Lega Pro 2015/2016, Girone B: la sintesi della 21a giornata

2016-02-07 19:30:25
Pubblicato il 7 febbraio 2016 alle 19:30:25
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Sabato 6 febbraio

L'Aquila-Ancona 1-1
Si chiude 1-1 il match del Fattori tra L'Aquila e Ancona: partita non certo memorabile, che in buona sostanza viene decisa da un paio di episodi. Sono gli abruzzesi a partire con il piede giusto, al 19' Sandomenico salta tre avversari sulla destra e poi infilza Lori con un sinistro chirurgico: lo stesso Sandomenico va vicino alla doppietta, mentre l'Ancona protesta per un gol annullato a Libertazzi. La rete del pareggio, tuttavia, arriva ad inizio ripresa con un colpo di testa di Di Ceglie sugli sviluppi di un corner: è l'unica azione interessante di un secondo tempo soporifero.

Santarcangelo-Pistoiese 3-1
E' festa romagnola allo stadio Mazzola: il Santarcangelo conferma di essere implacabile in casa e centra la terza vittoria di fila tra le proprie mura. La vittima, questa volta, è la Pistoiese che incamera il secondo ko consecutivo: l'1-0 arriva dopo sei minuti, quando Margiotta insacca su sponda di Guidone, tuttavia gli arancioni non ci stanno e, dopo aver rischiato lo 0-2 con Valentini, trovano il momentaneo 1-1 con Mungo (conclusione vincente dopo l'errata respinta della difesa). La gara si decide in due minuti: al 64' arriva il 2-1 dei gialloblu firmato da Ilari, al termine di una percussione, poi al 66' Venitucci cala il tris con un tiro deviato da D'Orazio.

Savona-Teramo 1-1
Tutto nel primo tempo: Savona e Teramo sparano le cartucce nei primi quarantacinque minuti, poi nella ripresa calano e si accontentanto dell'1-1. Si tratta di un punteggio che soddisfa maggiormente gli aprutini: sono proprio loro a passare in vantaggio al 16' con un gran colpo di testa di Petrella, ma prima dell'intervallo è Rondanini a riportare l'incontro sui binari della parità. Ripresa, come detto, poco pimpante: l'unica occasione di rilievo capita sulla testa di Caidi, ma Falcone si salva con una parata di istinto. Il Savona allunga la sua striscia positiva, ma rimane all'ultimo posto della classifica.

Maceratese-Rimini 3-0
E' tornato il panzer Maceratese: i marchigiani, dopo aver vinto a Lucca, si ripetono anche all'Helvia Recina e asfaltano il Rimini senza alcuna pietà. L'undici casa costruisce il successo nel primo tempo, giocato a ritmi indiavolati: Kouko sbaglia un rigore al 10', ma non si deprime e serve a Colombi (22') e a Buonaiuto (27') gli assist che valgono il 2-0. Il Rimini non ci capisce nulla e prima dell'intervallo incassa lo 0-3: viene assegnato un secondo rigore ai locali, stavolta Kouko non perdona. Nella ripresa succede ben poco, i romagnoli non reagiscono e incassano l'ennesimo ko stagionale.

Robur Siena-Lucchese 2-1
Robur Siena e Lucchese onorano il derby toscano nel miglior modo possibile: vincono 2-1 i padroni di casa, al termine di un match molto frizzante (soprattutto nella ripresa). In avvio di gara la Robur può battere un calcio di rigore (fallo di Espeche su Mastronunzio) ma Saba lo sbaglia: l’episodio smonta un po’ i bianconeri, ma al 55’ Cori sblocca il punteggio con un bel colpo di testa (sul quale tuttavia è macroscopico l’errore del portiere Di Masi). La Lucchese ha tuttavia carattere firma il momentaneo 1-1 con un grande esterno destro di Ashong: a decidere l’incontro ci pensa Cedric nel finale, con una conclusione da posizione angolata.

Domenica 7 febbraio

Lupa Roma-Prato 1-2
Dopo cinque sconfitte di fila il Prato torna a festeggiare una vittoria: quella in casa della Lupa Roma è un'affermazione che vale doppio, in quanto ottenuta sul campo di una diretta concorrente per la salvezza. Match ricco di episodi: in avvio di gara i capitolini sprecano un calcio di rigore con Perrulli, poi rimangono in dieci (espulso Sfanò per fallo da ultimo uomo) e così sono i lanieri a sbloccare il punteggio con un penalty di Capello. Al 57' arriva il raddoppio toscano, nuovamente su rigore (calciato questa volta da Regolanti): la Lupa non ci sta e riapre tutto al 65' con un colpo di testa di Fabbro, ma non riesce più ad impensierire il portiere avversario.

Pisa-Arezzo 2-0
Dopo due sconfitte consecutive il Pisa torna a sorridere e lo fa nell'atteso derby contro l'Arezzo: finisce 2-0 all'Arena Garibaldi, decide tutto la doppietta del bomber albanese Cani. Gli amaranto, che invece non perdevano da metà novembre, escono dal campo con la consapevolezza di aver creato poco: i padroni di casa, vicini al gol in avvio con Eusepi, sbloccano il punteggio al 19' con una conclusione potente del loro centravanti e poi, al 42', chiudono a chiave i tre punti con un tocco ravvicinato dell'attaccante. Arezzo insidioso con Sabatino in avvio di ripresa, ma è Eusepi a divorarsi il 3-0 al 59', su assist di Mannini.

Tuttocuoio-Carrarese 0-1
La marcia della Carrarese riprende: dopo due sconfitte, i marmiferi vanno a vincere 1-0 in casa del Tuttocuoio e tornano così a quattro punti dai playoff. La crisi dei neroverdi, invece, continua: quarto ko nelle ultime cinque giornate, la squadra di Lucarelli è in caduta libera e si riavvicina alla zona retrocessione. Decide il match un gol di Gyasi poco prima dell'intervallo: sinistro rasoterra dopo un batti e ribatti in area di rigore. I padroni di casa non giocano male, ma sono poco efficaci quando è il momento di concludere: nella ripresa Giovinco, su cross di Caponi dalla destra, può colpire di testa ma sbaglia tutto e manda sul fondo. Bene anche Lagomarsini, autore di molte parate importanti.

Lunedì 8 febbraio

ore 20: Spal-Pontedera

{rec:16285}