Milan, Berlusconi: "Ora voglio la Champions"

2013-02-22 07:50:01
Pubblicato il 22 febbraio 2013 alle 07:50:01
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Dopo la straordinaria quanto inaspettata vittoria del Milan sul Barcellona in Champions League sono arrivate anche le parole al miele del presidente rossonero Silvio Berlusconi che, in un'intervista a Italpress, afferma: "Ieri sera il Milan ha battuto senza neanche troppa fatica, con una prova superba, il Barcellona, la squadra più forte del mondo".

Il numero uno rossonero non nasconde il suo sogno: "Champions o vittoria elettorale? Voglio entrambi e non mi accontento del terzo posto in Italia. Chi scelgo in campionato tra Juventus e Napoli? Dico Milan. Possiamo arrivare ancora più avanti del terzo posto".

Berlusconi ripercorre poi una stagione iniziata nel peggiore dei modi e continuata invece con risultati via via crescenti: "La squadra dopo poche giornate dall'inizio del campionato era data per spacciata, c'era chi diceva che avrebbe faticato a salvarsi. E la stampa sportiva, che spesso è obbiettiva più o meno come quella politica, si sprecava in ironie sul rinnovamento e sulla scelta di puntare sui giovani che avevo personalmente voluto. I sarcasmi sull' "allenatore dell'Edilnord" non si contavano. Eppure il fatto di essere il Presidente - prosegue - che ha vinto di più nella storia del calcio dovrebbe suggerire ai miei critici di essere un pò più prudenti".

In vista della derby con l'Inter, Berlusconi punta su Mario Balotelli, arrivato a gennaio per risollevare le sorti di tutto l'ambiente rossonero:  "Balotelli è un genio - continua - . Se saprà continuare a dimostrare di essere, in campo e fuori dal campo, il fuoriclasse che ha tutte le qualità per essere uno dei giovani campioni, con El Sharaawy, De Sciglio e altri, sui quali costruire il Milan dei prossimi dieci anni".