Lega Pro 2015/2016, Girone B: la sintesi della 28a giornata

2016-03-24 20:30:47
Pubblicato il 24 marzo 2016 alle 20:30:47
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Mercoledì 23 marzo

Lupa Roma-Santarcangelo 0-0
Niente gol, solo tanta paura: Lupa Roma e Santarcangelo non si fanno male e chiudono con uno 0-0 che fa brodo in ottica salvezza. Ai capitolini i tre punti avrebbero fatto comodo, ma il risultato finale è giusto: nel primo tempo la Lupa ci prova con maggiore insistenza e si affida alle giocate di Perrulli (la sua punizione viene deviata goffamente da Nardi), ma i romagnoli si arroccano e nella ripresa riescono ad addormentare la gara. Portieri pressoché inoperosi, nessuno dei due allenatori ha granché da recriminare.

Maceratese-Prato 1-0
Tre punti importantissimi per la Maceratese, i biancorossi piegano 1-0 un Prato stoico e restano così in scia alla coppia Spal-Pisa. Si gioca su un campo ai limiti della praticabilità, a causa della pioggia: le condizioni avverse favoriscono il Prato, che la mette sulla battaglia, mentre i marchigiani (reduci dal pareggio con la Pistoiese) sono a disagio. Kouko colpisce il palo dopo un quarto d'ora, ma è solo una fiammata perché i toscani si difendono bene: nel finale l'arbitro assegna ai locali un rigore per fallo di Rossi, Fioretti si fa parare la conclusione ma è bravo a ribadire la sfera in rete. Per Malotti, neotecnico dei lanieri, è un esordio bruciante.

Teramo-L'Aquila 2-1
Fa festa il Teramo: sono gli aprutini ad aggiudicarsi il derby abruzzese contro L'Aquila, l'undici di Vivarini torna a sorridere dopo quattro pareggi ma soprattutto si prende una dolce rivincita dopo la sconfitta dell'andata. Gara ricca di emozioni, in avvio Bulevardi colpisce un palo clamoroso ma al 19' Moreo trasforma in gol l'assist di Cecchini: è lo stesso Bulevardi, complice il grossolano errore di Tonti a ristabilire la parità prima dell'intervallo. Ripresa avvincente, i locali spingono e al 76' trovano con Caidi la zuccata vincente: in pieno recupero, però, l'Aquila butta via il 2-2 con Perna (che tira fuori a porta vuota).

Tuttocuoio-Ancona 1-0
Secondo successo consecutivo per il Tuttocuoio, grazie all'1-0 sull'Ancona i neroverdi portano a casa una importante fetta di salvezza mentre la corsa dei dorici verso i playoff subisce una pesante battuta d'arresto. La vittoria dei toscani è meritata, ma il gol che decide tutto nasce a seguito di una topica di Lori in uscita: Giovinco, a porta semivuota, insacca. Padroni di casa pericolosi altre volte con Shekiladze (il quale colpisce anche una traversa ad inizio ripresa), mentre gli ospiti pungono solo a sprazzi: palle gol per Cognigni e Cazzola, ma è troppo poco per evitare la sconfitta.

Pistoiese-Pontedera 1-3
Terza vittoria nelle ultime quattro giornate, il Pontedera scoppiettante di qualche tempo fa è tornato: la formazione di Indiani, trascinata dal solito Scappini (doppietta per lui) espugna 3-1 il campo della Pistoiese e si mantiene ai piani alti della classifica (gli arancioni, invece, tornano vicini ai playout). E' una gara equilibrata, ma gli ospiti hanno il merito di concretizzare le occasioni: Scappini rompe il ghiaccio su assist di Bazzoffia, poi arriva il pareggio di Mungo su cross di Gargiulo) ma ad inizio ripresa Risaliti sigla il 2-1 ospite su torre di Sorbo. Il Pontedera, poi, chiude i giochi al 74' con il solito Scappini (ben servito da Luperini): è l'episodio che chiude i giochi.

Giovedì 24 marzo

Rimini-Carrarese 1-1
La sfida fra squadre in grave difficoltà economica va in archivio con un pareggio: il Rimini, già dichiarato fallito e con i giocatori che non ricevono lo stipendio da ottobre, strappa un prezioso 1-1 casalingo con la Carrarese. Sono proprio gli ospiti a portarsi avanti a metà primo tempo con Tognoni, quindi nella ripresa la gara torna in equilibrio grazie a Mancino. I marmiferi salgono così a quota 40 in classifica, restando lontani sei lunghezze dal quarto posto (che comunque non significa necessariamente playoff), mentre i biancorossi si portano a 29 punti, agganciando la Pistoiese e restando appaiati al Santarcangelo in quello che è l'ultimo posto playout. La strada verso la salvezza diretta è ancora lunga.

Robur Siena-Pisa 0-0
Termina senza reti la gara del Franchi, uno dei tanti derby toscani del girone B. Il Pisa doveva vincere per non allontanarsi troppo dalla capolista Spal, invece è arrivato un altro pareggio senza reti dopo quello a L'Aquila: rialza la testa invece il Siena dopo lo scivolone contro la Lupa Roma. I nerazzurri, che costruiscono una grossa occasione con Cani ma nel complesso creano troppo poco in avanti, finiscono adesso a -8 dagli estensi e devono guardarsi dal ritorno della Maceratese, distante ora un solo punto.

Spal-Savona 4-0
Nessuna sorpresa al Mazza, la capolista Spal fa un sol boccone del fanalino di coda Savona (4-0 il finale) e allunga ulteriormente sul Pisa, bloccato sullo 0-0 dalla Robur Siena. La promozione degli estensi in serie B è sempre più vicina, anche se dopo Pasqua ci sarà lo scontro diretto in Toscana: intanto gli uomini di Semplici liquidano un Savona sempre più ultimo, grazie alla tripletta di Cellini ed al gol di Zigoni. Grande festa per il pubblico emiliano, mentre per i liguri si fa sempre più dura: per evitare la retrocessione in D servirà un miracolo sportivo.

Lucchese-Arezzo 0-0
Avevamo detto che il pareggio era il risultato più probabile: Lucchese e Arezzo concludono la loro sfida sullo 0-0, la gara del Porta Elisa non offre molti spunti e il punto può stare bene ad entrambe. E' la squadra ospite a creare qualche occasione in più, nel primo tempo Benedetti, Betancourt e Tremolada sfiorano il gol (bravo Di Masi), poi al 93' è ancora Betancourt a sprecare. Lucchese pericolosa a sprazzi, Baiocco non viene mai chiamato in causa: con questo risultato i rossoneri fanno un piccolo passo in avanti verso la salvezza, mentre l'Arezzo rimane a metà classifica.

{rec:16285}