Lega Pro 2016-17, 17a giornata Girone B: risultati, marcatori e cronaca

2016-12-08 17:12:45
Lega Pro 2016-17, 17a giornata Girone B: risultati, marcatori e cronaca
Pubblicato il 8 dicembre 2016 alle 17:12:45
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Mercoledì 7 dicembre

Ancona-Padova 2-2
Finisce 2-2 tra Ancona e Padova. La prima frazione si conclude sul risultato di 1-1: ad andare in vantaggio sono i Dorici con Samb, che batte a porta libera approfittando di una uscita imperfetta di Bindi. Tuttavia non mancheranno le polemiche per il contatto aereo tra il senegalese e il portiere padovano. Poco dopo i veneti trovano il pari con un’azione innescata da un assist al bacio di Emerson per Neto che batte Scuffia in uscita. Nella ripresa la formazione di Brevi trova la rete del 2-1 con Favalli, ma si fa raggiungere all'83' da un eurogol di Momentè. Dunque, un punto per parte: i marchigiani vanno a 17 punti, mentre gli Euganei a 29.

Bassano Virtus-Forlì 2-2 
Il Bassano si complica la vita ma alla fine riesce ad evitare la sconfitta pareggiando 2-2. Contro il Forlì, i ragazzi di mister D’Angelo non riescono a tornare alla vittoria che manca ormai da un mese (negli ultimi quattro turni i veneti hanno raccolto la miseria di due punti): nella prima ripresa i giallorossi vanno sotto di due gol, puniti dalla doppietta di uno scatenato Tentoni. Nella ripresa, però, i padroni di casa entrano in campo con un altro spirito e, dopo diverse palle-gol, trovano la rete che accorcia le distanze con Maistrello. Passano solamente tre minuti e i bassanesi pareggiano i conti grazie a una conclusione perfetta di Laurenti. Allo scadere Pasini avrebbe la chance per il 3-2 ma Turrin è bravo a deviare in angolo.  Il Bassano resta in zona play-off con 28 punti, mentre gli ospiti salgono a 10. 

Lumezzane-Mantova 2-0
Finisce 2-0 tra Lumezzane e Mantova. La gara viene decisa nel corso della ripresa da una doppietta di Barbuti, che va a segno prima su rigore e poi di piede su assist di Speziale. La prima frazione di gioco si era conclusa sul risultato di 0-0, al termine di una prestazione scialba da parte di entrambe le compagini. Tegola in casa mantovana: nel primo tempo Graziani è stato costretto a sostituire l'infortunato Tripoli con Caidi. Con questo risultato il Lume sale a quota 17, mentre i Vigiliani restano fermi a 12 punti.

Modena-Fano 0-0
Finisce 0-0 lo scontro salvezza tra Modena e Fano. Nel primo tempo i padroni di casa giocano con intraprendenza, seppur non ci sono state significative occasioni da rete, anche perché gli ospiti si sono difesi bene. La ripresa si è giocata sulla falsariga della precedente, con i ragazzi di Cusatis che sono andati vicini al gol con Gucci mentre i gialloblù hanno impegnato Andrenacci con un tiro insidioso di Basso. Per Capuano è il secondo pari consecutivo: i canarini si portano a 13 punti in classifica, mentre i granata a 14.

Teramo-Maceratese 0-1
La Maceratese trova un successo importantissimo per 1-0 a Teramo. I Pistacoppi mettono in cassaforte il risultato al 9’ con Palmieri, bravo a sfruttare un assist di Turchetta e a infilare di testa Rossi. Nel primo tempo la formazione locale soffre terribilmente il dinamismo a centrocampo dei ragazzi di Giunti che nella ripresa, nonostante l’ingresso di Croce abbia rivitalizzato gli Aprutini, si sono ritrovati più volte a sfiorare il raddoppio. La Rata sale a 15 punti in classifica a un punto di distanza dai teramani.

Venezia-Gubbio 1-0
Il Venezia vince 1-0 al Penzo contro un Gubbio vivace, che nel corso del primo tempo ha sfiorato il vantaggio con Candelloni, fermato solo dalla traversa. Ad inizio ripresa i veneziani cercano in tutti i modi di portarsi in avanti e al 57’ Moreo sciupa una palla gol incredibile a tu per tu con Narciso. Ma il vantaggio veneto è nell’area e due minuti dopo Pederzoli sfrutta alla perfezione un penalty causato da un tocco di mano di Burzigotti A dieci minuti dalla fine i lagunari sfiorano il raddoppio con Marsura, che calcia sull’esterno della rete. Gli uomini di Inzaghi balzano momentaneamente in testa alla graduatoria con 35 punti in attesa di conoscere il risultato di Pordenone-Reggiana. Gli Eugubini, invece, restano fermi a 28.

Pordenone-Albinoleffe 0-0
Al Bottecchia termina 0-0 tra Pordenone e Albinoleffe. Un pareggio tutto sommato giusto: la squadra di Tedino ha fatto la partita seppur senza mai creare grandi chance da gol. Gli ospiti si sono affacciati varie volte nell’arco della ripresa, soprattutto con Giorgione e Matroianni. Il pareggio ferma la corsa dei Ramarri, che interrompono la striscia di cinque vittorie consecutive, perdendo anche il primato del girone: i neroverdi vanno a 34 punti (a un punto di distanza dal Venezia), mentre i seriani salgono a 25.

Santarcangelo-Sambenedettese 0-0
Termina 0-0 il match del Valentino Mazzola che vedeva opposte Santarcangelo e Sambenedettese.  E’ stato un match divertente, dal primo all’ultimo minuto: i Clementini hanno prodotto di più dal punto di vista offensivo e nel corso della ripresa hanno anche fallito un calcio di rigore, con Aridità bravo ad ipnotizzare Dalla Bona. Un punto guadagnato per la Samb, che si è resa pericolosa in pochissime occasioni. I padroni di casa salgono a 20 punti, dieci in meno degli ospiti.

Giovedì 8 dicembre

Sudtirol-Parma 0-1
La prima di Roberto D'Aversa è da incorniciare: il neoallenatore del Parma comincia infatti la sua avventura con una preziosa vittoria in casa del Sudtirol, al Druso i ducali si impongono 1-0 grazie ad una fiammata di Nocciolini nella ripresa (conclusione perfetta su invito di Scavone). Il Parma non è ancora guarito del tutto, ma in Alto Adige fa il pieno di fiducia: poche squadre riescono infatti ad espugnare l'impianto bolzanino, sullo 0-0 il Sudtirol ha delle chances interessanti ma alla fine deve arrendersi. Parma che torna a vincere dopo un mese turbolento: ora gli emiliani hanno sei lunghezze di ritardo dalla capolista Venezia, mentre il Sudtirol si avvicina alla zona playout.

Mercoledì 14 dicembre

ore 20.30: Reggiana-FeralpiSalò

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it