Lega Pro 2015/2016, Girone B: la sintesi della 12a giornata

2015-11-22 20:05:48
Lega Pro 2015/2016, Girone B: la sintesi della 12a giornata
Pubblicato il 22 novembre 2015 alle 20:05:48
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Risultati, marcatori, classifica, tabellini e cronache di tutti gli incontri del Girone B (clicca sulla singola partita per il live testuale)

Sabato 21 novembre

Maceratese-L'Aquila 1-1
Secondo pareggio consecutivo per la Maceratese: all'Helvia Recina i biancorossi non vanno oltre l'1-1 contro un buon L'Aquila e perdono dunque l'occasione di sorpassare in vetta la Spal, almeno momentaneamente. Dal punto di vista tattico i marchigiani non sbagliano nulla, fanno sfogare gli abruzzesi e al 16' li colpiscono con una rete magistrale di Fioretti (conclusione acrobatica da far rivedere nelle scuole calcio): gli ospiti accusano il colpo, ma non si disuniscono e nella ripresa riequilibrano il punteggio con un gol altrettanto bello (perfetta la punizione di Ceccarelli). Piove forte e il campo diventa sempre più pesante, le due squadre sono stanche e si accontentano del pari.

Rimini-Teramo 2-1
Vincere all'ultimo respiro regala sempre delle emozioni indescrivibili: quando l'1-1 sembra scritto, il Rimini pesca la zampata vincente e piega un Teramo sempre più in crisi (secondo ko di fila per gli aprutini, in piena zona playout). Il gol decisivo lo firma al 95' Polidori, entrato appena cinque minuti prima: perfetto il suo rasoterra dai venti metri, Tonti non ci arriva. E' un momento difficile per gli abruzzesi, che ancora una volta non raccolgono quanto seminato: gli ospiti iniziano forte e si divorano in vantaggio con Petrella, poi i romagnoli crescono e dopo aver sprecato con Ragatzu e Di Maio passano a condurre con Lisi (anche lui appena entrato). Il Teramo pareggia con una grande punizione di Le Noci: la beffa, tuttavia, è in coda.

Prato-Pontedera 3-1
Un mese dorato per il Prato: terza vittoria nelle ultime quattro giornate per i lanieri, al Lungobisenzio la squadra di De Petrillo sgambetta anche il Pontedera, formazione che non perdeva da ben sei turni. I padroni di casa piazzano un micidiale uno-due tra il 32' e il 39': dapprima è Capello (scattato sul filo del fuorigioco) a trovare la via del gol, poi è Knudsen a raddoppiare su assist dello stesso Capello. Prima dell'intervallo i granata accorciano con un rigore di Scappini: la gara si riapre, ma nel secondo tempo il Prato amministra con autorità e nell'ultimo spezzone di partita congela i tre punti con Gabbianelli (potente sinistro in corsa).

Tuttocuoio-Santarcangelo 1-0
La zampata del vecchio leone: Corrado Colombo non aveva ancora segnato in questo campionato, ma il suo gol al 39' permette al Tuttocuoio di avere ragione di un buon Santarcangelo (è 1-0 al Mannucci). La squadra di Lucarelli è in un periodo d'oro, la sconfitta manca da oltre un mese ma soprattutto matura la terza vittoria nelle ultime cinque partite: i neroverdi, adesso, sono vicini alla zona playoff mentre i romagnoli di Zauli sono in flessione (seconda sconfitta consecutiva, la terza in cinque incontri): il Santarcangelo si avvicina pericolosamente ai playout.

Domenica 22 novembre

Lupa Roma-Carrarese 1-1
Un altro passo in avanti per la Lupa Roma, che pareggia contro la più quotata Carrarese e infila il secondo risultato utile consecutivo: con mister Maurizi le cose sono cambiate, se ne accorgono anche i marmiferi di Remondina (che comunque rimangono ad una manciata di lunghezze dalla zona playoff). I padroni di casa giocano con coraggio e nella ripresa sbloccano il parziale con Pasqualoni: la gioia della Lupa, tuttavia, dura appena sette minuti perché al 71’ i toscani trovano il pari grazie ad una sfortunata autorete di Fabbro.

Pistoiese-Ancona 0-1
Accade l’incredibile al Melani: l’Ancona sgambetta 1-0 la Pistoiese grazie ad una rete negli ultimi minuti e si riprende per il momento la terza posizione in classifica: tutto grasso che cola per i dorici, i toscani giocano infatti meglio e sprecano diverse palle gol importanti. Primo tempo avaro di emozioni, anche se al 37’ Rovini colpisce il palo direttamente su punizione: ritmi ancora più alti nella ripresa, Lori si supera su Rovini mentre al 67’ è pazzesco l’errore di Sinigaglia, che a tu per tu con il portiere riesce a calciare fuori. Un errore gravissimo, l’Ancona (vicino al gol in precedenza con Hamlili) ne approfitta e all’86’ passa in vantaggio con Di Mariano, su assist di Bambozzi.

Lucchese-Savona 2-0
Succede tutto nel finale: la Lucchese supera 2-0 il Savona e si porta a quota 11 in classifica, lasciando invece la formazione ligure ad un punto, fanalino di coda. Partita equilibrato, giocata a viso aperto: bel primo tempo, ripresa sottotono, ma è proprio nel finale che arrivano le reti. All'85' Monacizzo trova la mattonella giusta per spaccare la partita: nel recupero Pozzebon centra una traversa, mentre sull'azione seguente viene steso da Negro. Dal dischetto firma il 2-0 che manda in delirio il Porta Elisa.

Robur Siena-Arezzo 1-1
Un punto a testa per Siena e Arezzo nel derby toscano del Girone B: finisce 1-1 al Franchi, con gli ospiti che al 75' con Tremolada replicano al vantaggio iniziale bianconero siglato da Sacilotto. Padroni di casa in dieci dal 57' per rosso diretto a Celiento, e nel finale gli uomini di Atzori devono arrendersi all'assalto amaranto. Siena che grazie al punto conquistato raggiunge Pontedera e Tuttocuoio a quota 17 punti, mentre l'Arezzo si porta appena sopra la zona playout con 13.

Lunedì 23 novembre

ore 20: Spal-Pisa

{rec:16285}

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it