Ligue 1: il Monaco rallenta a Saint Etienne, il Psg ringrazia

2016-02-14 23:04:14
Pubblicato il 14 febbraio 2016 alle 23:04:14
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Saint Etienne-Monaco finisce in parità, con i ringraziamenti del Psg. La sfida del Geoffroy Guichard, 26.a giornata di Ligue 1, termina 1-1 con i gol di Sall e Love, e consente alla capolista di restare a +24 sui monegaschi. I biancoverdi rimangono invece al terzo posto a braccetto col Nizza, che non va oltre l'1-1 col Marsiglia: a Isla risponde Germain. L'unica a sorridere è il Lione che batte 4-1 il Caen e sale a -1 dalla zona Champions.

Allo Stade Geoffroy Guichard è il Saint Etienne a partire meglio, ma sulla sua strada trova un superlativo Subasic: al 10' vola sulla punizione magistrale di Cohade, al 12' si ripete sul colpo di testa ravvicinato di Sall e al 17' chiude ancora su Soderlund. Lo squillo del Monaco arriva al minuto 33 col palo esterno colpito da Costa: troppo poco, a fine primo lo 0-0 sta stretto ai padroni di casa. Nella ripresa il copione non cambia e al 53' arriva il gol del Saint Etienne: Sall si libera di Raggi e stacca da solo sulla punizione di Cohade, firmando l'1-0. La formazione del Principato, incassato il gol, ha il merito di non scoraggiarsi e restare attaccato al match. Così, al minuto 84, trova l'inaspettato pareggio: Vanger Love approfitta di una furiosa mischia davanti a Ruffier e sigla il definito pari.

A Nizza invece il primo tempo è decisamente a favore del Marsiglia. Gli ospiti vanno vicini al gol al 17' con un tiro di Cabella di poco fuori e lo trovano al minuto 35 grazie al perfetto inserimento dell'ex juventino Isla, più veloce di tutti sugli sviluppi di un angolo. Prima dell'intervallo l'OM confeziona altre due ghiotte chance con Batshuayi ma Cardinale è bravo a tenere in partita il Nizza. Così, nella ripresa, i padroni di casa possono suonare la carica e al 59' trovare il pari: Koziello mette al centro per Germain che taglia sul primo palo e beffa un distratto Rolando. I ragazzi di Puel sembrano prendere il sopravvento, ma al 72' devono ringraziare ancora Cardinale che disinnesca il colpo di testa di N'Koudou ed è salvato dal palo sul tap-in a botta sicura di Batshuayi.