Lega Pro 2016-17, 18a giornata Girone B: risultati, marcatori e cronaca

2016-12-13 16:51:22
Lega Pro 2016-17, 18a giornata Girone B: risultati, marcatori e cronaca
Pubblicato il 13 dicembre 2016 alle 16:51:22
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Domenica 11 dicembre

Fano-Lumezzane 0-2
Seconda vittoria di fila per il Lumezzane: i valgobbini, dopo aver sconfitto 2-0 il Mantova, ottengono il medesimo risultato sul campo del Fano e fanno un balzo incredibile in classifica. Giornata da dimenticare, invece, per i marchigiani: la squadra, reduce dallo 0-0 di Modena, paga le troppe assenze e alla fine soccombe. E' Bacio Terracino, al 34', ad aprire le marcature con un potente sinistro da posizione ravvicinata: nel secondo tempo i valgobbini controllano e poi, all'81', chiudono i conti con un bel contropiede finalizzato da Speziale. Un solo punto in cinque giornate per il Fano, sempre più invischiato in zona playout.

FeralpiSalò-Pordenone 0-2
Arma letale per il Pordenone: l’attaccante marocchino stende la Feralpisalò con una doppietta, permettendosi anche di farsi parare un rigore da Livieri prima di insaccare il sigillo del definitivo 2-0. Vittoria importantissima per i ramarri, contro un tram salodiano che invece non combina granché. I friulani si confermano ai piani alti della classifica (apertissima la lotta promozione) mentre la squadra di Tonino Asta, domata fra le mura amiche del Turina, scivola mestamente verso la decima posizione.

Gubbio-Bassano Virtus 4-0
Giornata terribile per il Bassano Virtus: i veneti crollano in Umbria con un pesantissimo 0-4, travolti da un Gubbio decisamente più in palla. Apre le marcature Ferri Marini al 14', in mischia, seguito da Candellone al 20' (assist di Ferretti). Al 35' il Bassano fallisce con Minesso il rigore del possibile 1-2 e da lì è un assolo degli umbri: al 37' Ferretti su punizione e al 47' Casiraghi dal dischetto siglano lo 0-4. Gubbio nuovamente in paradiso dopo due sconfitte, mentre la panchina di mister D'Angelo inizia a traballare seriamente

Mantova-Modena 1-0
Nella nebbia del Martelli fa festa il Mantova: i virgiliani piegano 1-0 il Modena, salgono a quota 15 in classifica e si avvicinano alla zona salvezza. Una vittoria importantissima, contro una diretta concorrente: la crisi dei canarini continua, mister Capuano incappa nel primo ko dopo due pareggi e, per il momento, deve rimandare l'appuntamento con i tre punti. E' un match molto equilibrato, che i padroni di casa sbloccano nella ripresa con un colpo di testa di Siniscalchi su punizione di Bandini: nel finale il Modena si butta in avanti alla ricerca del pareggio, ma sbatte sulle parate di Bonato. Mantova che ottiene il secondo successo di fila in casa.

Parma-Teramo 1-1
Finisce 1-1 il match tra Parma e Teramo: non la migliore partita stagionale dei crociati, che anzi subiscono l'organizzazione degli abruzzesi. Il ritorno di Zauli sulla panchina sembra aver giovato agli ospiti, che  al 16' vanno in vantaggio con Ilari. Il Parma non riesce a ingranare, ma un rigore riesce a portarli sull'1-1: a segno ancora Evacuo, al suo quinto gol stagionale. Poco da segnalare nel secondo tempo, con i padroni di casa che attaccano in maniera confusa e anzi rischiano di capitolare all'87', quando il portiere lettone Zommers respinge in angolo un gran diagonale del sempre pericoloso Ilari. Tegola in difesa per i crociati: Canini, ammonito, salterà il derby con la Reggiana per squalifica.

