Ligue 1: poco Bastia, il Monaco torna a correre

2016-02-03 12:00:37
Pubblicato il 3 febbraio 2016 alle 12:00:37
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Nell'anticipo della 24esima giornata di Ligue 1, il Monaco batte 2-0 il Bastia e torna momentaneamente a +5 sull'Angers, terza forza del campionato a 37 punti. A decidere il match tutt'altro che entusiasmante dello Stade Louis II sono l'autorete di Modesto nel primo tempo e il gol di Bernardo Silva, con deviazione determinante di Squillaci, nella ripresa. In serata successo di misura del Marsiglia che vince 1-0 a Montpellier (68’ N’Koudou).

Monaco-Bastia 2-0
Per dimenticare in fretta la sconfitta ad Angers e tenere a debita distanza gli angioini, diretti rivali nella lotta per la Champions, al Monaco servono tre punti. Il Bastia, ancora senza vittorie lontano da casa, sembra dunque l’avversario giusto, anche se trovare un varco nella difesa corsa, arroccata dietro per non correre rischi, non è affatto facile. Ci prova allora Bernardo Silva con una fiammata al 27’, ma Leca respinge d’istinto la conclusione del talento portoghese effettuata dopo uno slalom in area. Con gli spazi chiusi, il Monaco trova il vantaggio su calcio da fermo: è il 35’ quando, dagli sviluppi di un corner, Modesto cerca di anticipare Coentrao infilando nella propria porta la spizzata di testa di Raggi. Vagner Love potrebbe chiuderla al 52’ ma Leca è bravissimo a neutralizzare la conclusione da centro area dell’attaccante brasiliano, poi ci pensa il solito Bernardo Silva a sigillare il risultato: lancio per Dirar al 73’, palla di ritorno per il 10 portoghese e conclusione deviata da Squillaci per il definitivo 2-0. In pratica finisce qui, con i monegaschi che salgono a quota 42 a + 5 sull’Angers, prima delle rivali per il secondo posto alle spalle dell’ormai irraggiungibile Psg.

Montpellier-Marsiglia 0-1
Dopo l’esordio vincente sulla panchina del Montpellier nella trasferta di Ajaccio, Frederic Hantz fa il proprio debutto davanti al pubblico amico. A vincere però è il Marsiglia che aspetta con calma il momento giusto per colpire e nella ripresa affonda l’undici dell'Herault, pericoloso al 28’ del primo tempo su calcio di punizione di Boudebouz e al 61’ con Benesbain (stop di petto e destro al volo fuori di un niente). Bellissima, invece, la discesa di Cabella che propizioa il gol dell’OM: al 68’ l’esterno biancoceleste semina il panico sulla tre quarti, Deplagne lo ferma in scivolata al limite dell’area ma N’Koudou è il più lesto a recuperare palla, allargarsi sulla sinistra evitando l’uscita di Pionnier e battere a rete per l’1-0. Un minuto dopo Thauvin si fa cacciare dal campo (rosso diretto per un intervento senza senso) e il Montpellier si rianima: al 75’, però, Yatabaré cicca la palla da ottima posizione mentre al 78’ solo un grande intervento di Mandanda nega il gol al numero 19 arancioblù. Il duello si ripete all’82’, a vincerlo è ancora il portiere del Marsiglia che vince 1-0 e sale momentaneamente al sesto posto in classifica a quota 34 punti.