Lega Pro 2016-17, 16a giornata Girone C: risultati, marcatori e cronaca

2016-12-03 22:51:00
Lega Pro 2016-17, 16a giornata Girone C: risultati, marcatori e cronaca
Pubblicato il 3 dicembre 2016 alle 22:51:00
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

GIRONE C

Sabato 3 dicembre

Casertana-Akragas 0-1
Dopo una lunga serie positiva, la Casertana cade in casa contro un'Akragas in piena crisi societaria e di risultati. I siciliani sbloccano il match all'80' con Salvemini, il migliore in campo, abile ad approfittare di un'ingenuità clamorosa della difesa rossoblù. I campani esercitano una lunga pressione nel corso della gara, sfiorando il vantaggio con Orlando e Lorenzini: i falchetti restano a 19 punti in classifica con due lunghezze di vantaggio rispetto ai biancoazzurri. La formazione agrigentina non trovava i tre punti dal 25 settembre

Juve Stabia-Virtus Francavilla 1-0
Match divertente tra Juve Stabia e Virtus Francavilla: la gara viene decisa nel secondo tempo da una rete di Mastalli. I gialloblù capitalizzano in questo modo il possesso palla e le varie occasioni create nel corso della partita. Sugli scudi il portiere ospite Casadei, che mantiene il risultato inalterato fino al 79': l'estremo difensore della Virtus neutralizza un penalty calciato da Ripa nel primo tempo. Le Vespe si riscattano così dalla sconfitta subita contro il Lecce: la formazione napoletana sale a 32 punti nel girone, mentre i biancazzurri restano fermi a 22.

Melfi-Messina 3-0
Passeggiata del Melfi, che tra le mura amiche rifila un pesante 3-0 al Messina, che ha terminato la contesa in nove uomini. Gli uomini di Bitetto firmano il primo gol al 22': lancio di Grea a pescare in area Foggia che tutto solo trafigge in uscita Russo. Il Messina prova a reagire sul finale di primo tempo, ma il tiro-cross di Foresta non viene raccolto dai compagni. I padroni di casa cambiano marcia nella ripresa e al 54' Foggia firma la doppietta che vale il 2-0. Al 72' i siciliani restano in dieci uomini per l'espulsione di Maccarone e sei minuti più tardi vengono puniti da Grea, che conclude a rete al termine di un magico uno-due con Cittadino. All'88' c'è da registrare anche l'espulsione di Akropovic. I lucani salgono a 17 punti, mentre i ragazzi di Lucarelli restano a 15 punti.

Monopoli-Taranto 1-0
Il Monopoli torna a vincere e lo fa nel modo più incredibile: il Gabbiano, reduce da tre sconfitte consecutive, ha ragione di un Taranto poco concreto e torna così a muovere la classifica. 1-0 il punteggio finale al Veneziani: eppure sono proprio gli ospiti a costruire le occasioni più importanti, al 21' viene annullato un gol a Nigro mentre al 49' Magnaghi colpisce con il sinistro un palo clamoroso. Sembra tutto a favore del Taranto, poi al 78' i padroni di casa rimangono con un uomo in meno a causa dell'espulsione di Ricucci (rosso diretto): invece, a tre minuti dla novantesimo, Montini addomestica un buon pallone e gonfia la rete avversaria. Taranto sempre più giù: la vittoria, ormai, manca da oltre due mesi.

Siracusa-Catanzaro 1-0
Il Siracusa supera 1-0 il Catanzaro. Nel primo tempo ha regnato l'equilibrio fino al gol del vantaggio dei siciliani: al 33', infatti, una magnifica esecuzione di Valente su calcio di punizione non dà scampo al malcapitato Leone. Da lì in avanti il match è stato tutto in discesa per i ragazzi di Sottil, che nel corso della ripresa sfiorano il raddoppio in due occasioni: prima con Cassini e poi con Scardina. I calabresi, apparsi nervosi nella ripresa, hanno concluso la partita in nove uomini in seguito alle espulsioni di Prestia e Patti. I calabresi restano all'ultimo posto con 10 punti, mentre i siracusani salgono a 20 punti

