Lega Pro 2016-17, 11a giornata Girone B: risultati, marcatori e cronaca

2016-10-31 23:02:39
Lega Pro 2016-17, 11a giornata Girone B: risultati, marcatori e cronaca
Pubblicato il 31 ottobre 2016 alle 23:02:39
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Sabato 29 ottobre

Sambenedettese-FeralpiSalò 1-0

Tre punti importantissimi per la Sambenedettese, che contro la FeralpiSalò ritrova il successo dopo due giornate di bottino magro. I marchigiani, con questa vittoria, non perdono contatto con il duo di vertice Venezia-Bassano e mister Palladini può respirare: è un match poco spettacolare al Riviera delle Palme, nel primo tempo non succede nulla di significativo ma al 65' i rossoblu passano in vantaggio grazie a un rigore di Mancuso (concesso per fallo di Ranellucci su Sabatino). Salodiani ko dopo due pareggi.

Forlì-Santarcangelo 1-1
Niente da fare per il Forlì, costretto nuovamente a rimandare l'appuntamento con la prima vittoria stagionale: il derby romagnolo contro il Santarcangelo termina 1-1, punteggio giusto anche se i locali masticano amaro. Al 35' i padroni di casa rimangono in dieci uomini a causa dell'espulsione di Cammaroto (doppio giallo): nonostante ciò Sereni, ad inizio ripresa, firma l'1-0 direttamente su punizione (conclusione deviata dalla barriera). Ma il Santarcangelo, già vicino al gol nel primo tempo, non molla e recupera al 77' con un gioiello di Cori (stop di petto e conclusione al volo vincente).

Maceratese-Lumezzane RINVIATA

Mantova-Reggiana 2-3

Gol a profusione tra Mantova e Reggiana, la spuntano gli emiliani con un sofferto 3-2 ma i padroni di casa incappano in un ko immeritato (il quarto consecutivo, ora la classifica è tremenda). Con questi tre punti, invece, i granata agganciano la Sambenedettese e si portano ad un solo punto dalla vetta: quello del Martelli è un gran bel match, gli ospiti passano in vantaggio con Nolè ma il Mantova pareggia prima dell'intervallo con Caridi. Nella ripresa i virgiliani insistono, ma nel loro momento migliore la Reggiana firma il 2-1 con Bovo e poi triplica con Rozzio: Mantova al tappeto, al 95' Marchi segna una rete inutile.

Pordenone-Ancona 0-0
Risultato inatteso allo stadio Bottecchia, il Pordenone non esce dalla crisi e ottiene contro l'Ancona uno 0-0 parecchio deludente. Nelle ultime quattro giornate i ramarri hanno portato a casa due pareggi e altrettante sconfitte: nonostante ciò la distanza dalla vetta è di sole quattro lunghezze. Punto d'oro per l'Ancona, in ottica salvezza: nel primo tempo i dorici sfiorano il gol un paio di volte con Momentè e Frediani, ma nella ripresa i friulani attaccano a testa bassa e solo un monumentale Scuffia nega la gioia del gol a Pietribiasi, Arma e Cattaneo.

Venezia-Bassano Virtus 1-1
Finisce 1-1 la supersfida del girone B tra Venezia e Bassano Virtus, le due capoliste: questo risultato accorcia ulteriormente una classifica già entusiasmante, le vittorie di Reggiana e Sambenedettese disegnano un quadro pazzesco (quattro squadre racchiuse in un punto). Fin dalle prime battute c'è pathos, poi al 20' i padroni di casa sbloccano il punteggio con un calcio di punizione di Pederzoli: il Bassano reagisce e sfiora il pareggio più volte, poi al 56' Pasini (gol dell'ex) ribadisce in rete una conclusione di Falzerano che aveva colpito il palo. Girandola di cambi e di ammonizioni, lo score non cambia più.

Fano-Parma 0-1
Di riffa o di raffa, il Parma vince un'altra gara fondamentale: i ducali espugnano Fano 1-0 grazie ad un colpo di testa di Calaiò a quattro minuti dalla fine, centrano la terza affermazione consecutiva ma soprattutto si portano ad una sola lunghezza dal duo di vertice Venezia-Bassano Virtus. In terra marchigiana l'undici ospite fa fatica, il Fano sfiora il vantaggio con Gualdi e Masini ma Zommers è sempre sul pezzo: mister Apolloni invita i suoi a crederci fino in fondo e ha ragione, su cross di Corapi l'attaccante mette un timbro fondamentale.

Padova-Modena 1-0
Terza vittoria di fila, i tifosi del Padova iniziano a prenderci gusto: la squadra di Brevi regola anche il Modena (1-0 il punteggio) e si porta a sole tre lunghezze dalla vetta. Successo meritato per i patavini, che nel primo tempo si vedono negare il gol da un super Manfredini: l'estremo difensore dei canarini, tuttavia, non può fare nulla al 33' sulla conclusione di Alfageme. Nel secondo tempo il Modena ci mette più aggressività e sciupa una buona chance con Bajner, ma quando Basso si fa espellere gli emiliani non hanno più modo di insidiare gli avversari.

Gubbio-Teramo 1-5
Il Gubbio perde e sciupa l'occasione di agganciare in testa il duo Bassano Virtus-Venezia, ma quel che succede allo stadio Barbetti è assolutamente fuori da ogni logica: perché il Teramo conquista i tre punti e questa è già una notizia (aprutini di nuovo vittoriosi dopo un mese di bocconi amari), ma il 5-1 finale è un risultato che lascia a bocca aperta. I padroni di casa cominciano benissimo e già all'11' sono in vantaggio grazie ad un rigore di Casiraghi: sembra tutto facile per gli eugubini, invece gli ospiti salgono di tono e nella ripresa, tra il 72' e il 75', segnano addirittura tre gol (Petrella e doppietta di Jefferson). L'undici di casa crolla e nel finale gli aprutini dilagano con la doppietta di Sansovini: gara pazza, senza alcun dubbio.
 
Lunedì 31 ottobre
Bastano quattro minuti all'AlbinoLeffe per stendere il SudTirol: i seriani superano 2-0 gli altoatesini, issandosi a quota 16 in classifica e proseguendo il loro inizio di stagione positivo. Lo stesso non si può dire per i ragazzi di Viali: 10 punti raccolti sin qui, deludendo le aspettative. Il match sta tutto nei minuti tra il 14' e il 18' della prima frazione: prima Gonzi spacca la partita dopo un bell'assist di Virdis, quindi Cortellini raddoppia sempre su ultimo passaggio dell'ex Monza. Il doppio vantaggio permette all'AlbinoLeffe di giocare con calma: il SudTirol cresce, ci prova, ma non riesce a sfondare la retroguardia seriana.
Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it