Lega Pro 2016-17, 11a giornata Girone C: risultati, marcatori e cronaca

2016-10-31 23:04:00
Lega Pro 2016-17, 11a giornata Girone C: risultati, marcatori e cronaca
Pubblicato il 31 ottobre 2016 alle 23:04:00
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Domenica 30 ottobre

Siracusa-Fidelis Andria 1-1
Allo stadio De Simone si chiude 1-1 Siracusa-Fidelis Andria, anticipo dell'undicesima giornata del Girone C di Lega Pro. Succede tutto nel primo tempo con Catania che sblocca l'incontro dal dischetto dopo essersi guadagnato il rigore. Per i pugliesi risponde Onescu con un preciso colpo di testa. La ripresa, più nervosa che ricca di spunti tattici, regala pochissime emozioni da una parte e dall'altra. Con questo pareggio il Siracusa resta in zona pericolosa della classifica a con 8 punti mentre la Fidelis Andria si porta a quota 13.
 
Il Catania prosegue la sua risalita: gli etnei centrano il quinto risultato utile consecutivo (con 3 successi) battendo in rimonta 2-1 la Paganese. Ora la formazione rossazzurra si trova a quota 11 in classifica. La Paganese infila la terza sconfitta di fila e resta ferma a 10 punti. Match equilibrato nella prima frazione, ma succede tutto nella ripresa: gli ospiti spaccano il match con Reginaldo al 64', ma il pareggio del Catania arriva solo tre minuti dopo con Paolucci. A poco più di cinque minuti dal novantesimo arriva la rete che decide l'incontro: bella girata di capitan Biagianti per il 2-1 finale.

Melfi-Virtus Francavilla 0-1
Quinta sconfitta stagionale per il Melfi: la squadra di Bitetto cade anche contro la Virtus Francavilla ed è sempre più ultima in classifica, con soli 6 punti. All'Arturo Valerio finisce 1-0 per gli ospiti, che strappano i tre punti grazie alla rete di Abate al 75'. Il tutto nonostante una prestazione non certo indimenticabile, ma intanto arriva la seconda vittoria di fila dopo quella di settimana scorsa contro la Vibonese: la Virtus sale a 14 punti in 11 giornate ed è ottava in classifica.

Monopoli-Catanzaro 2-2
Il Catanzaro riacciuffa in extremis il Monopoli: partita emozionante che però alla fine consegna un punto a ciascuno. I Gabbiani proseguono il loro campionato d'alta quota portandosi a 18 punti, mentre i giallorossi salgono a 9 punti, rimanendo invischiati nella zona playout. Gara che si sblocca con il vantaggio degli ospiti dopo una manciata di secondi (Sarao), quindi al 9' è di nuovo parità grazie a Montini. Nella ripresa il Catanzaro coglie il palo, il Monopoli segna con D'Auria, quindi a due minuti dal novantesimo arriva il definitivo 2-2 di Basrak.

Taranto-Messina 1-1
Finisce 1-1 allo stadio Iacovone la sfida tra Taranto e Messina. Un punto che serve poco a entrambe le squadre che non riescono ad allontanarsi dalla zona playout. Per i pugliesi si tratta del secondo pari di fila: la squadra di Prosperi non vince dallo scorso 18 settembre. Frenano i siciliani che erano reduci da due vittorie di fila tra campionato e Coppa Italia. Le reti: al 32' il Messina passa in vantaggio con Pozzebon, il Taranto pareggia al 60' con Nigro.

Vibonese-Reggina 1-0
La Vibonese sconfigge 1-0 la Reggina al Razza e trova la seconda, importantissima, vittoria stagionale. Agli uomini di Costantino basta un calcio di rigore di Saraniti per stendere gli amaranto nel derby calabrese: una grande soddisfazione per i padroni di casa, che soffrono parecchio la pressione della squadra di Zeman ma alla fine possono gioire. Le velleità ospiti si schiantano contro il palo colpito da Coralli in chiusura del primo tempo, nella ripresa i locali reggono. Vibonese a 9 punti, la Reggina resta a metà classifica con 11 ma deve iniziare a guardarsi le spalle.

Juve Stabia-Cosenza 2-0
La Juve Stabia batte 2-0 il Cosenza al Menti e conquista tre punti pesantissimi che le consentono di continuare a cullare il sogno promozione. Le Vespe allenate da Fontana costruiscono la loro terza vittoria di fila con un gol per tempo: apre le marcature Ripa al 26' su calcio di rigore, la chiude Sandomenico in pieno recupero. Mini-crisi per i calabresi di Roselli che chiudono la doppia trasferta di Andria e Castellammare di Stabia con due sconfitte, entrambe per 2-0. Ora la vetta della classifica è decisamente più lontana.

Casertana-Fondi 1-1
La Casertana non riesce proprio ad innestare la marcia giusta: al Pinto i Falchetti si fanno raggiungere nel finale da un coriaceo Unicusano Fondi, bravo a riportare la gara sull'1-1 che poi sarà definitivo. La vittoria per rossoblu manca ormai da fine settembre: i punti in classifica sono 13, mentre quelli del Fondi diventano 15. Sono i padroni di casa a sbloccare il match poco dopo la mezz'ora, con una bella azione finalizzata da Carlini. Al 72' arriva il pareggio: Albadoro fa gioire l'Unicusano e il risultato non cambierà più.
 
Matera-Akragas 3-1
Il Matera non si ferma più: i ragazzi di Auteri superano 3-1 l'Akragas, centrano il terzo successo consecutivo e volano a quota 24 in classifica. I Giganti rimandano nuovamente l'appuntamento con la vittoria, che ormai manca da ben cinque giornate. Pronti, via ed è già Matera-gol: Negro spacca il match su calcio di rigore. A fine primo tempo arriva anche il raddoppio grazie ad un'azione personale di Strambelli. Nella ripresa la formazione siciliana ha il merito di riaprire la gara con Gomez, ma in pieno recupero l'autorete di Cazè scrive la parola fine sull'incontro.
 
Lunedì 31 ottobre
 
Una bella partita, avvincente, ricca di occasioni ma senza gol: Lecce-Foggia va in archivio con il punteggio di 0-0. Il superderby pugliese lascia un pizzico di amaro in bocca ad entrambe le squadre ai 17mila tifosi presenti al Via del Mare: a ridere invece è la Juve Stabia, che chiude l'undicesima giornata al comando, a +1 sulle due corrazzate e sul Matera. Un legno per parte: nel primo tempo è Rubin a scuotere la travera, nella ripresa è invece Mancosu a centrare il palo. Prima e dopo tante occasioni ma il gol non arriva.
Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it