Miccoli cuore d’oro

2011-02-07 11:20:58
Pubblicato il 7 febbraio 2011 alle 11:20:58
Categoria: Calciomercato
Autore: Redazione Datasport.it

Scrivo ascoltando in sottofondo le parole di Claudio Ranieri che dice: “Complimenti alla Roma”. Per la cronaca, ha perso 5-3. Complimenti alla Roma per il primo tempo, poi ci sono state molte cose da dimenticare, ingenuità di Burdisso (4,5) in testa. Fantastico Vucinic (7+) ma l’idea di maggiore forza complessiva l’ha offerta l’Inter. Il solito, pazzesco, Eto’o (8), il ritrovato Sneijder (7+), il muro Julio Cesar (7,5), l’elastico Maicon (7) e l’indispensabile Thiago Motta (7). Sono sincero: non vedo straordinari meriti di Leonardo (6,5), se non il fatto che abbia sostituito Benitez. E si sapeva che l'erede di Rafa avrebbe fatto molto bene. Soprattutto se avesse avuto le seguenti quattro notizie dal mercato: Ranocchia, Pazzini, Kharja e Nagatomo. Milan-Inter per lo scudetto? Probabile. Ora i voti della domenica.

NAPOLI 7,5 – Prendere uno schiaffo e ripartire è un segnale di forza. Cavani (7,5) al massimo sbaglia una partita su quindici. Bene Mascara, ingresso più assist. Confortante che si sia sbloccato Sosa.

ROSSI 7,5Zamparini insulta, Delio continua a macinare punti per il Palermo. Sono 40, tanta roba se partiamo dal presupposto che siamo a febbraio. Commovente Miccoli (8): segna, gli viene il broncio, si intristisce e resta nello spogliatoio. Grande Fabrizio, lo conosco da sempre: Lecce è casa sua.

AMAURI 7 – Gli ha fatto bene lasciare la Juve almeno per cinque mesi. A Parma è tornato un leone, ha trovato un gol fantastico.

IACHINI 7 – Avrebbero dovuto lasciargli il Brescia, anziché convocare un improbabile Beretta. Ma lo hanno richiamato appena in tempo per tentare l’impresa.

LOTITO 5 – Il mercato della Lazio da braccino corto, Sculli a parte. Grave errore, le altre si sono rafforzate.

SIMEONE 4,5 – Da quando ha rilevato il Catania, non si è vista traccia. E’ troppo presto? Occhio, la classifica si sta facendo brutta. Un punto in quattro gare, svegliamolo.

DIFESA LECCE 4,5 – Mamma mia, sembrava un formaggio svizzero. Neanche tanto rinomato.