Lega Pro 2016-17, 4a giornata Girone C: risultati, marcatori e cronaca

2016-09-15 18:00:06
Lega Pro 2016-17, 4a giornata Girone C: risultati, marcatori e cronaca
Pubblicato il 15 settembre 2016 alle 18:00:06
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Mercoledì 14 settembre

Siracusa-Monopoli 1-1
Muovono la classifica Siracusa e Monopoli che pareggiano 1-1 allo stadio "De Simone" nella quarta giornata del girone C, turno infrasettimanale. I siciliani centrano il secondo pari consecutivo dopo quello col Taranto e si portano a 2 punti mentre i pugliesi salgono a 4 e riscattano immediatamente la sconfitta casalinga con la Juve Stabia. Il match si decide nella ripresa: ospiti in vantaggio in avvio con Montini, poi i padroni di casa falliscono un rigore con De Respinis ma nel finale trovano il meritato 1-1 con Dezai dopo un lungo assedio.

Fondi-Akragas 2-0
Seconda vittoria stagionale per il Fondi che allo stadio Purificato batte 2-0 l'Akragas grazie a un gol per tempo. La squadra laziale sblocca il risultato al 31' con una rete di Tiscione che, su cross dalla sinistra di Squillace smanacciato da Pane, raccoglie la sfera e la insacca con un gran tiro dal limite dell'area piccola. Il raddoppio arriva al minuto 81: sugli sviluppi di un contropiede Iadaresta entra in area e trafigge Pane con un destro secco. Altra giornata da dimenticare per l'Akragas che in quattro partite ha raccolto solo due punti.

Vibonese-Matera 0-1
Vola il Matera di Gaetano Auteri che vince 1-0 sul campo della Vibonese e sale a quota 10 punti in classifica festeggiando la terza vittoria consecutiva dopo il pari all'esordio a Taranto. Seconda battuta d'arresto di fila per i calabresi che erano usciti sconfitti anche domenica a Foggia. A decidere il match dello stadio Razza è una rete di Iannini al 61': triangolo preciso con Infantino e diagonale che non lascia scampo a Russo. Reggina-Catania 1-1
Reggina e Catania non vanno oltre l'1-1 in un derby del Sud teso e molto caldo al Granillo. Primo tempo favorevole agli ospiti, che non mettono in mostra un gran gioco ma riescono a trovare il vantaggio al 28' con Piscitella, abile a sfruttare un preciso assist di Russotto su dormita della difesa calabrese da fallo laterale. Nella ripresa però la squadra di Zeman alza i toni della contesa e alla fine perviene al pari: al 78' è Bangu a trovare il diagonale vincente su ottima sponda aerea di Coralli. Pareggio giusto: la Reggina sale a 5 punti in classifica, mentre il Catania avvicina la quota 0 portandosi a -1. Sempre ultimo posto solitario per gli etnei, che hanno totalizzato 5 punti in tre giornate ma partono da -6.

Cosenza-Melfi 3-0
Partita senza storia al San Vito: il Cosenza rifila un sonoro 3-0 al Melfi, centrando la sua seconda vittoria in campionato. I Lupi della Sila salgono così a quota 6 in classifica, mentre i gialloverdi restano a fermi a 3 punti. Il match è praticamente senza storia: al 17' Statella spacca il match con un bel colpo di testa quindi, meno di dieci minuti dopo, arriva il raddoppio dei padroni di casa con la zampata di Gambino. Uno-due-tre e partita in ghiaccio: al 31' ecco il 3-0 per opera di Cavallaro. Nulla da fare per il Melfi, annichilito in mezz'ora di gioco: nella ripresa, giocata alla stregua di una partita d'allenamento, potrebbe arrivare anche il gol del poker ma l'incontro va in archivio così come si era chiusa la prima frazione.

