Lega Pro 2015/2016, Girone C: la sintesi della 7a giornata

2015-10-18 15:30:14
Lega Pro 2015/2016, Girone C: la sintesi della 7a giornata
Pubblicato il 18 ottobre 2015 alle 15:30:14
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Risultati, marcatori, classifica, tabellini e cronache di tutti gli incontri del Girone C (clicca sulla singola partita per il live testuale)

Sabato 17 ottobre

Fidelis Andria-Messina 0-1
Il Messina continua a volare: la squadra di Di Napoli, ancora imbattuta, vince 1-0 in casa della Fidelis Andria e consolida la propria posizione ai vertici della classifica. Ennesima prestazione importante dei peloritani, mentre la Fidelis (unica formazione del gruppo C a non aver mai pareggiato) recrimina: a decidere il match è infatti un rigore di Barraco al 35’, concesso per fallo di Stendardo su Tavares. L’arbitro, nell’occasione, decide di espellere il giocatore dei pugliesi, tra le proteste: il Messina, con l’uomo in più, si difende con ordine nella ripresa e non rischia mai.

Lecce-Ischia 1-0
L’esordio di Piero Braglia sulla panchina del Lecce è fortunato: i salentini battono 1-0 l’Ischia e per la prima volta in questa stagione vincono tra le proprie mura. I padroni di casa costruiscono il successo nel primo tempo: occasioni per Doumbia e Curiale, poi poco prima dell’intervallo Papini anticipa tutti su calcio d’angolo e segna di testa la rete decisiva. Nel secondo tempo l’Ischia entra in campo con un atteggiamento più arrembante e crea qualche occasione di rilievo: bravissimo Perucchini su Orlando, mentre il Lecce spreca il 2-0 con Moscardelli.

Lupa Castelli Romani-Foggia 0-4
Secondo 4-0 consecutivo per il Foggia: dopo il poker al Lecce, i rossoneri concedono il bis in casa della Lupa Castelli Romani e inanellano la quarta vittoria nelle ultime tre giornate. I pugliesi archiviano la pratica già nel primo tempo: Agnelli sblocca il risultato al 18’ su assist di Mazzei, poi è Iemmello a stendere definitivamente i locali con una doppietta mortifera (il secondo con un pregevole colpo di testa). I capitolini sono al tappeto e nella ripresa incassano anche il quarto gol: Sainz-Maza, entrato cinque minuti prima, riceve palla da Sarno e fulmina Tassi. Terzo ko in un mese per la squadra di Galluzzo, in piena zona playout.

Catanzaro-Martina Franca 1-0
Il Catanzaro spazza via la crisi, piega 1-0 il Martina Franca ottenendo così la prima vittoria del suo campionato: mister D’Urso salva la propria panchina, mentre ai pugliesi rimane solo la buona prestazione. Il primo tempo è molto equilibrato, Ingretolli sfiora il bersaglio grosso mentre gli ospiti vanno ad un passo dal gol con Baclet (Grandi strepitoso): il gol partita arriva al 55’, su cross di Bernardi dalla destra Ingretolli colpisce di testa e firma la sua prima rete in maglia giallorossa. Galvanizzato dal gol, il Catanzaro cerca il raddoppio ma viene stoppato dall’ottimo Viotti: ai locali, comunque, va benissimo così.

Juve Stabia-Cosenza 1-1
Si chiude 1-1 la sfida del Menti tra Juve Stabia e Cosenza: i silani conquistano il quarto risultato utile consecutivo, mentre il neotecnico delle vespe Zavettieri può essere contento della prestazione offerta dai suoi. Succede tutto nel primo tempo: in avvio di gara Arrighini spreca una ghiotta occasione, poi al 28’ Migliorini sbaglia un disimpegno e Criaco, da venti metri, buca le mani a Russo. Il vantaggio rossoblù dura pochissimo: con il Cosenza momentaneamente in dieci (Fiordilino out per infortunio) Contessa riceve palla da Cancellotti e gonfia la rete ospite. Nella ripresa non accade praticamente nulla: solo un’occasione con Polak, ma l’1-1 non si schioda.

Paganese-Akragas 0-1
Seconda vittoria esterna per l’Akragas, la quarta nelle ultime cinque partite: i siciliani continuano a sorprendere, questa volta è la Paganese a doversi inchinare (1-0 del gigante al Torre). E’ una partita con tanti capovolgimenti di fronte, gli azzurrostellati meriterebbero il pareggio ma la formazione di Legrottaglie non ruba niente: Salandria vicino al gol al 18’, i padroni di casa replicano con Madonia (bravissimo Marruocco) poi al 59’ il tiro di Salandria viene deviato da Schiavino e rotola alle spalle del portiere. Nel finale i campani caricano a testa bassa e sfiorano il pari con Cicerelli (palo) e Cunzi: tutto inutile, l’Akragas resiste.

Matera-Benevento 0-0
Nessun gol al XXI Settembre tra Matera e Benevento: la partita, contrariamente alle previsioni della vigilia, è poco spettacolare e il risultato è giusto (primo punto per Padalino alla guida dei lucani). Nel primo tempo i locali ci provano con Pagliarini e Letizia, i sanniti replicano con Marotta e De Falco: stesso copione nei secondo quarantacinque minuti, le due squadre non riescono a cambiare passo e i due portieri non vengono mai chiamati in causa. Il Benevento sciupa così una buona occasione per volare in cima alla classifica.

Monopoli-Melfi 2-1
Seconda vittoria consecutiva al Veneziani per il Monopoli: il gabbiano supera 2-1 il Melfi e reagisce dopo due ko consecutivi (continua invece il mal di trasferta dei lucani, sempre sconfitti lontano dal Valerio). La partita è vivace, già al 13’ i padroni di casa rompono il ghiaccio con capitan Esposito su azione da calcio d’angolo: i pugliesi spingono alla ricerca del 2-0 ma sbattono su Santurro, poi al 51’ Longo si avventa su una corta respinta del portiere e sigla il momentaneo 2-1. I biancoverdi, tuttavia, vogliono i tre punti e li ottengono al 78’ con Croce: nel finale la squadra di Tangorra potrebbe arrotondare, ma Gambino spreca un rigore.

{rec:16286}

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it