Milan, Allegri: "Accetto consigli di Berlusconi"

2013-02-20 08:15:37
Pubblicato il 20 febbraio 2013 alle 08:15:37
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Massimiliano Allegri è pronto per la super sfida di mercoledì sera a San Siro tra il suo Milan e il Barcellona. Apre anche ai consigli del suo presidente, Silvio Berlusconi, ha parlato di marcatura a uomo su Messi: "Per quanto riguarda i suggerimenti del presidente, li accetto ben volentieri perchè dopo 26 anni di Milan è un uomo di calcio, è il presidente che più ha vinto al mondo. Poi è chiaro che io vedo la squadra tutti i giorni, darò ai ragazzi le indicazioni migliori per affrontare il Barcellona".

Lionel Messi, 301 gol con la maglia blaugrana, non è l'unico pericolo, come sottolinea il tecnico livornese: "Fa la differenza, ma non solo lui. Iniesta è uno dei migliori assist man al mondo: bisogna essere molto bravi nel marcarli e limitarli". Più in generale ha detto: "Giochiamo contro i più forti al mondo e dobbiamo creare i presupposti per passare l'ottavo di finale, sapendo che in questo momento il Barcellona ha une media del 65% della gestione della palla, che giochi con il Real, con il Milan o con chiunque. Dobbiamo cercare di rendere il loro possesso palla un po' più sterile, perchè hanno qualche giocatore piuttosto bravo".

Il Barcellona apre un trittico di gare che prosegue con Inter e Lazio, non facile ma anzi decisivo per i rossoneri. "Mi piace? E' il calendario, bisogna accettarlo con tutta serenità. Magari se dopo il Barcellona avessimo avuto una partita più semplice a livello emotivo rischiavamo di cadere. Bisogna recuperare fisicamente e mentalmente nel più breve tempo possibile ed essere pronti al derby di domenica". Chiusura con una riposta all'ennesima domanda sul futuro: "Ancora il mio futuro? Basta... Ho un contratto con il Milan, io non posso andare via domani. Il Milan come tutte le società decide il destino degli allenatori. So che come tutti gli allenatori sono legato ai risultati".