Sambenedettese-Ancona 0-1
L'Ancona fa festa in casa della Sambenedettese: vittoria dei dorici nel derby delle Marche, gli ospiti chiudono sullo 0-1 un incontro ricco di occasioni. I padroni di casa, favoriti dal pronostico, si rendono subito aggressivi con Sabatino al 21', mentre al 25' gli ospiti sciupano una bella occasione con Ndiaye. Al 39' Frediani porta l'Ancona in vantaggio, beffando Aridità sul secondo palo. La Samb non si arrende: in avvio di ripresa Sorrentino impegna Scuffia, col portiere anconetano che ci mette una pezza anche al 62', su punizione di Tortolano. Al 66', Sorrentino rischia di riaprire la partita su una distrazione della difesa ospite, ma l'Ancona si salva in corner, portando a casa 3 punti che sono una vera boccata d'aria per la classifica.

Maceratese-Santarcangelo 1-1
Termina 1-1 il match tra Maceratese e Santarcangelo: risultato che rispecchia l'equilibrio visto in campo ma che lascia le due squadre con qualche rimpianto. Il primo acuto dell'incontro è dei padroni di casa, che vanno a segno al 27' con una bella punizione di Quadri. Non si fa attendere la replica del Santarcangelo con Cori che al 31' su sviluppo di un corner insacca la rete dell'1-1. Proteste della Maceratese: per loro l'azione era viziata da un fallo di mano. Nella ripresa le due squadre riprendono a ritmi vivaci: per la Rata la carica la suona Turchetta con un'azione pericolosa al 34' ed è sempre il numero 10 a servire un'assist per Colombi al 62', che sciupa però malamente con un sinistro debole. I marchigiani non si arrendono e provano a portare a casa i 3 punti, ma il Santarcangelo non è avversario da tirare indietro la gamba (quattro gialli rimediati). Il pari fa comodo ai clementini, sempre lontani dalla zona playout.

Forlì-Reggiana 2-0
La Reggiana si schianta a Forlì: in terra romagnola i granata perdono per 2-0 con due azioni fotocopia ben eseguite dai galletti. Avvio shock per la Reggiana che già al 2' deve raccogliere in rete il pallone scagliato da Ponsat, con un Forlì che galvanizzato comincia ad attaccare con ancor più vigore. La Reggiana fa qualche blando tentativo, ma a tenere botta sono ancora i romagnoli che raddoppiano al 38' con Bardelloni, ben servito da Spinosa. Nella ripresa gli emiliani con l'ingresso in campo di Manconi si mostrano più vivi; la pressione dei granata si fa più forte quando il Forlì rimane in 10 per l'espulsione di Ponsat, reo di aver colpito con una manata Angiulli: ma le conclusioni non riescono mai a impensierire seriamente il portiere Turrin.

Padova-Sudtirol 2-0
Il Padova batte il Sudtirol per 2-0 senza grossi sforzi e con poche paure, se non nei minuti finali. In un primo tempo senza grandi emozioni e con pochi spunti a livello di gioco è il Padova a spuntarla: al 33' il brasiliano Emerson, al suo primo gol con la maglia dei biancoscudati, spedisce nell'angolino un sinistro vellutato, portando i veneti in vantaggio per 1-0. C'è ancora lo zampino del verdeoro nel raddoppio, con Emerson che batte il corner che consente ad Altinier di inzuccare il 2-0. E' quando la partita sembra essere messa in ghiaccio che il Sudtirol reagisce con un'occasione di Sparacello e un palo di Spagnoli: ma è solo un fuoco di paglia. Alla fine i tre punti vanno ai veneti che salgono al quarto posto con 32 punti; altoatesini bloccati a quota 18.

Lunedì 12 dicembre

Albinoleffe-Venezia 0-1
All'Atleti Azzurri d'Italia il Venezia stende l'Albinoleffe, con un successo di misura che riporta i lagunari in vetta a +1 sul Pordenone di Tedino, vincente domenica a Salò. I padroni di casa vendono cara la pelle con una prestazione garibaldina, resa vana dalla rete all'83' di Ferrari, abile nell'appoggiare in rete il cross di Galli deviato di testa da Moreo. I ragazzi di Inzaghi non convincono sul piano del gioco ma mostrano voglia e carattere, ottenendo una vittoria "sporca" su un campo difficile. I lombardi, invece, dopo l'ottimo pareggio ottenuto sul campo del Pordenone, restano bloccati a quota 25 punti, lasciando infranti sulla traversa di Agnello i propri sogni di gloria.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it