Lega Pro 2015/2016, Girone B: la sintesi della 9a giornata

2015-11-01 20:05:45
Lega Pro 2015/2016, Girone B: la sintesi della 9a giornata
Pubblicato il 1 novembre 2015 alle 20:05:45
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Risultati, marcatori, classifica, tabellini e cronache di tutti gli incontri del Girone B (clicca sulla singola partita per il live testuale)

Sabato 31 ottobre

Maceratese-Spal 1-0
Clamoroso all'Helvia Recina, la Maceratese batte 1-0 la Spal e rifila agli estensi il primo ko di questa stagione. Lo scontro diretto sorride dunque ai biancorossi di Bucchi, che grazie a questa vittoria agganciano gli estensi in vetta alla graduatoria: la partita non è bella, nel primo tempo accade poco o nulla (occasioni per Cottafava e Buonaiuto), ma al 52' Fioretti segna la rete decisiva con una bella conclusione al volo, su cross di D'Anna. Padroni di casa vicini al raddoppio con lo stesso Fioretti (Branduani miracoloso), mentre la Spal si vede pochissimo in avanti.

Rimini-Lucchese 2-0
Con un pizzico di fortuna il Rimini piega 2-0 la Lucchese e riprende dunque a macinare punti dopo un periodo difficile: prima gioia per il neotecnico Brevi, mentre i toscani (sulla cui panchina esordiva Lopez) inanellano la quinta sconfitta di fila. Inizio veemente degli ospiti, ma il Rimini non si scompone e dopo aver sfiorato il gol con Della Rocca fa centro ad inizio ripresa: la punizione di Ragatzu viene deviata dalla barriera e Di Masi rimane spiazzato. Gli ospiti sono troppo sterili là davanti, così il Rimini ha gioco facile e nel finale raddoppia: Ragatzu segna ancora, favorito da una difesa sbadata.

Lupa Roma-Tuttocuoio 0-1
Quando si dice "vittoria di platino": per la prima volta in questa stagione il Tuttocuoio vince fuori casa e lo fa sul campo della Lupa Roma, in uno scontro salvezza di importanza capitale. I toscani di Lucarelli si prendono i tre punti allo scadere, quando Palumbo (entrato nella ripresa) spiazza Mangiapelo sullo splendido assist di tacco di Caponi: per i capitolini la situazione è sempre più drammatica, la squadra di Cucciari infila l'ottavo ko in nove giornate e di questo passo sarà impossibile evitare la retrocessione. La gara cambia al 79', quando la Lupa resta in dieci a causa dell'espulsione di Cerrai: nel primo tempo i padroni di casa avevano sfiorato il gol con Cristiano.

Arezzo-Ancona 0-0
Arezzo ed Ancona si annullano: 0-0 al Comunale, i toscani creano qualcosa in più ma possiamo dire che il pareggio è tutto sommato un risultato giusto. Nel primo tempo la formazione di Capuano costruisce due palle gol importanti: sulla prima Cori non arriva in tempo sul cross di Masciangelo, mentre nel secondo caso lo stesso Cori colpisce una traversa clamorosa. Ancona guardingo e pronto a colpire sulle ripartenze: nel finale di gara i dorici sfiorano il bersaglio grosso con Konate (colpo di testa alto di poco).

Pontedera-Robur Siena 2-2
Gol e spettacolo al Mannucci, Pontedera e Robur Siena chiudono sul 2-2 e divertono il pubblico. Ancora una volta i bianconeri devono accontentarsi del pari, quando la vittoria sembrava in ghiaccio: i padroni di casa, infatti, pareggiano al 94' con un tap-in di Scappini (il quale aveva preso un palo nel primo tempo). E' il Siena a portarsi in vantaggio con Bonazzoli (assist di Boron), ma Cesarini rimette in carreggiata i padroni di casa ribattendo in rete una corta respinta di Montipò sul tiro di Kabashi. Mendicino firma il 2-1 ospite con un bel diagonale, ma la squadra di Atzori rimane in nove (espulsi La Vista e Burrai) e così il Pontedera ne approfitta.

Domenica 1 novembre

L'Aquila-Santarcangelo 1-1
Finisce in parità la sfida del Fattori tra L'Aquila e Santarcangelo: l'1-1 è un punteggio che soddisfa maggiormente i romagnoli, reduci dal ko con il Teramo, mentre ai padroni di casa rimane solo la consapevolezza di aver disputato una buona gara. I gol tutti nel primo tempo: dopo appena quattro minuti la formazione di Zauli rompe gli indugi e si porta in vantaggio con un tiro potente di Margiotta (bravo a raccogliere la respinta di Zandrini), ma i rossoblù non ci stanno e dopo un bel forcing pareggiano al 40' con una pregevole rovesciata di Perna. Nella ripresa i ragazzi di Perrone si fanno preferire e nel finale si vedono annullare un gol, ma i clementini sono tenaci e conservano l'1-1.

Carrarese-Teramo 1-1
Gli ultimi minuti sono nuovamente fatali alla Carrarese: i marmiferi giocano alla grande ma chiudono sull'1-1 la sfida contro il Teramo (pareggio comunque meritato per gli aprutini, che non arrendono mai). Sono i toscani a scattare meglio dai blocchi di partenza, Erpen sfiora il gol poi al 14' Pedone fulmina Tonti al termine di una bella azione personale: la squadra di Remondina continua a tenere ritmi alti e va vicina al raddoppio, ma con il passare dei minuti esce il Teramo (Dettori salva sulla linea la zuccata di D'Orazio). Tonti ancora protagonista nella ripresa, poi è Cavion a gettare via un'ottima opportunità e così all'85' i biancorossi pareggiano con un rigore di Le Noci (fischiato per fallo di Benedetti su Petrella).

Prato-Pistoiese 1-0

Un gol di Chiricò poco prima dell'intervallo fa volare il Prato: i lanieri vincono 1-0 il derby contro la Pistoiese, centrano il secondo successo in campionato (dopo due sconfitte) e si tirano fuori dalla zona plauyout. Finale giusto al Lungobisenzio, la formazione di De Petrillo è più cinica e al 38' pesca la rete decisiva: la giocata di Chiricò è sontuosa, il fantasista (servito da Kouame) entra in area, fa sedere Iannarilli e deposita la sfera in rete. Arancioni vicini al pari con una punizione di Mungo, poi è Kouame a mancare il raddoppio: secondo tempo decisamente più blando, mister Alvini inserisce tutti gli attaccanti a sua disposizione ma gli ospiti non pungono mai e anzi rischiano di prendere il secondo gol.

Savona-Pisa 2-0
Dopo quella della Spal, termina anche l'imbattibilità del Pisa: la striscia positiva dei nerazzurri si interrompe al Bacigalupo di Savona, i liguri vincono 2-0 e oltre a stoppare i toscani si prendono tre punti chiave in ottica salvezza. Alla prima vera occasione da gol i ragazzi di Riolfo fanno male: Bacci respinge il primo tentativo di Virdis con la testa, ma sulla ribattuta del portiere il bomber sardo non perdona. La manovra del Pisa è lenta e prevedibile, dalla panchina Gattuso si sbraccia ma non c'è reazione: nel secondo tempo il Savona cala il 2-0 con una punizione di Cocuzza leggermente deviata da Gagliardi e sul Pisa cala il sipario.

{rec:16285}

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it