MotoGP, Malesia: la presentazione

2018-10-31 12:41:02
MotoGP, Malesia: la presentazione
Pubblicato il 31 ottobre 2018 alle 12:41:02
Categoria: Moto GP
Autore: Matteo Novembrini

Il trittico asiatico sta per concludersi, dopo Giappone ed Australia arriva la Malesia, penultimo appuntamento di una stagione già chiusa a Motegi da parte di Marc Marquez, e che come spunti di interesse per gli ultimi due appuntamenti offre la lotta per il podio iridato e quella nella classifica Costruttori, sebbene, soprattutto la seconda, abbia ben poco appael tra il pubblico.

Marquez, Australia sempre sfortunata Tre volte Marc Marquez ha fatto suo il titolo in Giappone, e per tre volte la successiva tappa in Australia gli ha fruttato uno "zero" in classifica. Come fosse uno scotto da pagare, un dispiacere per Marc che avrebbe voluto giocarsi la vittoria anche a Phillip Island, ma che ha dovuto guardare il resto della corsa ai box dopo che lui e Zarco sono scampati ad un pericoloso incidente. Marc tornerà motivato in Malesia, pista sulla quale non vince dal 2014, per dare alla sua Honda la certezza della vittoria nel campionato riservato ai costruttori: la Honda è davanti a tutti con 339 punti, +39 sulla Ducati; questo vuol dire che è sufficiente un suo 5° (o di qualsiasi altro pilota con una Honda) per far festeggiare a Sepang i giapponesi.

Dovi, Rossi e Vinales, lotta a tre Laddove lo scorso anno fece doppietta, la Ducati vuole tornare al successo, e mettere così al sicuro il simbolico riconoscimento di vice-campione del mondo per Andrea Dovizioso, il quale dovrà guardarsi da Valentino Rossi e Maverick Vinales. In attesa di vedere le condizioni di Lorenzo, la casa di Borgo Panigale si aggrappa ad Andrea, a cui il tracciato malese piace molto (infatti viene da due trionfi consecutivi a Sepang), per provare a portare a casa il settimo successo stagionale. A Sepang si dovrà vedere la performance delle Yamaha, che dopo il successo in Australia proveranno ad essere al vertice anche in Malesia, sebbene sulla carta la pista di Kuala Lumpur sia più difficile per le M1 rispetto a quella di Phillip Island. Se Dovi dovesse essere fuori portata, tra Vale e Maverick ci sarebbe una lotta interna per la terza posizione in classifica: il ducatista è a quota 210 punti, +15 su Rossi e +30 su Vinales.

 

 

Il circuito L’autodromo di Sepang, distretto non molto distante dalla capitale Kuala Lumpur, sorge nello stato del Selangor, ed è stato costruito a fine anni ’90, con lavori che lo rendono uno degli impianti più moderni del calendario. Tecnico ed affascinante, misura 5543 metri e conta 15 curve, e la prima prova iridata su questo tracciato fu corsa nel 1999. Proprio su questo circuito, 7 anni fa, perse la vita Marco Simoncelli. Albo d’oro Valentino Rossi è il re indiscusso del Gp della Malesia, avendo trionfato per ben 6 volte, mentre il diretto inseguitore è Dani Pedrosa, a quota 3 successi davanti a Stoner, Kenny Roberts jr e Andrea Dovizioso, tutti a quota 2. Un successo per Marquez, mentre Jorge Lorenzo non ha mai vinto a Sepang nella classe regina, anche se nel 2010 festeggiò qui il titolo mondiale. Tra i team 6 vittorie Honda, 5 Yamaha e Ducati e 2 Suzuki.


Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it