Casertana-Taranto 2-1
Successo in rimonta per la Casertana che, nella quarta giornata del girone C, vince 2-1 sul Taranto. Per i falchetti si tratta del secondo successo in campionato (6 punti raccolti sin qui), mentre gli ionici restano fermi a quota 5 punti e trovano la prima sconfitta. A sbloccare il match ci pensa Viola: dal dischetto arriva lo 0-1 per la formazione neopromossa. Il pareggio arriva solo nella ripresa: al 54' è un altro rigore a cambiare il punteggio, questa volta realizzato da Giannone. Poco più tardi, al 67', i padroni di casa restano in dieci per il rosso a Potenza, ma trovano comunque la forza di andare a segno: il marcatore è sempre lui, Giannone (che nel recupero sarà espulso), bravo a realizzare la doppietta personale che vale il 2-1 definitivo.

Fidelis Andria-Paganese 2-0

Il turno infrasettimanale regala la prima vittoria in campionato alla Fidelis Andria: la formazione pugliese batte 2-0 la Paganese, salendo a quota 4 in classifica e traendo una vera e propria boccata d'ossigeno dopo un avvio difficoltoso di campionato. Di contro il club campano rimane inchiodato a zero punti in classifica: tre sconfitte in altrettanti incontri disputati. Il match si decide nel primo tempo: al 15' è Fall a spaccare la gara, quindi Mancino firma il raddoppio a fine primo tempo. L'incontro rallenta nella ripresa: viene sospeso per un problema all'impianto d'illuminazione e regala un'emozione solo nel finale, con un gol annullato all'Andria.

Juve Stabia-Messina 2-1
La Juve Stabia batte 2-1 in rimonta il Messina al Menti e si porta a 9 punti in classifica, a ridosso di Lecce e Matera. Gara complicata per gli uomini di Fontana, che nel primo tempo vanno sotto in virtù della rete di Pozzebon, abile al 25' a sfruttare al meglio uno schema da calcio d'angolo per depositare in rete da pochi passi. Nella ripresa però la Juve Stabia entra in campo con un altro spirito, e al 52' Marotta fa 1-1 con una splendida punizione. Poi viene espulso Musacci per ingiurie nei confronti dell'arbitro e Atanasov al 77' risolve in mischia la sfida. 2-1 per la Juve Stabia, che si candida al ruolo di protagonista del Girone C.

Lecce-Catanzaro 3-0
Quarta vittoria consecutiva del Lecce, protagonista di uno strepitoso avvio di stagione: percorso netto, 12 punti in cascina, esaltati dal secco 3-0 rifilato al Catanzaro. Al Via del Mare va in scena un match a senso unico: dopo nemmeno un quarto d'ora i salentini passano avanti con il solito Caturano. Partita amministrata, dove i ragazzi di Padalino attendono il finale per stendere l'avversario: al 76' ci pensa Torromino, con un gran destro dal limite, a firmare il 2-0, quindi di nuovo Caturano quattro minuti più tardi cala il tris dagli undici metri. Per il bomber del Lecce è il settimo gol in quattro partite di campionato: un avvio a dir poco eccezionale.

Giovedì 15 settembre

Virtus Francavilla-Foggia 0-1
Successo di misura ma tanto basta al Foggia agguantare la quarta vittoria su quattro partite di campionato: satanelli in vetta al Girone C con 12 punti, a braccetto col Lecce. La squadra di Stroppa espugna 1-0 il Giovanni Paolo II grazie alla rete terza rete in campionato di Vincenzo Sarno, che dopo un primo tempo piuttosto equilibrato sblocca il match al minuto 51 e consegnai tre punti ai rossoneri. Onore alla Virtus, a dire il vero molto sfortunata visto che al 74' la conclusione di De Angelis si stampa sul palo con Guarna ampiamente battuto. Villa (fermo a quota 4 punti in classifica) che nel prossimo turno farà visita all'Akragas, mentre il Foggia sarà impegnato al Franco Scoglio contro il Messina.

 

 

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it