Monza, le regole di Berlusconi: "No a tatuaggi e capelli in ordine"

2018-10-05 20:25:47
Pubblicato il 5 ottobre 2018 alle 20:25:47
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Michele Nardi

Capelli in ordine, niente tatuaggi e orecchini. Silvio Berlusconi comincia a dettare le regole del suo Monza. L’ex patron del Milan a margine del forum “Idee per l’Italia” ha parlato del suo nuovo progetto sportivo, in cui ci sarà spazio per Adriano Galliani, suo uomo di fiducia in rossonero.

“Con il Monza abbiamo in mente un programma particolare. Sarà una squadra giovane e composta tutta da italiani”. L’ex premier scherza sul look della sua rosa: “Dovranno avere i capelli in ordine, c’è già un parrucchiere di Monza che ha detto farà i capelli gratis”.

E Berlusconi continua: “Niente barba e niente tatuaggi, non voglio neanche orecchini vari. I miei giocatori saranno un esempio di correttezza in campo, si scuseranno con gli avversari in caso di fallo e tratteranno l’arbitro come un signore. Se richiesto l’autografo non faranno schizzi, ma scriveranno bene nome e cognome e andranno sempre in giro vestiti con sobrietà e a modo. Voglio qualcosa di diverso dal calcio attuale”.