Lega Pro 2016-17, 15a giornata Girone B: risultati, marcatori e cronaca

2016-11-28 23:00:26
Lega Pro 2016-17, 15a giornata Girone B: risultati, marcatori e cronaca
Pubblicato il 28 novembre 2016 alle 23:00:26
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

 

 

GIRONE B

Sabato 26 novembre

Bassano Virtus-FeralpiSalò 1-2
Seconda sconfitta consecutiva per il Bassano, battuto 2-1 in rimonta dalla FeralpiSalò. La squadra di D'Angelo si porta in vantaggio al 13' con Crialese, lesto ad approfittare di una corta respinta della difesa avversaria. Il pari dei Leoni del Garda arriva al 21' con Gerardi, che sfrutta un cross rasoterra di Maracchi e di piattone batte l'incolpevole Bastianoni. La partita prende una svolta al 66', con i granata in dieci uomini a causa del doppio giallo sventolato a Falzerano. Il sorpasso dei ragazzi di Asta arriva all'81' con Ranellucci, che di testa infila la palla in rete. I giallorossi restano a quota 26 punti, mentre gli ospiti salgono a 24.

Sambenedettese-Albinoleffe 1-1
Finisce 1-1 al Riviera delle Palme tra Sambenedettese e Albinoleffe. La Samb passa in vantaggio al 25' con Sorrentino, favorito da un rimpallo dopo la respinta di Nordi. Il pari bergamasco arriva nella ripresa, al minuto 49: Mastroianni ruba palla a centrocampo innescando l'azione di Agnello che serve di prima intenzione Anastasio che batte Aridità. Al 67' i padroni di casa hanno l'occasione per tornare in vantaggio, ma Mancuso manda alto sopra la traversa. La Samb sale a 28 punti, gli orobici a 21.

Santarcangelo-Modena 2-0
Il Santarcangelo batte un Modena sempre più in crisi. La vittoria dei clementini è stata netta e meritata. Dopo un primo tempo terminato senza grosse emozioni, è nella ripresa che i padroni di casa sigillano la vittoria. Al 60' è Manferedini a deviare in corner una spettacolare conclusione dalla distanza di Rossi. Al 64', i canarini restano in dieci uomini per l'espulsione di Cossentino. Passano solo due minuti e la squadra di Marcolini passa in vantaggio con Dalla Bona, autore di una splendida punizione. A chiudere definitivamente i giochi ci pensa Danza, al 95', concludendo a rete un contropiede magistrale. Il Santarcangelo sale a 19, mentre gli ospiti restano fermi a 11 punti.

Sudtirol-Lumezzane 0-0
Finisce a reti bianche il match tra Sudtirol e Lumezzane. Al 7' i rossoblù hanno una buona occasione con Calamai, il cui tiro dalal distanza termina alto di poco. I tirolesi rispondono con Cia, che manda in tilt la difesa bresciana in due occasioni prima della conclusione della prima frazione di gara. La ripresa non vive di grandi emozioni, ad eccezione delle due occasioni capitata a Speziale all'80' e all'84', ma in entrambe le circostanze il suo colpo di testa non ha trovato fortuna. I padroni di casa salgono a 15 punti, gli ospiti a 14.

Ancona-Parma 2-1
Incomincia nel peggiore dei modi l'avventura di Stefano Morrone sulla panchina del Parma. Contro l'Ancona, la società ducale aveva chiesto una reazione importante della squadra, e invece, i gialloblù portano a casa un'altra sconfitta, seppur maturata con dinamiche diverse rispetto al poker subito dal Padova. I dorici passano in vantaggio al 6' con Daffara, ma si fanno raggiungere quattro minuti più tardi da Nocciolini. Poco più tardi ci prova Calaiò, ma Scuffia respinge il tiro del bomber siciliano. La partita viene decisa al 67' da Frediani, freddo nel battere Zommers con un destro chirurgico. I dorici salgono a 15 punti, i crociati restano fermi a 25,

