Liga: Barcellona da record, ma l'Atletico non molla

2015-12-31 08:00:45
Pubblicato il 31 dicembre 2015 alle 08:00:45
Categoria: Notizie Liga
Autore: Redazione Datasport.it

E' il giorno dei record al Camp Nou. Nella 17esima giornata di Liga il Barcellona batte 4-0 il Betis Siviglia e festeggia due primati: le 500 presenze di Messi e le 180 reti nell'anno solare, meglio del Real Madrid che nel 2014 si era 'fermato' a 178. Apre l'autorete di Westermann dopo il rigore sbagliato da Neymar, poi proprio Messi e Suarez (2) completano la festa. Ma in vetta coi catalani c'è pure l'Atletico Madrid, grazie al 2-0 in casa del Rayo.
 
Barcellona-Betis Siviglia 4-0
 
Il Barcellona, dunque, chiude nel migliore dei modi il suo 2015 da incorniciare: all'incredibile palmares dell'anno manca solo la Supercoppa di Spagna, persa ad inizio stagione a causa dello sciagurato 4-0 contro l'Athletic Bilbao. Un solo brutto ricordo, per il resto tante gioie: e anche stasera il Camp Nou si gode lo spettacolo, con un 4-0 al Betis che (fatta eccezione per i primi minuti un po' leziosi) avrebbe potuto essere anche più ampio. Nel giorno della sua 500esima presenza in maglia blaugrana, è Messi a guidare la truppa. E anche l'arbitro Garrido dà una mano...
 
Alla mezzora il direttore di gara concede un discutibile rigore per intervento dell'ex meteora del Cagliari Antonio Adan sulla Pulce: dal dischetto va Neymar che scivola e pesca la traversa, ma Westermann entra in spaccata per anticipare Rakitic e mette nella sua porta. Da quel momento tutto in discesa: segna Messi al 33' su meraviglioso assist del brasiliano, nella ripresa si scatena invece Suarez che firma la doppietta e il record di reti di un Barcellona sontuoso. Luis Enrique chiude il 2015 in vetta a 38 punti, gli stessi dell'Atletico Madrid che ha però una gara in più.
 
Rayo Vallecano-Atletico Madrid 0-2
 
L'Atletico Madrid fa infatti il suo dovere e passa 2-0 nel derby col Rayo Vallecano. Gara ostica e complicata per gli uomini di Simeone, che però dimostrano di saper soffrire e azzannano la preda al momento giusto: a Vallecas decidono le reti di Correa all'88' e Griezmann al 90'. Colchoneros primi in classifica al pari del Barcellona, il Real Madrid insegue a 36. Il 'Cholo' chiude  dunque il suo 2015 con un sorriso pieno, ma per sbloccare la sfida col Rayo serve tanta, forse troppa fatica.
 
Se contro il Real il Rayo aveva preso ben 10 gol, stavolta la squadra di Francisco Jemez Martin si chiude a riccio e blocca le fonti di gioco di un Atletico privo di giocatori chiave come Tiago, Filipe Luis e soprattutto Gabi. Simeone ruota tutti gli attaccanti e a due minuti dalla fine è Correa, su invenzione del giovane Thomas Teye, a togliere il tappo alla partita. I padroni di casa crollano e prendono anche il secondo gol, in contropiede, col pallonetto di Griezmann. E' 2-0 per un Atletico essenziale, che anche nel 2016 darà filo da torcere a tutti.