Libri di sport: quelli che furono i pionieri del calcio italiano

2013-02-20 14:25:58
Pubblicato il 20 febbraio 2013 alle 14:25:58
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

Il football dei pionieri, storia del calcio fino al 1914 - Alessandro Bassi - Bradipolibri - Pag. 190 – Euro 15.00.

Nessun volo pindarico, nessun eroe dell’epoca. Solo il riscontro di campionati antichi, che la memoria ha cancellato perché talmente fuori dagli attuali schemi, che sembrano lontani come un film a passo ridotto. Il calcio italiano pionieristico non fu neppure il primo a creare un campionato. Lo precedettero la ginnastica e forse la scherma. Il calcio parte nel 1898, con una sola giornata di spettacolo, quattro squadre: il Genoa, e tre club di Torino. La spunta il Grifone ed è il primo scudetto assoluto. Che ripete altre due volte. Anni di grande fermento. Il 18 dicembre 1899, nella Fiaschetteria Toscana nasce il Milan Cricket and Football Club. Nello stesso anno debutta anche la Juventus. Nel 1900 arriva a Roma un socio del Racing Club di Parigi e nasce la Podistica Lazio inserendo il calcio. Nel 1902 è il momento della Sardegna, nella Piazza d’Armi di Cagliari si gioca la prima partita tra studenti. Folla enorme e tanti applausi. Anno dopo anno il calcio esplode sempre più, sembra inarrestabile. Ci pensa il lugubre rumore dei cannoni, che all’alba del 1914 ferma anche lo sport. Si riprenderà ufficialmente nel 1919, anche se il calcio trovò sempre il modo per non scomparire.