Mantova-Gubbio 3-0
Il Gubbio vince 3-0 sul campo del Mantova, al termine di una partita giocata a senso unico. Gli egubini trovano la via del gol al 3' con un siluro dai 20 metri Valagussa, e al 27' con Candellone, che firma il suo secondo sigillo stagionale con un piattone destro. Sul finale di primo tempo, i lombardi provano a rialzare la testa con Caridi e Marchi, che scaldano i guantoni a un Narciso sempre attento. Al 92', con il Mantova in dieci uomini, gli ospiti fanno calare il sipario sulla partita con un magico pallonetto di Ferretti. La formazione di Magi nel corso della ripresa aveva sbagliato anche un penalty. I rossoblù salgono a 28 punti, mentre i virgiliani restano all'ultimo posto con 9 punti.

Pordenone-Fano 2-1
Al Bottecchia, il Pordenone supera il Fano 2-1 e continua a volare in classifica. I ramarri partono subito forte, e al 2' passano in vantaggio con Ingegneri. Gli ospiti non si arrendono e venti minuti più tardi ristabiliscono la parità con Masini, bravo a battere sul secondo palo Tomei con il piattone destro. I padroni di casa fanno valere la loro forza e al 25' trovano il raddoppio con Berrettoni, che fulmina Andrenacci dopo una giocata di Cattaneo. Nella ripresa il risultato non cambia e i neroverdi possono festeggiare il primo posto momentaneo con 30 punti (in attesa del match del Venezia), mentre gli ospiti restano a quota 13.

Maceratese-Forlì 1-1
Finsice 1-1 all'Helvia Recina tra Maceratese e Forlì, ma le emozioni non sono mancate. Nel primo tempo il dominio è della Rata, che si presenta dalle parti di Turrin prima con Colombi e poi con Ventola, che esplode un siluro dai 30 minuto col pallone che termina alto tra gli applausi scroscianti del pubblico presente sugli spalti. Il vantaggio maceratese arriva nel secondo tempo, al minuto 54, grazie a una giocata di uno scatenato Ventola che prima mette a sedere Cammarotto e dopo con l'interno destro infila Turrin. Sembra fatta per i padroni di casa quando al  75' arriva la doccia fredda con Ponsat che, servito da Conson, insacca in rete. I ragazzi di Giunti salgono a 12 punti, mentre i galletti a 9.

Reggiana-Teramo 1-0
La Reggiana batte in casa il Teramo 1-0. Nel primo tempo il match stenta a decollare e per trovare la prima emozione bisogna attendere il 17', con il tiro di Petrella deviato in angolo. Al 36' arriva l'eurogol di Mogos che decide la partita: il difensore granata parte palla al piede da quasi metà campo e batte Calore calciando in prossimità della linea di fondo. Nel secondo tempo succede poco o nulla fino ai minuti finali: al 75' Ilari non riesce a incornare a rete mentre allo scadere è D'Orazio far tremare i padroni di casa. Con questo successo i granata si portano a 30 punti, mentre la formazione di Nofri.

Lunedì 28 novembre

Venezia-Padova 1-3
Colpo esterno del Padova che vince in Laguna allo stadio Penzo per 3-1 nel derby col Venezia nel posticipo della 15esima giornata del girone B di Lega Pro. Gara tambureggiante con la squadra di Pippo Inzaghi che passa al 25' per l'autogol De Risio e poco dopo, al 28', i ragazzi di Brevi impattano con la punizione di Dettori deviata in barriera da Modolo. Prima dell'intervallo il Padova conquista un rigore per fallo id mano in area di Soligo e Russo trasforma per il 2-1. Nella ripresa il Venezia è pericoloso e colpisce un palo clamoroso con Soligo, poi all'87' resta in dieci per il rosso diretto a Ferrari. Subito dopo all'89' il Padova chiude i conti col tris di Neto Pererira. I lagunari chiudono in nove per l'espulsione di Garofalo, più il rosso al secondo portiere Vicario (in panchina) per proteste. Il Venezia incassa la seconda sconfitta stagionale e resta fermo a 29 punti, a -1 dalle capolista Reggiana e Pordenone; il Padova centra il terzo successo consecutivo e sale al terzo posto a 28 punti con Gubbio e Sambenedettese.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it