Milan: Amelia \"Scuciremo lo scudetto all\'Inter\"

2011-03-04 08:04:54
Pubblicato il 4 marzo 2011 alle 08:04:54
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Nella settimana che precede il big match Juventus-Milan, Marco Amelia rilancia le ambizioni scudetto dei rossoneri. Dopo il successo sul Napoli, il Milan hanno la possibilità di dare un segnale forte alle dirette inseguitrici: "C'è tanto entusiasmo dopo la vittoria sul Napoli, ma siamo consapevoli che sabato ci giochiamo una bella fetta di stagione - ha detto il portiere ex Genoa ai microfoni di Radio Sportiva -. E' una partita molto delicata contro la Juve: se la vincessimo saremmo ancor più lanciati in classifica. Vogliamo riportare lo scudetto sulla maglia rossonera, quest'anno c'è grande convinzione: possiamo vincerlo. Far parte di un ambiente particolare come questo è molto bello, ti fa crescere come uomo e calciatore".  

Gli strascichi della vittoria con il Napoli non si sono ancora esauriti e Amelia ritorna sull'episodio chiave del match: "Il rigore di Aronica? E' stato un intervento scomposto, il rigore ci stava. Magari si può discutere di un fallo di Ibra su Cannavaro. A proposito di Ibrahimovic, oggi si è allenato e sarà pronto contro la Juventus, abbiamo uno staff molto preparato".

I cugini dell'Inter sperano in un passo falso della capolista per avvicinarsi alla vetta: "Moratti tiferà Juve? Chi sta dietro cerca di caricare le avversarie della capolista. Io posso caricare i miei ex compagni del Genoa in vista della gara dell'Inter: è il bello del calcio. Tra Milan e Inter c'è una bella rivalità, quest'anno ancora di più visto la sfida al vertice". In questi giorni si sono intensificate le voci che vorrebbero Mexes come futuro giocatore rossonero: "I media dicono di si, ma adesso noi pensiamo solo al campo. Mexes è un giocatore di alto livello, uno dei difensori più forti in circolazione. Rinforzerebbe una difesa fatta di grandi campioni, Nesta e Thiago Silva su tutti".

Il Milan è anche impegnato in Champions. Contro il Tottenham i rossoneri  sono chiamati a ribaltare il risultato negativo dell'andata (0-1): "Non è impossibile, basta vincere la partita. Siamo il Milan e possiamo farlo". Infine una battuta sul ruolo da secondo che sta ricoprendo in questa stagione: "Le grandi squadre devono avere due grandi portieri. Già sapevo al mio arrivo le gerarchie esistenti, cercherò di sfruttare tutte le opportunità che mi capiteranno. Sirigu? Diventerà uno dei migliori portieri italiani".