Unicusano Fondi-Fidelis Andria 1-2
La Fidelis Andria espugna il Purificato e batte il l'Unicusano Fondi in rimonta per 2-1. I rossoblù passano in vantaggio al 4' con Fissore che sfrutta un cross di Squillace per battere di testa l'incolpevole Poluzzi. Grande protagonista del primo tempo è il portiere Baiocco, che evita il pari in diverse occasioni. La rimonta dei pugliesi si concretizza nella ripresa: al minuto 54 D'Angelo trattiene Cruz in area; per l'arbitro è rigore e doppia ammonizione. Dal dischetto si presenta Cianci, che spiazza Baiocco e firma la rete dell'1-1. A quel punto è un monologo degli ospiti che trovano la rete del sorpasso all'86' con Valotti, bravo a sfruttare una ingenuità della retroguardia locale. La squadra di Favarin mette la freccia e sorpassa in classifica di un punto l'Unicusano, che si arresta a quota 21.

Vibonese-Paganese 0-0
Più che una gara di calcio, una partita a scacchi: Vibonese e Paganese chiudono sullo 0-0 e portano a casa un punto che, tutto sommato, migliora entrambe le classifiche. I calabresi, infatti, agganciano il Messina a quota 15 mentre gli azzurrostellati (una sconfitta negli ultimi cinque turni) tengono a distanza la zona retrocessione. Non sono moltissime le palle gol: padroni di casa vicini al vantaggio dopo quasi venti minuti con una conclusione di Leonetti, poi ci prova Favasuli nella ripresa mentre la Paganese, trascinata dalle fiammate di un incontenibile Reginaldo, sfiora il gol dell'1-0 nel finale con Herrera. Uno 0-0 più che giusto.

Cosenza-Catania 1-2
Il Catania batte il Cosenza al San Vito-Gigi Marulla e trova un po' di serenità dopo le ultime vicende che hanno sconvolto la società (e le polemiche che hanno investito l'allenatore Pino Rigoli, dichiarato intoccabile dall'ad Pietro Lo Monaco). I Lupi partono a spron battuto e al 19' trovano la rete del vantaggio con Baclet, che anticipa tutti su una respinta del formidabile Pisseri. Dopo un'occasione capitata per parte, i siciliani riescono a pareggiare i conti con Anastasi, che di testa infila Perina. La ripresa è più equilibrata, ma vede la formazione etnea più convinta rispetto alla prima frazione di gara. Il gol del 2-1 catanese arriva al 79' con Mazzarani che, servito da Anastasi, beffa l'uscita di Perina. I rossoazzurri salgono a quota 21 punti, a sole due lunghezze dai silani.

Reggina-Foggia 1-1
Giocare al Granillo non porta bene alla Reggina se l’avversario veste rossonero. Il tabù viene confermato anche questa volta e la squadra di Zeman impatta sull’1-1 contro il Foggia. I Satanelli, decimati dalle assenze di Padovan, Loiacono e Gerbo, riescono ad andarein vantaggio al 19’ con Sicurella, che mette la palla in rete su suggerimento di Agnelli. Sul finire di ripresa, inaspettato, arriva il pari amaranto su una sfortunata autorete di Angelo. Nella ripresa i foggiani si rendono pericolosi con Angelo ma soprattutto con Chiricò, il cui tiro si stampa sulla traversa. Pugliesi a 31 punti in classifica, 14 per i padroni di casa.

Lecce-Matera 0-3
Il Matera espugna il Via del Mare: i biancazzurri hanno vinto3-0 contro il Lecce, una squadra che finora aveva incassato una sola sconfitta in campionato. I ragazzi di Auteri, che negli ultimi tempi hanno faticato per trovare la via del gol, infilano tre reti ai salentini: al 19’ è il leccese Negro a sbloccare le marcature. Il raddoppio arriva con Armelino allo scadere della prima ripresa. Nel secondo tempo i lucani trovano il gol del 3-0 grazie a un eurogol di Strambelli, che manda la palla sotto il sette. Al 90’ gli ospiti possono dilagare con Louzada, ma il brasiliano colpisce la traversa. Con questa vittoria la formazione ospite sale a quota 29 punti, a sole tre lunghezze dai giallorossi.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it