Lega Pro 2015/2016, Girone B: la sintesi della 15a giornata

2015-12-14 21:55:21
Lega Pro 2015/2016, Girone B: la sintesi della 15a giornata
Pubblicato il 14 dicembre 2015 alle 21:55:21
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Risultati, marcatori, classifica, tabellini e cronache di tutti gli incontri del Girone B (clicca sulla singola partita per il live testuale)

Sabato 12 dicembre

Santarcangelo-Prato 0-0
Nessun gol al Mazzola tra Santarcangelo e Prato: il match si chiude a reti bianche, in ogni caso lo spettacolo non manca. Sono i toscani a farsi preferire, fin dalle prime battute: occasioni per Capello e Corvesi, ma Nardi è miracoloso e dice di no. Ad inizio secondo tempo i romagnoli gettano alle ortiche una colossale occasione con Guidone, il quale spreca a tu per tu con il portiere: il match prosegue così fino al 90’, nessuna delle due trova la zampata decisiva. Un punto che fa comodo ad entrambe, in ottica salvezza.

L'Aquila-Rimini 2-1
Finale incredibile al Fattori, L’Aquila batte il Rimini al 94’ (2-1 lo score) e si porta a casa la terza affermazione nelle ultime cinque giornate. Continua invece la crisi dei romagnoli, sempre più vicini alla zona retrocessione: una grande delusione per loro, considerando che la rete di Sandomenico (un’autentica magia) arriva quando l’arbitro è già pronto a fischiare la fine. Gli ospiti colpiscono una traversa in avvio con Della Rocca, ma al 17’ gli abruzzesi vanno in vantaggio con una splendida incornata di Triarico: è Polidori a pareggiare i conti nella ripresa con un destro a giro, poi Bifulco sfiora il 2-1 ma la beffa è dietro l’angolo.

Teramo-Pistoiese 2-1
Il Teramo fa festa in pieno recupero: la rete di Le Noci al 92’ permette agli aprutini di battere la Pistoiese e di agganciare la zona della salvezza diretta. Per i toscani di Alvini un’altra beffa cocente, l’ennesima di una stagione fin qui drammatica: gli abruzzesi vanno in vantaggio al 25’ con Di Paolantonio (bel tiro al volo), ma la reazione degli arancioni è veemente e al 36’ arriva il gol del pareggio grazie ad un’autorete di Speranza, il quale svirgola il pallone in rete su cross di Sammartino. Il punteggio resta in equilibrio, poi nel finale Le Noci trova la rete decisiva complice una deviazione di Falasco: ora la panchina di mister Alvini è in pericolo.

Pisa-Maceratese 1-1
Il big match dell’Arena Garibaldi termina 1-1: nessun vincitore tra Pisa e Maceratese, questo punteggio riempie di gioia la Spal (che dunque mantiene in tutti i casi la vetta della classifica). I toscani, spinti da un grande pubblico, cominciano alla grande e al 12’ passano in vantaggio con una gemma di Golubovic (sinistro in controbalzo all’incrocio dei pali): la squadra di Gattuso è in palla e sfiora il raddoppio con Mannini (molto bravo Forte), ma i biancorossi di Bucchi non perdono la testa e nella ripresa trovano il pareggio con Kouko, abile a segnare sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nel finale Forte effettua un’altra grande parata su Mannini: è l’ultima fiammata del match.

Domenica 13 dicembre

Savona-Robur Siena 0-3
Tutto facile per la Robur Siena, contro un Savona che sta colando a picco: finisce 0-3 al Bacigalupo, i bianconeri si avvicinano a grandi falcate alla zona playoff mentre gli striscioni sono sempre più ultimi in fondo al gruppo. La Robur costruisce il successo tra il 22' e il 26': dapprima Bonazzoli, su assist di La Vista, fa centro con un bel diagonale poi Cabeccia commette fallo da rigore (espulsione per lui) e dal dischetto Yamga raddoppia. Una mazzata terribile per i liguri, dalla quale non si riprendono più: la formazione ospite amministra il risultato e allo scadere mette la ciliegina sulla torta con Masullo, ben servito da Sacilotto.

Arezzo-Spal 3-3
Difficile raccontare in poche parole il 3-3 tra Arezzo e Spal: ancora una volta gli amaranto vedono sfumare nei minuti di recupero un successo a portata di mano, mentra la capolista si salva proprio all'ultimo respiro in un match ricco di emozioni. Ospiti in vantaggio al 40' con Zigoni, Betancourt pareggia prima dell'intervallo ma al 52' gli estensi trovano il 2-1 con una rete splendida di Castagnetti (bolide da trenta metri). Siamo solo all'inizio, perchè in due minuti l'Arezzo ribalta tutto grazie alla doppietta di Tremolada (il primo su rigore): i toscani segnano tre reti ad una squadra che in quattordici turni ne aveva subìte appena sette, ma al 96' Cellini ristabilisce la parità.

Ancona-Lupa Roma 1-0
I segnali positivi in casa Ancona proseguono: dopo il pareggio in inferiorità numerica con la Spal arriva la vittoria di misura su una Lupa Roma in ripresa. Al Del Conero finisce 1-0 per i dorici, che così conservano il quarto posto, accorciando sul trio che guida la classifica. Ora il Pisa, terzo, dista solo due lunghezze. La formazione laziale invece accusa un altro stop, lasciandosi alle spalle la striscia positiva di quattro incontri (due vittorie e due pareggi). A decidere il match è il tap-in vincente di Cognini, bravo ad approfittare della respinta di Di Mario dopo una conclusione di Di Dio.

Tuttocuoio-Lucchese 0-2

Sopresa al Mannucci, dove la lanciatissima Lucchese trova il successo per 2-0 contro il Tuttocuoio. Per i ragazzi di Lucarelli arriva la seconda sconfitta consecutiva, mentre per quelli di Lopez (capace di rigenerare la sua truppa) è la quarta vittoria nelle ultime cinque partite disputate. I padroni di casa restano così a quota 20, mentre i rossoneri salgono addirittura a 17, togliendosi dalla zona playout. Servono soltanto due minuti agli ospiti per sbloccare l'incontro: la firma è quella di Terrani. Gara in discesa e in cui il centrocampista si ripeterà dal dischetto a metà della ripresa: ancora Terrani firma il raddoppio che chiude il match.

Lunedì 14 dicembre

Carrarese-Pontedera 1-2
Colpaccio del Pontedera nel posticipo della 15esima giornata di Lega Pro: i granata tornano al successo dopo quattro giornate di digiuno andando a vincere 2-1 in casa della Carrarese. Allo Stadio dei Marmi il risultato lo sblocca dopo appena 8' Infantino, che fa 1-0 per gli apuani con una fiammata delle sue. Al 24' sono gli ospiti a replicare, con l'ex Empoli Kabashi: sinistro potentissimo direttamente da punizione e Lagomarsini battuto. Al 36' il gol decisivo che porta la firma di Scappini: è dell'ex Pisa il tap-in vincente dopo il palo colpito da Disanto. Ripresa vivace, con due buone azioni da parte della Carrarese ma Cardelli fa buona guardia e tiene i suoi avanti. Tre punti pesantissimi per la compagine di mister Indiani, che si portano a quota 21 punti, agganciando proprio la formazione gialloazzurra.

{rec:16285}

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it