Lega Pro 2016-17, 9a giornata Girone B: risultati, marcatori e cronaca

2016-10-17 22:55:10
Lega Pro 2016-17, 9a giornata Girone B: risultati, marcatori e cronaca
Pubblicato il 17 ottobre 2016 alle 22:55:10
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Sabato 15 ottobre

Lumezzane-Modena 0-0
0-0 ed emozioni con il contagocce, Lumezzane e Modena si accontentato di un punto: mister De Paola, all'esordio sulla panchina dei valgobbini, debutta con un pareggio (rossoblu in discesa, due punti in quattro giornate) mentre gli emiliani centrano il terzo risultato utile consecutivo e confermano di essere in ripresa. Per il Modena si tratta di un risultato importante, considerando le molte assenze: i padroni di casa sfiorano il gol in avvio con Barbuti, poi è Leonetti a divorarsi una ghiotta occasione poco prima dell'intervallo mentre nel finale di gara il Modena contiene il forcing degli avversari.

Sambenedettese-SudTirol 2-2
Match emozionante allo stadio Riviera delle Palme, il Sudtirol compie una piccola impresa e ferma sul 2-2 la Sambenedettese (terzo pareggio nelle ultime quattro giornate per i marchigiani). I padroni di casa, tra l'altro, possono ritenersi fortunati: il Sudtirol offre una grande prestazione, spreca un calcio di rigore nel primo tempo (con Gliozzi) e poi si porta in vantaggio ben due volte, con Fink e Cia (gol dell'ex per quest'ultimo). Ma i rossoblu di Palladini, pur con qualche difficoltà, trovano sempre la forza di reagire e si salvano con un rigore di Di Massimo e con un gran diagonale di Lulli a cinque minuti dalla fine.

AlbinoLeffe-FeralpiSalò 2-2
Tanti gol e tanto divertimento all'Atleti Azzurri d'Italia, il derby lombardo tra Albinoleffe e FeralpiSalò termina con un giusto 2-2. Gran gara di entrambe le squadre: già al 7' i gardesani rompono gli indugi grazie a Guerra, scattato sul filo del fuorigioco su imbucata di Gerardi, ma i padroni di casa non ci stanno e dopo la traversa colpita da Agnello pareggiano grazie a Mastroianni. Partita viva anche nella ripresa, Bizzotto spreca una buona chance poi sul ribaltamento di fronte Gavazzi firma il 2-1 locale con un bel colpo di testa su azione da calcio d'angolo: la Feralpi, tuttavia, ci crede e al 72' impatta sul 2-2 con una conclusione di piatto di Romero.

Fano-Ancona 1-1
Finisce 1-1 la sfida tra Fano e Ancona: un pareggio che fa molto comodo ai dorici (al quarto risultato utile consecutivo), mentre il periodo di astinenza della squadra di Cusatis si allunga ulteriormente. Ancona vicino al gol in avvio con Frediani, poi tra il 37' e il 39' De Silvestri colpisce ben due traverse: al primo vero affondo, tuttavia, il Fano sblocca il punteggio con Masini, su sponda di Gualdi (41'). Nel secondo tempo il tecnico degli ospiti Brini inserisce Samb: quattro minuti dopo è proprio lui a siglare il gol del pareggio. Nel finale nessuna delle due riesce a trovare la zampata da tre punti.

Venezia-Teramo 3-1
Festa grande al Penzo, il Venezia torna a vincere dopo due giornate di bocconi amari e aggancia la Sambenedettese a quota 18: i lagunari schiantano 3-1 il Teramo, grande protagonista Geijo (autore di una doppietta). Meglio i veneti in avvio, ma il Teramo cresce e al 23' passa in vantaggio grazie a una splendida conclusione di Ilari: la squadra di Inzaghi, però, pareggia sei minuti dopo con Geijo (sugli sviluppi di una punizione di Pederzoli). I lagunari insistono e al 54' effettuano il soprasso con Fabris: a quel punto gli abruzzesi attaccano e sfiorano il pari con Sansovini, ma nel finale Geijo chiude i conti su suggerimento di Fabris.

