Lega Pro 2015/2016, Girone B: la sintesi della 17a giornata

2016-01-10 19:40:10
Pubblicato il 10 gennaio 2016 alle 19:40:10
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Risultati, marcatori, classifica, tabellini e cronache di tutti gli incontri del Girone B (clicca sulla singola partita per il live testuale)

Sabato 9 gennaio

L'Aquila-Lupa Roma 2-1
Il "Cucciari bis" inizia sotto una cattiva stella, la Lupa Roma perde infatti 2-1 in casa dell'Aquila e resta così al penultimo posto. Bene gli abruzzesi, che invece si confermano spietati tra le proprie mura: la squadra di Perrone inizia con il coltello tra i denti e al 18' già avanti di due reti, grazie al tap-in di Mancini e alla fiammata di Sandomenico. Ricci riapre i giochi al 42', ma nel secondo tempo i padroni di casa addormentano il match e non rischiano più nulla: tre punti d'oro per L'Aquila, che si allontana dalla zona playout.

Savona-Prato 1-0
Succede di tutto al Bacigalupo: il Savona batte 1-0 il Prato e tiene vive le proprie speranze di salvezza, mentre la formazione ospite esce dal campo con la consapevolezza di aver gettato alle ortiche un risultato importanti. I toscani giocano infatti meglio e sprecano tantissime chances nel primo tempo, ma al 78' i liguri passano a condurre con un rigore di Virdis. Finale pazzesco: il Savona chiude in nove (espulsi Cocuzza e Tassi), al 91' il Prato può battere un rigore ma Capello si fa ipnotizzare da Falcone.

Teramo-Pontedera 0-0
Contro ogni pronostico Teramo e Pontedera non vanno oltre lo 0-0: gara comunque divertente, il pareggio soddisfa maggiormente i toscani anche se nel finale il Teramo rischia grosso. Nel primo tempo i padroni di casa pungono con Moreo e Paolucci, poi nella ripresa salgono in cattedra gli ospiti: il match rimane in sostanziale equilibrio, ma all'85' Risaliti (di testa) manda sul fondo da pochi passi. Il Pontedera rimane vicino ai playoff, dal canto suo il Teramo è sempre vicino alla zona retrocessione.

Santarcangelo-Maceratese 1-0
Maceratese, che ti è successo? Continua il digiuno dei biancorossi, che dopo due pareggi a fine 2015 perdono 1-0 in casa del Santarcangelo: un risultato a sorpresa, anche se i marchigiani avevano diverse assenze. I romagnoli, invece, possono festeggiare tre punti fondamentali in ottica salvezza: decide l'incontro una fiammata di Rossi, che al 41' si sgancia sulla sinistra e trova la rete con un beffardo tiro cross (leggermente deviato). Un colpo di fortuna, ma i gialloblu giocano comunque bene e non concedono spazi agli avversari.

Tuttocuoio-Spal 0-2
I tifosi della Spal non avrebbero potuto chiedere di meglio dal primo turno del 2016: la squadra vince 2-0 in casa del Tuttocuoio e, complice il ko della Maceratese, prende il largo in classifica. Non è una partita semplice per gli estensi, che infatti nel primo tempo non trovano il guizzo decisivo (errore grossolano di Di Quinzio da buona posizione, poi sbaglia anche Finotto). Cambia tutto nella ripresa: il cobra Zigoni spezza l'equilibrio al 49' su assist di Mora, poi in pieno recupero è Spighi a mettere il punto esclamativo. I toscani chiudono in nove, espulsi Feola e Tempesti.

Arezzo-Rimini 2-0
Una vittoria attesa da mesi: l'Arezzo non conquistava i tre punti dal 17 ottobre, era reduce da nove pareggi in dieci turni ma contro il Rimini fa il suo dovere e regala ai tifosi la prima gioia del 2016 (2-0 il finale). Affermazione importantissima per gli amaranto, mentre i biancorossi rimangono in zona playout e ora mister Brevi non può stare tranquillo: la squadra di casa sfrutta alla perfezione le palle inattive e segna così entrambi i gol (Tremolada e Madrigali i finalizzatori). Rimini in dieci dal 37' (espulso Signorini) e mai pericoloso.

Domenica 10 gennaio

Carrarese-Lucchese 1-0
Vittoria di platino per la Carrarese, che dimostra ancora una volta tutta la sua forza (nonostante le difficoltà economiche del club). Contro la Lucchese decide la rete di Cais dopo appena dieci minuti, su assist di Giasy: gli ospiti non giocano male, ma non trovano il guizzo vincente negli ultimi venti metri e così i marmiferi, nella ripresa, riescono a gestire il vantaggio e a rendersi pericolosi in contropiede. Con questi tre punti i ragazzi di Remondina si riavvicinano alla zona playoff, mentre la Lucchese cade dopo tre successi.

Ancona-Robur Siena 0-2
Una Robur Siena cinica espugna 2-0 il Del Conero di Ancona: i senesi ottengono la terza affermazione nelle ultime quattro giornate mentre i dorici tornano a perdere in campionato dopo ben due mesi. Ospiti pericolosi in avvio, poi al 22' Konate commette una grave ingenuità e Yamga ne approfitta per buttarla dentro con il sinistro: Montipò nega il pareggio ai locali con un paio di parate perfette (bravissimo al 69' sulla punizione di Radi), poi all'80' Yamga firma la doppietta personale su assist di Mendicino e chiude definitivamente la pratica.

Pisa-Pistoiese 2-0
Il Pisa prende il volo: il 2-0 ai danni della Pistoiese, combinato allo stop della Maceratese in casa del Santarcangelo, permette ai nerazzurri di salire al secondo posto in classifica, a cinque lunghezze dalla capolista Spal. In un'Arena Garibaldi stracolma di tifosi i padroni di casa fanno il loro dovere, non senza qualche polemica: la rete di Verna che vale il 2-0, infatti, viene contestata parecchio dagli arancioni e a farne le spese è capitan Di Bari (espulso). Andiamo con ordine: la squadra di Gattuso passa a condurre alla prima occasione utile, quando Verna (sul secondo palo) incorna in rete il cross di Mannini. La Pistoiese punge poco, poi al 59' Verna concede il bis su un'azione viziata tuttavia da un clamoroso fuorigioco di Montella: la terna convalida e la Pistoiese si spegne. Un legno per parte, con Varela e Colombo.

{rec:16285}