Lega Pro 2015/2016, Girone C: la sintesi della 2a giornata

2015-09-13 23:00:19
Lega Pro 2015/2016, Girone C: la sintesi della 2a giornata
Pubblicato il 13 settembre 2015 alle 23:00:19
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Risultati, marcatori, classifica, tabellini e cronache di tutti gli incontri del Girone C (clicca sulla singola partita per il live testuale)

Domenica 13 settembre

Lupa Castelli-Benevento 1-1
Grande festa in casa Lupa Castelli Romani, la matricola laziale bagna infatti il suo esordio casalingo in Lega Pro con uno strepitoso pareggio contro il Benevento (una delle formazioni più competitive del girone C). E' 1-1 a Rieti: i sanniti non giocano bene, ma hanno grosse individualità e al 34' passano in vantaggio con un bolide di De Falco. La Lupa è tuttavia in palla, al 38' Scardina colpisce un palo da non credere mentre al 45' Icardi, di testa, sigla la rete del pareggio. Secondo tempo più fiacco, poi all'88' Vitiello scarica un gran destro ma Tassi si salva in corner.

Martina Franca-Paganese 1-1
Termina 1-1 la sfida del Tursi tra Martina Franca e Paganese: accade tutto nel primo tempo, le due squadre spingono molto nonostante il gran caldo e poi nella ripresa abbassano i ritmi. Sono gli ospiti a sbloccare il match al 26' con Cicerelli: ottimo esterno sinistro, anche se Viotti non è esente da colpe. I pugliesi non ci stanno e dieci minuti più tardi pervengono al pareggio con Migliaccio, abile a spingere il cuoio in rete su punizione di Bogliacino: nella ripresa l'arbitro annulla una rete di Caccavallo, è l'unica emozione di rilievo dei secondi quarantacinque minuti.

Fidelis Andria-Matera 3-0
Sei gol in due partite, vetta della classifica al primo anno di Lega Pro dopo un lungo purgatorio in D: il miracolo della Fidelis Andria non conosce la parola fine, dopo aver strapazzato il Lecce i pugliesi distruggono anche il Matera e i tifosi si leccano i baffi. Il grande protagonista è il giovane Morra, attaccante abruzzese scuola Torino: al 24' la punta sblocca l'incontro con una meravigliosa girata al volo su cross di Bisoli, poi al 28' concede il bis con un gran destro sul primo palo. Al Matera sembra di vivere un incubo ma è tutto vero: la squadra di Dionigi si scioglie e così nel finale i padroni di casa dilagano con una magistrale punizione di Strambelli.

Casertana-Melfi 0-1
La Casertana supera 1-0 lo spauracchio Melfi e vola in testa alla classifica a punteggio pieno (per i falchetti si tratta del secondo 1-0 di fila, dopo il successo di Catanzaro): è una serata difficile per i rossoblù, la formazione ospite meriterebbe infatti il pareggio ma manca quel pizzico di fortuna. Il primo tempo, per la verità, vede il dominio dei campani: tante occasioni clamorose, Santurro si supera ma al 28' non può fare niente sul sinistro chirurgico di Capodaglio dal limite dell'area. Nella ripresa la musica cambia, il Melfi prende coraggio e al 92' colpisce un palo clamoroso con Canotto: la Casertana tira un sospiro di sollievo.

Foggia-Catanzaro 1-1
Monologo del Foggia allo Zaccheria, i rossoneri dominano il Catanzaro (Scuffia migliore in campo) eppure l'incontro termina con un 1-1 che lascia ai pugliesi un bicchiere di rabbia. Nel primo tempo, infatti, i ragazzi di De Zerbi stazionano costantemente nella metà campo avversaria e al 53' passano in vantaggio con un delizioso tocco sotto di Iemmello con il piede destro. Sembra una gara in discesa per il Foggia, invece i calabresi si riassestano con i cambi di mister D'Urso e all'83' Ricci, di testa su corner di Squillace, indovina la zuccata vincente. Addirittura il Catanzaro potrebbe vincere: Narciso è bravo in uscita su Agodirin.

Juve Stabia-Lecce 0-1
Tre punti fondamentali per il Lecce, che supera 1-0 la Juve Stabia e cancella così il ko del primo turno con la Fidelis Andria. Si tratta però di una serata di sofferenza per il salentini, perchè i padroni di casa sciupano parecchio: va detto che al 4' il Lecce colpisce un palo con Lepore, poi le vespe salgono in cattedra e Perucchini deve impegnarsi per negare il gol a Arcidiacono. Altro legno di Lepore al 45', poi ad inizio ripresa Papini si inserisce in area e fa secco il portiere: al 66' Liviero si fa espellere per doppia ammonizione, la Juve Stabia si butta dunque in avanti ma sbaglia tutto con Gomez e Liotti. Viene anche annullato un gol a Ripa, ma i giallorossi resistono: per la Juve Stabia è la seconda sconfitta in altrettante gare.

Rinviata: Akragas-Monopoli
Rinviata: Catania-Cosenza
Rinviata: Messina-Ischia

{rec:16286}

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it