Gubbio-Maceratese 0-1
Clamorosa sorpresa a Gubbio, la Maceratese espugna 1-0 il Barbetti e porta a casa la seconda vittoria in tre giornate: tre punti di platino per i marchigiani, mentre gli umbri scivolano per la terza volta in stagione e si allontanano dalla vetta. Decide tutto un calcio di rigore di Colombi in pieno recupero, concesso per fallo di Narciso sullo stesso attaccante: in avvio di gara è proprio la Maceratese a sfiorare il gol con De Grazia, poi i padroni di casa protestano per un gol annullato a Ferretti (fuorigioco) mentre al 53' è Petrilli a sciupare una buona chance. Quando lo 0-0 sembra in dirittura d'arrivo, ecco l'episodio decisivo.

Pordenone-Santarcangelo 3-3
Succede l'incredibile allo stadio Bottecchia, Pordenone e Santarcangelo danno vita a un 3-3 ricco di emozioni. Partita pazza, i padroni di casa vanno sotto ben tre volte ma ogni volta riescono ad uscire dalla buca: è comunque un Pordenone appannato e i clementini sfiorano il colpaccio. La prima parte di gara è decisamente abbottonata, ma al 29' gli ospiti passano in vantaggio con Cesaretti (errore di Tomei): Ingegneri firma l'1-1 prima dell'intervallo, ma al 50' i romagnoli tornano avanti con Merini (ennesima indecisione di Tomei, che poi si fa male e viene sostituito). Finale da urlo: Arma sigla il 2-2 su rigore, due minuti dopo Cesaretti riporta avanti gli ospiti con un gol in mischia poi all'84' è Misuraca a fissare il 3-3.

Forlì-Parma 3-5
E' un Parma instabile, senza equilibri, che però riesce comunque a sfangarla: i ducali fanno parecchia fatica contro la cenerentola Forlì, ma strappano una vittoria per 5-3 ed accorciano ulteriormente la classifica (al momento gli emiliani hanno tre lunghezze di ritardo dalla vetta). L'inizio è interamente a tinte biancorosse, il Forlì si porta sul 2-0 grazie a Capellini e Ponsat: Guazzo dimezza lo score poco dopo, poi arriva il 2-2 firmato da Scavone ma prima dell'intervallo i padroni di casa tornano avanti grazie a un diagonale di Bardelloni. Nella ripresa, tuttavia, viene fuori la squadra crociata: Evacuo timbra il 3-3, poi è Baraye a mettere a segno in mischia il gol del sorpasso mentre in pieno recupero Calaiò arrotonda su rigore.

Mantova-Bassano 1-4
Bassano Virtus senza freni, i giallorossi vincono 4-1 al Martelli di Mantova e agganciano a quota 18 Venezia e Sambenedettese: al momento le tre formazioni si trovano in vetta alla classifica, dal canto loro i virgiliani continuano a sprofondare (un solo punto in cinque partite, zona playout). Inizio di match pimpante, ma al 24' i padroni di casa restano in dieci a causa dell'espulsione di Regoli dopo un fallo su Fabbro: il Mantova riesce comunque a passare in vantaggio al 38' con un siluro di Zammarini, tuttavia il Bassano cresce e pareggia ad inizio ripresa con Laurenti. Lì il match gira: Grandolfo firma il 2-1, poi Laurenti si concede il lusso della doppietta poi in pieno recupero Fabbro cala il poker con uno spunto personale.

Lunedì 17 ottobre

Padova-Reggiana 2-0
All'Euganeo il Padova scaccia la crisi e smonta i sogni di gloria della Reggiana: il monday night finisce 2-0 in favore dei ragazzi di Brevi. Partita ben giocata dai padroni di casa, a segno con un gol per tempo. Ci pensa Russo a sbloccare il match su calcio di rigore al 32' (trattenuta su Altinier), quindi ad inizio ripresa ci pensa capitan Altinier a firmare il raddoppio con un bella spaccata volante. Con questo successo i biancoscudati salgono a quota 13 in classifica, portandosi a due sole lunghezze dagli uomini di Leonardo Colucci.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it