15 ottobre 1972: la gara con più gol nella storia della Serie A

2020-10-15 15:30:00
15 ottobre 1972: la gara con più gol nella storia della Serie A
Pubblicato il 15 ottobre 2020 alle 15:30:00
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Dario Damiano

Finì 9-3 la sfida tra Milan e Atalanta al Meazza, punteggio mai più ripetuto nella storia e anche decisivo per le sorti delle due squadre in quella stagione.

 

Siamo a inizio anni Settanta, sicuramente il calcio veniva giocato dai suoi interpreti in maniera più compassata rispetto a oggi, anche più difensivista se vogliamo, dato che era un gioco che ricalcava la grande scuola difensiva italiana, oltretutto autarchico, vista la chiusura delle frontiere agli stranieri del 1966. Eppure quello che accadde il 15 ottobre stupì tutti, stupì evidentemente anche il tabellone di San Siro che a un certo punto non era più in grado di segnalare tutte le reti messe a segno sul terreno di gioco. La partita in questione era Milan – Atalanta, e tuttora è la partita con più gol complessivi della storia della Serie A, giocata in una stagione, tristemente, in realtà, memorabile per entrambe le compagini. Ma andiamo con ordine, e partiamo dal 24 settembre 1972, quando parte ufficialmente la quarantunesima edizione della Serie A. La grande favorita è la Juventus, vincitrice dello scudetto precedente, che arricchisce la sua rosa con Dino Zoff, uno dei più grandi portieri di quegli anni, e con José Altafini, prolifico attaccante trentaquattrenne. C'è anche l'Inter, ancora con qualche reduce della Grande Inter degli anni sessanta, con Roberto Boninsegna a guidare i suoi, a un anno e mezzo di distanza dall'ultimo trionfo. E poi per l'appunto, il Milan, illuminato dalla classe di Gianni Rivera. Vanno a completare il quadro buone squadre come Roma, Lazio, Fiorentina, Torino, mentre l'Atalanta è un team onesto, reduce da una stagione di metà classifica. Dopo due giornate è ancora troppo presto per definire la testa della classifica, il Milan ci arriva dopo una roboante vittoria a Palermo e un pari con la Ternana, mentre per i bergamaschi ci sono due pareggi a reti bianche con Cagliari e Napoli.

 

Quel 15 ottobre a San Siro sembra una sfida come tante, Nereo Rocco e Giulio Corsini schierano le formazioni tipo, e l'arbitro Giunti fischia l'inizio del match. I rossoneri ci mettono un quarto d'ora per passare in vantaggio, grazie alla zampata di Pierino Prati, cui segue la deviazione di Bigon alla mezzora. Gli ospiti tornano sotto con una zuccata del difensore Bruno Divina, ma nel giro di cinque minuti prima Rivera e poi Benetti firmano le due reti che già chiudono la partita all'intervallo. Nel secondo tempo vengono segnati addirittura quattro gol in sei minuti: prima Chiarugi, poi Rivera per la doppietta, accorcia Ghio per l'Atalanta e va a segno di nuovo Prati. Sul punteggio di 7-2 Corsini decide di sostituire il portiere Pianta con Grassi, ma arrivano comunque nel finale le marcature di Bigon, doppietta, e Prati, che segna l'hat-trick su punizione, dopo il colpo di testa di Carelli. Finisce 9-3, una roba così non la si era mai vista prima e non la si vedrà mai dopo. Per capire quanto sia stata fatale questa sfida però, bisogna fare un salto in avanti di più di sette mesi. L'Atalanta ha effettuato un campionato mediocre, e all'ultima giornata rischia la retrocessione contro la sfidante diretta Vicenza. Il Milan invece ha preso le redini del campionato dopo la sosta invernale, e nonostante qualche passo falso, arriva all'ultima giornata con un punto di vantaggio sulla solita Juve e sulla sorprendete Lazio di Re Cecconi. I rossoneri devono affrontare la trasferta di Verona, una sfida agevole se non fosse che pochi giorni prima avessero giocato a Salonicco, dove, battendo il Leeds, avevano alzato al cielo la Coppa delle Coppe. La partita, nonostante le richieste, non viene rinviata, e il Milan crolla, andando sotto addirittura di quattro reti a zero. Lazio e Juve però non brillano, lasciando aperte le porte per la speranza spareggio. Non andrà così: il Milan, nella cosiddetta Fatal Verona, ce la metterà tutta ma perderà 5-3, mentre la Lazio cade a Napoli. La Juve non se lo fa ripetere due volte, e con Cuccureddu segna a tre dalla fine il gol che le consente di battere la Roma all'Olimpico, aggiudicandosi il quindicesimo Scudetto, il secondo di fila. L'Atalanta, dal canto suo, perde 1-0 con il Vicenza e termina terzultima a 24 punti con altre tre squadre. A retrocedere è la peggiore in differenza reti, e i veneti grazie all'1-0 sono arrivati a -16, mentre i nerazzurri, a -17, sono condannati alla Serie B, per un solo gol di scarto. Se solo quel giorno non ne avessero presi nove, si sarebbero salvati. Ma si sa, il calcio è anche questo.

ULTIME NOTIZIE
ULTIME NOTIZIE
2 giorni fa
Notizie Calcio
Tanti auguri Totò Di Natale, sesto marcatore di sempre della Serie A

Compie oggi 43 anni uno dei migliori attaccanti dell'ultimo decennio, autore di valanghe di gol di una bellezza rara....

2 giorni fa
Notizie Calcio
Troppe positività: contro l'Irlanda per Euro 2021 ci andrà la Nazionale Under 20

Soluzione inedita ma obbligata per l'Italia, che contro l'Irlanda cercherà comunque di aggregare alcuni giocatori dall'Under 21....

5 giorni fa
Notizie Calcio
10 ottobre 1998: la prima di Francesco Totti in Nazionale

Esattamente 22 anni fa il "Pupone" vestì per la prima volta la maglia Azzurra, iniziando un percorso terminato sul tetto del mondo....

5 giorni fa
Notizie Calcio
LIVE - Incontri 09-10-2020

Segui le dirette di tutte le partite odierne, venerdì 9 Ottobre 2020...

5 giorni fa
Notizie Calcio
9 ottobre 1988, è rivoluzione: introdotto il terzo straniero in Serie A

Esattamente 32 anni fa la Federazione diede il via al terzo straniero, iniziando un processo di globalizzazione calcistica che dura ancora o...

6 giorni fa
Notizie Calcio
LIVE - Incontri 08-10-2020

Segui le dirette di tutte le partite odierne, giovedì 8 Ottobre 2020...

7 giorni fa
Notizie Calcio
Buon compleanno ad Antonio Cabrini, 63 anni per lui oggi!

Il Bell'Antonio è stato un'icona della Nazionale Italiana e della Juventus, rivoluzionando l'interpretazione del ruolo da terzino e non sol...

7 giorni fa
Notizie Calcio
LIVE - Incontri 07-10-2020

Segui le dirette di tutte le partite odierne, mercoledì 7 Ottobre 2020...

8 giorni fa
Notizie Calcio
Tanti auguri Nelson Dida! Compie oggi 47 anni l'ex portiere brasiliano

Celebriamo oggi uno dei più grandi portieri degli anni 2000, capace di vincere tutto con la maglia del Milan e della Nazionale brasiliana....

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it