Lega Pro 2015/2016, Girone B: la sintesi della 20a giornata

2016-01-31 20:00:11
Pubblicato il 31 gennaio 2016 alle 20:00:11
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Sabato 30 gennaio

Arezzo-Tuttocuoio 4-0
Festa grande per l'Arezzo: gli amaranto spazzano via il Tuttocuoio con un sonoro 4-0, allungano la striscia positiva ma sopratutto entrano per la prima volta in stagione in orbita playoff (mentre i neroverdi scivolano pericolosamente verso le zone calde). Dopo cinque minuti il punteggio è già sul 2-0, grazie alla sontuosa doppietta di Greco: il neoacquisto fa impazzire i tifosi con un gol di sinistro ed uno di testa. L'Arezzo ha la situazione in pugno, sfiora il tris con Tremolada e Carlini poi è lo stesso Tremolada, nella ripresa, ad arrotondare: nel finale c'è gloria anche per Defendi, il quale trasforma un calcio di rigore.

Rimini-Lupa Roma 1-1
Niente da fare per il Rimini, che rimanda nuovamente l'appuntamento con i tre punti: al Neri i romagnoli pareggiano 1-1 contro un'ottima Lupa Roma, squadra che non ha alcuna intenzione di alzare bandiera bianca. Varutti porta subito in vantaggio i biancorossi con un tiro cross che sorprende il portiere, ma al 23' Puccio viene espulso per doppia ammonizione e la gara si innervosisce: l'arbitro fa fatica a gestire il match, prima dell'intervallo annulla una rete a Polidori (tra le proteste) così nella ripresa i laziali pareggiano con Daffara, sugli sviluppi di un corner. Finale thrilling, la Lupa resta in dieci per l'espulsione di Pasqualoni, ma sfiora il colpaccio con Fabbro (palo).

Lucchese-Maceratese 1-2
La Maceratese c'è e dà una risposta forte a tutti i critici che già la vedevano in flessione: il 2-1 in casa della Lucchese (squadra che veniva da un ottimo periodo) rilancia infatti i marchigiani in chiave playoff. Colombi sblocca il punteggio già al 13' ribadendo in rete la conclusione di D'Anna respinta da Di Masi: i rossoneri comunque non ci stanno, colpiscono un palo con Calcagni e poi firmano l'1-1 con un rigore di Terrani (concesso per fallo di Carotti). Gli ospiti vogliono comunque i tre punti e li ottengono al 61' con il solito Colombi, che stavolta trasforma in oro il perfetto invito di Kouko.

Pistoiese-Spal 0-1
E' l'anno della Spal, almeno i fatti dicono questo: sul campo della Pistoiese gli estensi vincono nel finale un match destinato allo 0-0 e portano a casa un'altra vittoria di platino in ottica serie B. Merito anche di mister Semplici, che azzecca i cambi: Grassi rileva Di Quinzio al 61' ed è proprio lui, al 91', a firmare la rete decisiva con il sinistro su invito di Finotto. Poche, pochissime emozioni prima del gol: la Pistoiese gioca una gara tatticamente perfetta, blocca la capolista e rischia solo all'8' quando Zigoni sbaglia da buona posizione. Buona chance per gli arancioni con Rovini, ma Branduani fa buona guardia.

Carrarese-Savona 0-1
Colpo a sorpresa del Savona che sconfigge 1-0 la Carrarese in trasferta grazie ad una rete siglata nella ripresa da Virdis. I toscani restano in 10 l'ultima mezzora per il doppio giallo estratto all'indirizzo di Berardocco. Nel primo tempo la formazione allenata da Remondina colpisce un palo ma non riesce comunque ad avere la meglio dei liguri che restano il fanalino di coda del Girone B con solo 11 punti. La Carrarese, alla seconda sconfitta consecutiva dopo quella col Santarcangelo, resta a 30 punti in graduatoria e vede allontanarsi le posizioni di vertice.

Domenica 31 gennaio

Ancona-Pisa 2-0
Pomeriggio da dimenticare per il Pisa, che a causa del ko di Ancona (2-0 al Del Conero, secondo stop di fila) perde ulteriore terreno dalla Spal capolista. La formazione di Gattuso vive una giornata nerissima, in cui non ne va dritta mezza: i padroni di casa passano in vantaggio al 21' con una sventola di Cazzola dalla distanza, poi raddoppiano prima dell'intervallo con una magia di Pedrelli al volo (prima del raddoppio locale il Pisa aveva sprecato una ghiotta occasione con Lisuzzo). Avanti 2-0, i dorici gestiscono: nel finale gli ospiti possono accorciare su rigore, ma Mannini si fa ipnotizzare da Lori. Ancona vicino alla zona playoff.

Prato-Robur Siena 0-1
Successo dal sapore storico per la Robur Siena, che per la prima volta espugna il Lungobisenzio di Prato: finisce 1-0, la partita non offre molte emozioni (soprattutto nella ripresa) ma i bianconeri festeggiano tre punti importantissimi che riaprono il discorso playoff. La rete decisiva arriva subito, dopo tre minuti: cross di De Feo dalla sinistra, Yamga colpisce di testa e fa centro. E' l'unica palla gol concreta dell'incontro, i lanieri di casa cercano di prendere in mano il gioco ma non tirano mai in porta: quinto ko di fila per loro.

Pontedera-L'Aquila 1-2
Il Pontedera cade in casa, sconfitto da L'Aquila: al triplice fischio il risultato è 2-1 per gli ospiti. Successo importante per l'undici di mister Perrone, che con questi tre punti sale a quota 27, restando agganciato all'Arezzo e ad un treno chiamato playoff. Ora la formazione abruzzese dista infatti soltanto due lunghezze dai granata toscani, bloccati a 29 punti. Il match: Ceccarelli spiana la strada agli ospiti al 13', mentre Sandomenico al 53' trova il raddoppio che sembra blindare il risultato. Sembra, perché i ragazzi di Indiani riaprono quattro minuti dopo il match: tutto inutile, il punteggio non cambierà più.

Teramo-Santarcangelo 1-1

Dopo il prestigioso successo di Pisa, il Teramo non riesce a centrare un'altra vittoria: anzi, fatica parecchio contro il Santarcangelo e al triplice fischio il risultato dice 1-1. A passare in vantaggio sono proprio gli ospiti, con Margiotta bravo a sbloccare il match nel finale del primo tempo. Per trovare il pareggio dei padroni di casa serve attendere fino all'82', quando Petrella trova la stoccata vincente. Nulla di fatto dunque: le due formazioni restano appaiate a quota 23 in classifica, sprecando quindi un'occasione per allontanarsi dai bassifondi della classifica.

{rec:16285}