfatto finora delle gomme Michelin, anche con l'elettronica ho avuto subito un buon feeling. Ci siamo concentrati sui punti più critici per noi ma credo che avremo una buona possibilità di fare bene qui in Qatar". Poi ha aggiunto: "Gli infortuni sono un ricordo, l'infortunio alla spalla è risolto, ho lavorato molto col mio preparatore. Il mio obiettivo? E' un anno importante come per tutti. Vogliamo migliorare rispetto al 2015 e voglio riuscire a vincere la mia prima gara in MotoGP".