Lega Pro 2016-17, 13a giornata Girone A: risultati, marcatori e cronaca

2016-11-13 21:00:07
Lega Pro 2016-17, 13a giornata Girone A: risultati, marcatori e cronaca
Pubblicato il 13 novembre 2016 alle 21:00:07
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Sabato 12 novembre

Lupa Roma-Livorno 1-2
Esordio con sconfitta per la "nuova" Lupa Roma di David Di Michele: la formazione laziale cade 2-1 in casa contro il Livorno. Altro successo per gli amaranto, dopo la vittoria a valanga contro il Prato: ora i punti in classifica sono 22, mentre la Lupa resta ferma a quota 10. Primo tempo di studio, equilibrato, mentre nella ripresa è la rete di Cellini a spaccare l'incontro (62'). Una manciata di minuti dopo di nuovo Cellini firma il raddoppio sul calcio di rigore: sembra mettersi tutto al meglio per il Livorno. Ma c'è un ma, e si chiama Dell'Agnello: entrato all'85', si fa cacciare per un fallo di frustrazione dopo soli tre minuti, lasciando i labronici in dieci. La Lupa accorcia solo al 94' con Palomeque: è troppo tardi per sognare un pareggio clamoroso.

Domenica 13 novembre
 
Cremonese-Robur Siena 1-0
Vittoria importantissima per la Cremonese. I ragazzi di Braglia centrano il sesto successo consecutivo portandosi a solo una lunghezza dall'Alessandria, nonostante una prestazione tutt'altro che effervescente. I grigiorossi hanno faticato a creare gioco contro una Robur Siena passiva ma ben disposta in campo da Colella, con un 3-5-2 molto abbottonato volto a coprire tutti gli spazzi nella propria metà campo. A risolverla è stato un episodio: il calcio di rigore di Brighenti, lucido nell'insaccare una rete dal peso specifico enorme. La Robur Siena può recriminare solo con se stessa: l'atteggiamento rinunciatario visto allo Zini ha messo in mostra le carenze di una squadra non ancora in grado di giocarsela alla pari con le grandi. E la classifica continua a piangere...

Giana-Alessandria 1-1
Altro stop per l'Alessandria. La capolista sul campo della Giana Erminio non va oltre il pari e comincia a sentire il fiato sul collo della Cremonese, distante ormai solo un punto. Il grande demerito dei grigi è stato quello di non finalizzare le tantissime occasioni create nell'arco di tutta la partita, dove, inoltre, sia un Viotti in ottima giornata che una buona dose di sfortuna non hanno certamente contribuito. Punto d'oro per i padroni di casa, bravissimi nel pareggiare con Bonalumi l'iniziale vantaggio di Gonzalez e nel rimanere a galla nei momenti più complicati del match.

Pro Piacenza-Racing Roma 3-0
Prestazione d'antologia per il Pro Piacenza che trafigge con un netto 3-0 la Racing Roma, allontanandosi dalle zone calde della classifica. I gol di Pesenti, Rossini e Bazzoffia incorniciano una partita praticamente perfetta, condotta senza alcuna difficoltà dai ragazzi di Pea. Pesante battuta d'arresto per la Racing Roma: i ragazzi di Giannicchedda portano a sette il numero di partite consecutive senza vittorie e anche la panchina di Giannichedda comincia a traballare.

Viterbese-Olbia 0-3
Grande sorpresa al Rocchi di Viterbo: l'Olbia centra il suo primo successo stagionale in trasferta superando 3-0 i padroni di casa della Viterbese. Dopo un primo tempo soporifero, nella seconda frazione i sardi sterzano l'andamento della partita alzando i ritmi di gioco e portando in rete Piredda, Ragatzu e Capello. La Viterbese continua il proprio periodo di netta flessione: adesso sono cinque le partite consecutive senza vittorie. La prestazione di oggi è l'immagine di una squadra che sta lentamente perdendo il tocco magico di inizio campionato.

Arezzo-Piacenza 1-0
Continua a navigare a vele spiegate l'Arezzo. Gli amaranto stendono 1-0 il Piacenza, nello scontro diretto tra le due sorprese di questo inizio di campionato, grazie alle rete al 6' di Solini. Partita dai due volti al Città di Arezzo: il primo tempo viene caratterizzato da un'altissima intensità di gioco, soprattutto tra le fila amaranto, e da diverse occasioni da rete. Nella ripresa i ritmi vanno scemando con il Piacenza che si affaccia timidamente dalle parti di Benassi senza impensierirlo praticamente mai. Prosegue l'impressionante ruolino di marcia dei toscani tra le mure amiche: sei vittorie in sette partite al Città di Arezzo. Niente è perduto invece per il Piacenza che, nonostante il ko finale, resta nelle zona confortevoli della classifica.

Carrarese-Como 3-1
La Carrarese dopo la sconfitta di Siena torna subito al successo. I marmiferi stendono 3-1 il Como al termine di una prestazione sontuosa che li rilancia a -1 dalla zona playoff. Succede tutto nel secondo tempo: Floriano, Del Nero e Bastoni mettono il timbro sulla partita, mettendo in ombra la rete su rigore di Pessina, inutile ai fini del risultato. Ottimo risultato dunque per i padroni di casa che avevano visto al Franchi interrotta la propria striscia di risultati utili consecutivi. Pesante ko invece per Gallo e i suoi ragazzi, che ormai non vincono da quattro partite: i lombardi adesso si ritrovano al 7° posto appaiati al Renate.

Lucchese-Renate 1-1
Pari e patta al Porta Elisa. Lucchese e Renate si spartiscono il bottino in palio consolidando una classifica positiva per entrambe. All'iniziale vantaggio del solito Marzeglia ha risposto Merlonghi con una splendida punizione che ha bloccato il risultato sull'1-1. Dopo primo tempo più movimentato, la seconda frazione si è rivelata più statica e bloccata, come se le due squadre si accontentassero del pareggio. I toscani salgono a quota 18 punti assestandosi al decimo posto, i lombardi si portano al settimo posto con 19 punti all'attivo.

Prato-Pontedera 0-1
Successo a dir poco fondamentale per il Pontedera. I granata sbancano il Lungobisenzio di Prato grazie alla rete nel finale di partita di Santini e si portano a +5 sui corregionali biancoazzurri. Sino alla rete degli ospiti a vincere è stata la paura: squadre abbottonate, pochissime idee e gioco costantemente spezzettato. Esordio negativo per Monaco sulla panchina dei lanieri: per salvare la compagine toscana dovrà assolutamente animare una squadra al momento senza identità. Indiani ottiene invece il suo secondo successo stagionale, accorciando sensibilmente la classifica e ridando morale all'ambiente.

Tuttocuoio-Pistoiese 0-1
Obiettivo raggiunto: tre punti e aggancio al Tuttocuoio. La Pistoiese al termine della partita del Mannucci può festeggiare grazie alla rete pazzesca di Colombo che porta gli arancioni momentaneamente fuori dalla zona playout. Il pareggio forse sarebbe stato il risultato più giusto, ma in partite chiuse come questa è spesso la giocata di un singolo a spostare gli equilibri in campo. Continua il periodo no dei neroverdi che hanno vinto solo una partita in campionato nelle ultime nove; vittoria fondamentale invece per gli uomini di Remondina che si tirano fuori dalla crisi ottenendo un successo che mancava da un mese e mezzo.
Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it