Lega Pro 2015/2016, Girone B: la sintesi della 19a giornata

2016-01-24 19:30:53
Pubblicato il 24 gennaio 2016 alle 19:30:53
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Sabato 23 gennaio

Santarcangelo-Carrarese 2-0
Vittoria di platino per il Santarcangelo, il 2-0 sulla Carrarese permette ai clementini di respirare e di tenere a distanza la zona retrocessione: i marmiferi, dal canto loro, si fermano dopo tre successi consecutivi. La squadra romagnola costruisce la vittoria nella ripresa, dopo che il primo tempo si era concluso senza reti (palo di Dettori su calcio di punizione): Ilari rompe gli indugi al 63’ sugli sviluppi di un corner (male la difesa carrarina), poi nel finale è l’attaccante Bardelloni a chiudere i conti con una rete da vero rapace dell’area di rigore.

Spal-Rimini 1-0
La fuga della Spal in vetta alla graduatoria continua: gli estensi, pur soffrendo, piegano 1-0 un buon Rimini e tengono così a distanza la diretta inseguitrice Pisa. Nel primo tempo sono i romagnoli a giocare meglio, anche la Spal getta alle ortiche un paio di occasioni con Finotto e Mora (Castagnetti colpisce inoltre un palo): al 50’ la difesa respinge male un traversone di Lazzari, Mora è ben appostato e la sfera finisce in rete grazie a una sberla da oltre venti metri. Nel finale gli spallini controllano e rischiano poco: al Rimini rimangono solo i complimenti.

Pisa-Teramo 1-2
Clamoroso all’Arena Garibaldi, il Teramo piazza il colpaccio della giornata grazie all’inatteso 2-1 ottenuto in casa del Pisa. Nessuno avrebbe scommesso alla vigilia su un punteggio simile, considerando il periodo di forma dei toscani ma soprattutto la scarsa capacità degli abruzzesi di pungere fuori dal loro stadio: quando i padroni di casa sbloccano il punteggio con un colpo di testa di Crescenzi al 7’ sembra tutto già scritto, invece i biancorossi non ci stanno e prima dell’intervallo pareggiano con Di Paolantonio. Non è finita, perché nella ripresa il neoacquisto Cruciani firma la rete decisiva con un missile dalla distanza: ko tremendo per il Pisa, che perde terreno dalla capolista Spal.

Tuttocuoio-Pontedera 0-2
Il derby del Mannucci se lo aggiudica il Pontedera, che in “trasferta” batte 2-0 un Tuttocuoio sottotono. Bonaventura sblocca il punteggio dopo appena sette minuti sfruttando uno svarione difensivo: la reazione dei neroverdi c’è, Calvano e Shekiladze mettono i brividi a Cardelli ma la porta degli ospiti rimane imbattuta. Ad inizio ripresa il Tuttocuioio prende una traversa con Calvano, poi è il solito Scappini, al 74’, a mettere in ghiaccio i tre punti: colpo di testa da grande opportunista, sull’invito di Sane.

Ancona-Prato 3-2
Partita pirotecnica al Del Conero: l'Ancona s'impone 3-2 sul Prato, portandosi a quota 30 in classifica e agganciando la Carrarese. I dorici si rialzano dopo due sconfitte consecutive, mentre i lanieri crollano per la quarta volta di fila, restando fermi a 20 punti, in zona playout. Il match: dopo dieci minuti l'Ancona pasa con Cognini, quindi ad inizio ripresa è Paoli a firmare il raddoppio. Sembra tutto in discesa per i padroni di casa ma il Prato non si arrende, arrivando al pari con Gomes e Gabbianelli. A decidere l'incontro è un contropiede finalizzato di nuovo da Cognigni, bravo a firmare il 3-2 finale e la doppietta personale.

Domenica 24 gennaio

Lupa Roma-Lucchese 0-2
Lucchese corsara ad Aprilia, sul campo della Lupa Roma: i toscani segnano due reti nella ripresa e tornano a casa con un 2-0 preziosissimo in ottica salvezza (i capitolini, invece, restano penultimi). Primo tempo senza alcun spunto, poi al 51' Fanucchi trova l'incornata vincente sulla punizione di Terrani dalla sinistra e sblocca il punteggio: i padroni di casa accusano il colpo e al 79' subiscono il raddoppio di Espeche, il quale mette il punto esclamativo con un gran pallonetto. Laziali sempre più in crisi, l'infortunio di D'Agostino nel primo tempo non aiuta di certo.

L’Aquila-Arezzo 1-1
L'Aquila e Arezzo pareggiano 1-1, ma sono gli amaranto ad uscire dal campo con maggiori rimpianti: avanti di un gol, la squadra di Capuano spreca infatti un calcio di rigore e così nella ripresa arriva il pareggio dei padroni di casa. E' una partita molto bella, entrambe le formazioni giocano a viso aperto ed è Tremolada a spezzare l'equilibrio al 32' con una punizione capolavoro che si insacca sotto l'incrocio: lo stesso Tremolada sbaglia il rigore al 45' (bravo Scotti a parare), i padroni di casa non si perdono d'animo e al 70' timbrano l'1-1 con Sandomenico, su assist di Perna. Per l'Arezzo è il dodicesimo pareggio in campionato.

Savona-Maceratese 4-2
Due vittorie ed un pareggio nelle ultime tre giornate: momento d'oro per il Savona, che strapazza 4-2 la Maceratese e continua nella sua disperata rincorsa verso i playout. Partita stupenda al Bacigalupo, uno spot per la Lega Pro: botta e risposta tra il 7' e il 16' (reti di Cocuzza e Buonaiuto), le occasioni si sprecano ma nella ripresa i liguri allungano sul 3-1 con Virdis e Cocuzza. La Maceratese c'è e nel finale accorcia con un rigore di Kouko, ma all'89' Dell'Agnello permette agli striscioni di vivere un finale tranquillo: marchigiani in flessione, un solo punto nelle ultime tre gare.

Siena-Pistoiese 1-1
Un'ottima Pistoiese tiene testa alla Robur Siena e porta a casa un 1-1 che fa morale in ottica salvezza: mezzo passo falso, invece, per i bianconeri, troppo imprecisi sottoporta. Gli arancioni giocano bene e al 14' sbloccano il risultato con Rovini, bravissimo a controllare l'assist di tacco di Colombo e a insaccare: la Robur non ci sta e impegna Iannarilli in più di un'occasione, ma al 56' rischia grosso quando Colombo spreca il potenziale 2-0 a tu per tu con Montipò. Gol sbagliato, gol subìto: tocco di Yamga per Mendicino, il quale addomestica la palla e fa centro. Lo stesso Mendicino, al 91', si divora un'ottima occasione: la Pistoiese evita così la beffa.

{rec:16285}