Lega Pro 2015/2016, Girone A: la sintesi della 7a giornata

2015-10-18 19:45:00
Lega Pro 2015/2016, Girone A: la sintesi della 7a giornata
Pubblicato il 18 ottobre 2015 alle 19:45:00
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Risultati, marcatori, classifica, tabellini e cronache di tutti gli incontri del Girone A (clicca sulla singola partita per il live testuale)

Domenica 18 ottobre

Pordenone-SudTirol 2-2
Incredibile a Pordenone: il Sudtirol, sotto di due gol all'86', reagisce in modo spettacolare e strappa al Bottecchia un preziosissimo 2-2. Tanto amaro in bocca per i ramarri, che già pregustavano la terza vittoria in campionato: decisivo Gliozzi, il quale entra nella ripresa e firma entrambi i gol che salvano gli altoatesini (il secondo su rigore, al 97'). Il Pordenone inizia con il piede giusto, De Cenco firma l'1-0 al 28' con una magistrale sforbiciata poi al 41' Finocchio raddoppia da pochi passi: nella ripresa, tuttavia, il Sudtirol alza i ritmi e nel finale, come detto, raddrizza la situazione.

Bassano-Alessandria 0-0
Doveva e poteva essere una gara con tante reti, invece Bassano Virtus-Alessandria si chiude con un pareggio ad occhiali. Le due formazioni, per la verità, si affrontano a viso aperto ma a mancare è la precisione: i veneti prendono una traversa al 37 con Pietribiasi e anche nella ripresa spingono con più convinzione, senza però trovare l'episodio vincente. Nel finale i piemontesi restano con un uomo in meno a causa dell'espulsione di Morero, ma sfiorano il colpaccio con una zuccata di Mezavilla (Rossi miracoloso).

Mantova-Lumezzane 2-0

Il Mantova allontana le nubi, ritrova una vittoria che mancava dalla prima giornata e risale in classifica: al Martelli i virgiliani piegano 2-0 il Lumezzane, i valgobbini incappano così in un passo falso dopo tre successi consecutivi. Il primo tempo non offre molti spunti per i taccuini, l'unica occasione importante capita agli ospiti: Cruz, infatti, colpisce un palo con il sinistro. La ripresa sorride ai padroni di casa: Ruopolo fa gioire i tifosi al 62' con un bel destro, poi al 75' è Momentè a mettere in ghiaccio i tre punti dopo un bello spunto personale (prima firma per lui con il Mantova). Al Lumezzane restano solo i rimpianti.

Pro Patria-Cuneo 0-3

Continua il calvario della Pro Patria: settimo ko in sette turni, questa volta è il Cuneo a fare festa contro i bustocchi. Allo Speroni i piemontesi vincono 3-0, ma gli episodi fanno la differenza: sullo 0-0, infatti, la squadra di casa spreca un calcio di rigore con Sampietro, Tunno para e sulla ribattuta lo stesso Sampietro colpisce la traversa. L'errore sgonfia i padroni di casa: Banegas porta avanti gli ospiti al 42', poi al 52' arriva il raddoppio di Garin (sinistro prepotente sotto la traversa dopo una gran percussione) mentre al 58' Cavalli, su rigore, firma il tris piemontese. La crisi della Pro Patria è senza fine.

Renate-Padova 0-0
Termina senza reti a Meda tra Renate e Padova, ma in questa partita succede l'inverosimile. Cominciamo dal finale: in pieno recupero il Padova può battere un calcio di rigore con Altinier, ma l'attaccante sbaglia tutto e spedisce sul fondo. Per i veneti sarebbe stata tuttavia una vittoria immeritata: la squadra di Parlato, infatti, rischia più volte di capitolare ma ancora una volta il Renate non sa tradurre in gol le buone azioni costruite. Nel primo tempo le pantere sprecano molte occasioni, Valotti colpisce un palo clamoroso mentre nella ripresa è Teso a sciupare tutto da pochi passi. Pomeriggio da dimenticare per entrambe le squadre.

Pavia-Pro Piacenza 3-0
Bella prestazione del Pavia, che spazza via la Pro Piacenza imponendosi col punteggio di 3-0 al Fortunati: i ragazzi di Marcolini salgono dunque a quota 15 in classifica, condividendo il secondo posto con Reggiana e Bassano. Tempi bui per gli ospiti, che hanno raccolto solo 6 punti sin qui. Il match: dopo un primo tempo di studio, i padroni di casa cambiano marcia e calano tre gol in sequenza. Al 60' la sblocca Siniscalchi, al 71' raddoppia Bellazzini e all'81' Cesarini chiude il match definitivamente.

Cittadella-Giana 1-0
Basta un gol di Schenetti nel primo tempo per lanciare il Cittadella in vetta alla classifica del girone A di Lega Pro: dopo sette giornate i ragazzi di mister Venturato guidano la graduatoria con 17 punti, a +2 sul trio composto da Reggiana, Pavia e Bassano. Il match con la Giana Erminio finisce 1-0, con la formazione di Gorgonzola che resta a quota 9 punti, nella pancia della classifica.

Cremonese-AlbinoLeffe 2-0

Un gol per tempo, in avvio e nel finale: la Cremonese trova il suo secondo successo stagionale superando 2-0 l'AlbinoLeffe. Dopo sette gare i grigiorossi si trovano al nono posto con 10 punti, mentre i seriani restano penultimi a quota 3. A sbloccare il match è Bianchi dopo soli sette minuti, quindi il raddoppio arriva nel finale di gara, al 90' con Brighenti.

FeralpiSalò-Reggiana 0-3
Domenica difficile per la FeralpiSalò, che crolla in casa contro la Reggiana: i granata trovano i tre punti senza problemi rifilando un sonoro 0-3 ai Leoni del Garda. I ragazzi di Colombo si portano dunque al secondo posto, condiviso con Pavia e Bassano, con 15 punti, a due lunghezze dal Cittadella capoclassifica. Il match si sblocca dopo una manciata di secondi con un missile di Mogos, quindi al 10' Bruccini raddoppia dal dischetto (e nell'occasione Caglioni viene espulso). Al 24' arriva anche il tris del solito Arma, che chiude virtualmente il match quando da giocare c'è ancora oltre un'ora.

{rec:16284}

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it