Ligue 1: Lione esagerato, cinquina e terzo posto

2016-03-06 23:18:14
Pubblicato il 6 marzo 2016 alle 23:18:14
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Prosegue spedita la marcia del Lione che rifila un pokerissimo al Guingamp e sale da solo al terzo posto: nel 5-1 al Guingamp brilla Lacazette, autore di una doppietta. E ora la squadra di Genesio mette nel mirino il secondo posto, occupato dal Monaco, che dista 6 punti. Nelle altre due sfide domenicali della 29a giornata fondamentale successo del Rennes che batte 4-1 il Nantes e resta in corsa per la Champions. Marsiglia-Tolosa finisce 1-1.

Il Lione non si ferma più e contro il Guingamp conquista la sua quinta vittoria nelle ultime sei apparizioni in Ligue 1. Stavolta la vittima della squadra di Genesio è il Guingamp, quart'ultimo in classifica a +3 sulla zona retrocessione. Dopo il botta e risposta nei primi 11 minuti (reti di Ghezzal ed Erdinc) il Lione ipoteca i tre punti prima dell'intervallo grazie andando ancora a segno con Lacazette e Cornet. Nella ripresa Lacazette cala il poker e timbra la doppietta personale salendo a quota 12 nella classifica marcatori. Nel finale arriva il definitivo 5-1 grazie a un autogol di Lemaitre.

Successo rotondo anche per il Rennes che al Roazhon Park batte 4-1 il Nantes (segnando tutti i gol nel primo tempo) grazie a una prestazione super di Ousmane Dembelé che firma una doppietta e confeziona l'assist per la rete di M'Bengue. La festa della squadra di Courbis è completata da Grosicki mentre al Nantes, che era reduce da una serie di 13 risultati utili in campionato, non basta il gol della bandiera di Adryan. Il Rennes sorpassa in un colpo solo Angers e Caen, va a +4 sul Nantes e aggancia al quarto posto il Nizza restando in piena corsa per un posto in Champions (è a -1 dal Lione). Terzo 1-1 consecutivo, infine, per il Marsiglia che al Velodrome viene fermato dal Tolosa. Sotto di un gol al 55' (gol di Ben Yedder) la squadra di Michel trova il pareggio al 74' grazie a una rocambolesca autorete di Somalia su conclusione di Fletcher.